meteo
meteo
Speciale inverno 2019 a cura di Antonio Digirolamo

Primo STRATWARMING: ecco le sue conseguenze meteo

a cura di Antonio Digirolamo

Avevamo già accennato in diverse occasioni che le conseguenze meteo di uno Stratwarming sono di una fase gelida per alcune zone alle medio-alte latitudini:
in altre parole, quando capita un riscaldamento stratosferico, dopo un paio di settimane, il gelo si propaga a pezzi.
Da un punto di vista metaforico, si può paragonare alla rottura di un vaso in cocci: non è detto, quindi, che l'Italia sia pienamente investita da questi "cocci". E sarà proprio così nella prossima fase meteo gelida: una vasta area di geopotenziale freddo interesserà il Centro-Sud, mentre lascerà praticamente fuori l'estremo Nord Ovest.
in questo caso, la parte più ingente del freddo rimarrà piuttosto lontana dall'Italia, portando una fase meteo gelida sui Balcani e sull'Ucraina.
L'Italia, di conseguenza, verrà presa solo di striscio, con una fase si fredda ma non eccezionale.
Oltretutto, nel giro di un paio di giorni il vortice polare si ricompatterà, facendo ripartire i venti oceanici più miti in direzione della Mittle-Europa
(flusso zonale), trovando però un muro gelido a est: le conseguenze potrebbero essere molteplici, una delle quali sarebbe in parte la ripresa di situazioni meteo più propense a precipitazioni in alcune aree del paese praticamente a secco.
in Stratosfera si sta verificando un forte riscaldamento a circa 30.000 m di quota che dovrebbe raggiungere l'apice nel corso della giornata di lunedì 7 gennaio.
Si fa parecchia confusione, forse per l'eccessiva superficialità nella lettura, degli effetti che potrebbero avvenire a seguito di un evento come quello citato.
Gli effetti dello Strat Warming, di cui abbiamo effettuato un ampio approfondimento
Avvengono con tempi variabili, inoltre lo studio tale evento non è finalizzato per fare una previsione meteo in ambito locale.
Come scriviamo nell'articolo, solo al 60% degli Strat Warming genera quello che viene chiamato Split del Vortice Polare.
Ma ancora lo Split del Vortice Polare non determina per forza ondata di freddo in Italia.
I siti meteo come il nostro sono a vocazione scientifica, pertanto trattano ogni fenomeno atmosferico, compresi quelli che si verificano in alta atmosfera, che secondo studi e pubblicazioni, provano che c'è un'interazione tra quanto succede in Stratosfera e in Troposfera.
La Troposfera è quella parte di atmosfera dove si verificano i fenomeni atmosferici.
Orbene, i modelli matematici di previsione, quelli che spingono le proiezioni a 15 giorni, ma soprattutto a un mese circa, individuano anomalie climatiche verso il freddo su parte dell'Europa centro-settentrionale e la Siberia.
Per quanto concerne l'Italia, vengono individuate fugaci irruzioni di aria molto fredda, inoltre viene prospettata l'interazione tra aria gelida e umida proveniente dal Mediterraneo occidentale, è forse dall'Atlantico.
Con l'attuale situazione meteo, le previsioni a carattere locale dopo il 3° - 5° giorno di validità tendono a perdere di affidabilità.
Già dopo tale periodo anche una previsione su scala nazionale appare offuscata da una marea di incertezza.
Ciò che avviene è abbastanza normale, lo Split del Vortice Polare genera un cambio di circolazione che è contraria a quella delle correnti che soffiano normalmente nel nostro Emisfero. Per dirla in parole semplici, avviene una sorta di sconquasso.
Lo Split del Vortice Polare e lo Strat Warming sono attentamente studiati in tutti i Paesi particolarmente suscettibili le ondate di gelo.
In questi giorni abbiamo letto decine di articoli redatti da meteorologi di servizi meteo del Canada, degli Stati Uniti d'America, della Gran Bretagna, della Norvegia, della Svezia ove l'attenzione e massima, dalla Finlandia, dalla Russia
    © 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito dall'associazione Kerina Production. Partita iva 90041150716. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
    CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.