Ospedale Tatarella
Ospedale Tatarella

Aggressione al Tatarella, la solidarietà della politica

Bonito ritiene necessario assumere vigili urbani per presidiare il Tatarella, Giannatempo si impegna per dare un futuro alla città, Sgarro manifesta solidarietà e impegno

Dopo la gravissima aggressione ai danni di alcuni operatori sanitari in servizio al Pronto Soccorso dell'Ospedale "Tatarella" di Cerignola la politica, impegnata intensamente nelle ultime giornate di campagna elettorale, manifesta solidarietà alle vittima e azioni concrete volte a scongiurare gravi fatti di cronaca come quelli verificatisi nel nosocomio cerignolano.

"Nel nostro ospedale non è possibile insediare un presidio fisso di polizia, ci vuole un atto di alta amministrazione che deve venire da Romadichiara Francesco Bonito, candidato sindaco della coalizione di centrosinistra - Nel frattempo sarà necessario assumere vigili urbani che coprano con i turni l'intera giornata presso l'ospedale Tatarella, coadiuvati, qualora servisse, dalla polizia e dai carabinieri. Il vicequestore aggiunto Loreta Colasuonno ha espresso parere favorevole su questa eventuale sinergia".

"La mia personale solidarietà unita a quella di tutti i candidati della coalizione alle vittime della violenta aggressione in pieno centro. Un fatto gravissimo anche perché è ai danni di una persona giunta da fuori città per lavoro e sopratutto per pochi euro. Un fatto che si somma all'aggressione avvenuta al pronto soccorso dell'ospedale ai danni dei sanitari al lavoro e delle strutture. Cerignola non è questa, ma è anche questa – dichiara via social Antonio Giannatempo, candidato sindaco della coalizione di centrodestra - Ecco perché la battaglia per la legalità è ancora di più una battaglia di tutti. Insistiamo tutti sulla richiesta di un commissariato di primo livello. Noi non ci arrendiamo e ci impegniamo con tutte le nostre forze per dare alla nostra città un futuro migliore, nella legalità".

"In poche ore, la nostra comunità è stata ancora una volta sconvolta da fatti gravissimi. Tutto ciò non è più tollerabile e immediati dovranno essere i provvedimenti presi dalla futura amministrazione – dichiara Tommaso Sgarro, candidato sindaco di una seconda area del centrosinistra - Esprimo tutta la mia solidarietà alle vittime di violenze in queste ore. Cerignola verrà fuori da questo profondo buio. Restiamo uniti".

  • Tommaso Sgarro
  • Ospedale Giuseppe Tatarella Cerignola
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
  • Francesco Bonito
  • Antonio Giannatempo
Altri contenuti a tema
Condanna Antonio Giannatempo, il commento del figlio sui social: “Un'intera comunità può testimoniare a favore di mio padre” Condanna Antonio Giannatempo, il commento del figlio sui social: “Un'intera comunità può testimoniare a favore di mio padre” Le parole del figlio Vincenzo e le reazioni di stima e affetto verso una persona in vista a Cerignola
Antonio Giannatempo condannato per omicidio colposo Antonio Giannatempo condannato per omicidio colposo L'accusa riguarda la morte di un neonato avvenuta nel 2013
Letture digitali per i piccoli pazienti di pediatria del Tatarella Letture digitali per i piccoli pazienti di pediatria del Tatarella Grazie alla tecnologia anche chi è in isolamento può partecipare alle letture
Ospedale Tatarella, il reparto di emodinamica è una possibilità concreta Ospedale Tatarella, il reparto di emodinamica è una possibilità concreta Il direttore della Asl e i vertici regionali assicurano piena disponibilità
Bonito annuncia misure a sostegno degli ex lavoratori SIA Bonito annuncia misure a sostegno degli ex lavoratori SIA Il comune di Cerignola interpella la Corte dei conti per crediti nei confronti della società
Il 118 di Cerignola dedicato a Nicole Selvaggio Il 118 di Cerignola dedicato a Nicole Selvaggio Piazzolla: "Il suo sorriso un esempio per tutti noi"
Consiglio Comunale, Metta cede il posto a Pasquale Morra Consiglio Comunale, Metta cede il posto a Pasquale Morra Sono questi i primi passi mossi dal gruppo politico “Avanti Cerignola” in preparazione della futura campagna elettorale
Vladi, dall'Ucraina a Cerignola in fuga dalla guerra Vladi, dall'Ucraina a Cerignola in fuga dalla guerra Accolto alla "Don Bosco" grazie all'aiuto di due studenti bulgari
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.