Classe
Classe

La UIL Scuola chiede aule in sicurezza a settembre

Verga: "Al governo chiediamo conferma delle dirigenze, organico aggiuntivo del personale, assunzione precari ed eliminazione aule pollaio composte da 28 alunni”

Elezioni Regionali 2020
"Bene ha fatto l'assessore regionale all'Istruzione, Sebastiano Leo, a inviare una lettera aperta ai ministri dei dicasteri dell'istruzione e dell'economia per chiedere garanzie per la ripartenza della scuola in sicurezza".
Lo dichiara Gianni Verga, segretario generale della Uil Scuola Puglia.

Sostanzialmente, sono tre le questioni poste sul tavolo dei Ministeri per il prossimo anno scolastico: la conferma del numero delle dirigenze, anche sulle scuole sottodimensionate, in deroga ai parametri attualmente in vigore; l'istituzione di un organico aggiuntivo del personale docente e ATA e procedure snelle per l'assunzione dei precari.

"Queste richieste – dice Gianni Verga - fanno il paio con quanto sostenuto dalla Uil Scuola. La nota positiva è che Regione è addirittura pronta a metterci risorse proprie al fine di portare in salvo la scuola pugliese: manca, però, la volontà politica di programmare con criteri ben definiti il prossimo futuro del sistema scuola e il domani delle nuove generazioni".

"La didattica a distanza – prosegue Verga - ha mostrato tutti i propri limiti, creando notevoli difficoltà a chi la fa e a chi la riceve, destabilizzando la vita privata e familiare del personale scolastico e delle famiglie. È necessario, e non più prorogabile, "approfittare" di questo momento per investire nell'istruzione al fine di eliminare quelle situazioni che denunciamo da anni, a cominciare dal fenomeno delle cosiddette "classi pollaio", dilagante al Sud e in Puglia. Non sarà possibile gestire in presenza, con le limitazioni imposte dal Covid-19, ventotto o più alunni per classe. Inutile prendersi in giro e prendere in giro le famiglie pugliesi: senza un progetto serio di investimenti in cui Stato, Regione e Comuni, ognuno per la parte di propria competenza, intervengano seriamente, la scuola non potrà ripartire in presenza. Del resto, ad oggi la certezza è una sola: allo stato attuale non ci sono indicazioni chiare su come e quando ripartirà la scuola, con i conseguenti disagi per gli studenti e le loro famiglie".
  • scuola
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
  • UIL
  • Coronavirus fase 3
Altri contenuti a tema
Coronavirus, nuova ordinanza della Regione Puglia Coronavirus, nuova ordinanza della Regione Puglia Se manca distanziamento mascherine obbligatorie, discoteche e sale da ballo aperte ma con obbligo do mascherina
Coronavirus, paura per seconda ondata. Ma le discoteche chiuderanno? Coronavirus, paura per seconda ondata. Ma le discoteche chiuderanno? Emiliano: «Le fotografie con assembramenti destano allarme ed è il tema che stiamo affrontando in questo momento»
Chi rientra da Spagna, Malta e Grecia deve fare il tampone Chi rientra da Spagna, Malta e Grecia deve fare il tampone Emiliano: «Se negativi si interrompe la quarantena». I pugliesi di rientro da queste aree geografiche devono autosegnalarsi
Coronavirus, il Governo chiede una linea uniforme per tutte le Regioni Coronavirus, il Governo chiede una linea uniforme per tutte le Regioni Rientri dall’estero, movida, discoteche e feste popolari. Regole chiare per tutte le regioni. Se dovessero aumentare i contagi? Obbligo della mascherina all’aperto e “coprifuoco”
Coronavirus, bollettino epidemiologico della regione Puglia Coronavirus, bollettino epidemiologico della regione Puglia Ancora in salita il numero dei positivi, oggi ne sono 33 di cui 7 nella nostra provincia
COVID 19: nuovo incontro tra ASL e prefettura COVID 19: nuovo incontro tra ASL e prefettura Illustrate tutte le attività di riorganizzazione dei servizi messe in cantiere tempestivamente per rimodulare gli interventi sul territorio man mano che si manifestano nuovi focolai
Obbligo di quarantena per chi rientra da Spagna, Malta e Grecia Obbligo di quarantena per chi rientra da Spagna, Malta e Grecia Lo comunica il presidente della Regione Puglia dopo i diversi casi degli ultimi giorni legati ai ritorni dall'estero. È stata firmata l’Ordinanza Regionale
Calendario Polizia di Stato con la partenship di Unicef Calendario Polizia di Stato con la partenship di Unicef Il ricavato della vendita sosterrà il progetto connesso all’Emergenza Coronavirus, una quota sarà devoluta al Piano di assistenza “Marco Valerio”
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.