Protocollo di intesa tra Uff. Scolastico Regionale Fondazione “Giuseppe Pavoncelli”
Protocollo di intesa tra Uff. Scolastico Regionale Fondazione “Giuseppe Pavoncelli”
Fuori dalle righe & Fuori dal Coro

La tutela ambientale: moderna questione meridionale, un problema serio di educazione e civiltà che tocca ciascuno di noi

L’ambientalismo a singhiozzo, dell’ultima ora o del c.d. “nimby” = not in my backyard (non nel mio giardino) o a giorni alterni, nella migliore delle ipotesi, non paga affatto anzi può essere controproducente.

La tutela ambientale: moderna questione meridionale, un problema serio di educazione e civiltà che tocca ciascuno di noi

L'ambientalismo a singhiozzo, dell'ultima ora o del c.d. "nimby" = not in my backyard (non nel mio giardino) o a giorni alterni, nella migliore delle ipotesi, non paga affatto anzi può essere controproducente.
Indubbiamente è agevolato nell'intuire, comprendere ed approcciare la problematica chi, come me, ha avuto un mentore e maestro che già negli anni '70/'80 prefigurava le calamità naturali contingenti e professava, quotidianamente, con manifestazioni pubbliche, dibattiti e comunicati stampa di protesta e denunzia l'assoluta necessità di tutelare le acque interne alla pari dei nostri mari, oppure di sviluppare l'utilizzo delle fonti energetiche alternative.
Ma va pur detto e sottolineato che oggi l'informazione globale e online, in tempo reale, non consente neanche a persone menomate di sentirsi "fuori dal coro" di quella che possiamo definire la democrazia ambientale. In buona sostanza nessuno di noi può più sottrarsi al diritto/dovere di essere partecipe ad una serie di problematiche, talvolta complesse, che rappresentano l'oggetto della governance del territorio, delle acque e dell'atmosfera in cui viviamo: cambiamento climatico, inquinamento e contaminazione delle risorse idriche, difesa del suolo (dissesto idrogeologico), ecc. sono ormai "pane quotidiano". E a proposito di inquinamento del mare nostrum: i reati ambientali sulla costa pugliese sono recentemente aumentati dell'11%, così che la nostra regione si piazza al terzo, "onorevole" posto (dopo Campania e Sicilia) tra le più "delinquenti" ambientalmente!
Com'è facile riscontrare dal sito www.consorzioproofanto.it il consorzio è concretamente impegnato da anni sul problema enorme dello sversamento illecito di tonnellate di rifiuti abusivi, urbani e tossici, essendo tuttora costituito Parte offesa avanti il Tribunale di Foggia nel processo Black land in Puglia (Terra dei fuochi). In merito al quale l'avv. Maria A. Albanese ha tenuto una esaustiva relazione nel corso del convegno "Legalità ambiente e salute dei cittadini" (1/6/2015), promosso dal Consorzio Pro Ofanto e da Cittadinanza Attiva con il Patrocinio del Comune di Cerignola, a cui parteciparono in modo qualificato sia il Vescovo, Mons. L. Renna, sia il Sindaco Franco Metta.
Convinto della rilevanza di questi, delicati e onerosi obiettivi – condannare i responsabili del danno ambientale, individuare le aree contaminate e rimuovere la massa ingentissima di rifiuti – il consorzio si è fatto promotore del Comitato Madre terra, della Passeggiata ecologica (21 Dic. 2014) e di altre iniziative di informazione e sensibilizzazione. Purtroppo, dobbiamo registrare un'assurda, naturale inclinazione a (con)vivere l'ambiente in modo superficiale o indifferente, come se fosse un qualcosa che possiamo delegare ai politici nazionali o ai tecnici o ancora ai pochi "fessi" che si offrono volontari per ripulire le coste o i mari, soprattutto dalla plastica. Tale inclinazione, alias abitudine, si riscontra maggiormente nelle


regioni meridionali – ecco la "moderna questione meridionale": lamentarsi senza rimboccarsi le maniche - ove la cultura o sensibilità ecologica non riesce a sfondare, tutt'altro! Invece di rendersi conto che la partecipazione, informativa ed operativa nel contempo, non è più rinviabile come ci raccomanda, ripetutamente, Papa Francesco (leggasi l'Enciclica Laudato sì), spiegandoci tra l'altro che un atteggiamento responsabile dell'essere umano, delle istituzioni governative, ai vari livelli, e delle varie associazioni sociali non è soltanto un dovere cristiano, ma anche di civiltà ed educazione.
  • notizie
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Coronavirus, si attende nuovo DPCM a firma del Presidente Conte Coronavirus, si attende nuovo DPCM a firma del Presidente Conte Sarà emanato un nuovo DPCM per prorogare le misure anti contagio già in vigore ed in scadenza il 14 luglio ed apportare alcuni nuovi accorgimenti
Angela Sara Ciafardoni al Festival del Libro Possibile di Polignano Angela Sara Ciafardoni al Festival del Libro Possibile di Polignano La presentazione del libro “Con tutto l’amore che so” è stata affidata a Annalisa Tatarella. Un momento ricco di cultura, passione ed emozione
Tragico incidente a Cerignola, perde la vita un uomo (classe 38) Tragico incidente a Cerignola, perde la vita un uomo (classe 38) L’incidente è avvenuto in Via Fra Daniele (zona Fornaci), le auto coinvolte sono una Mini Cooper di colore nero ed una Ford Fiesta
La Puglia  verso le elezioni. Il PSI sta con Fitto e Palmisano va col PD La Puglia verso le elezioni. Il PSI sta con Fitto e Palmisano va col PD Oltre alle candidature del sociologo Palmisano a Cerignola è stata ufficializzata la candidatura di Teresa Cicolella, resta in sospeso il nodo Elena Gentile
Coronavirus, bollettino epidemiologico della Regione Puglia Coronavirus, bollettino epidemiologico della Regione Puglia Nelle ultime 24 ore un positivo in provincia di Bari, non sono stati registrati decessi
Torremaggiore: Produzione di marijuana in appartamento serra Torremaggiore: Produzione di marijuana in appartamento serra In un appartamento coltivava marijuana, apparecchiature sofisticate per l'essicazione
Rapina al portavalori sulla Lecce – Brindisi, nel commando due cerignolani Rapina al portavalori sulla Lecce – Brindisi, nel commando due cerignolani Il gruppo armato era composto da dieci persone identificate nelle indagini dell’operazione denominata “Long Vehicle”
Coronavirus:  stato di emergenza, si ve verso la proroga al 31 dicembre Coronavirus: stato di emergenza, si ve verso la proroga al 31 dicembre A dichiararlo è il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Ragionevolmente ci avviamo verso la proroga dello stato di emergenza”
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.