Ospedale Tatarella e Angelo Labia
Ospedale Tatarella e Angelo Labia
Territorio

Angelo Labia dona un macchinario all’Ospedale dio Cerignola

I coniugi Labia donano un macchinario al reparto Rianimazione del "Tatarella" di Cerignola e organizzano una raccolta fondi. Esempio da imitare

L'invito delle Istituzioni è quello di stare a casa, lo slogan "Io resto a casa" ha caratterizzato il mese di marzo dove il contagio da Coronavirus ha raggiunto livelli elevatissimi. "Io resto a casa" per contribuire ad evitare il contagio, perché sono responsabile della mia salute e di quella dei miei cari, perché ho il dovere di rispettare le disposizioni delle Istituzioni. Ma c'è chi fa di più stando a casa, c'è chi ha deciso di restare a casa e aiutare fattivamente qualcuno impegnandosi in progetti molto ambiziosi ma, al tempo stesso, possibili.

Angelo Labia è un cittadino di Cerignola che ha deciso, con la propria moglie, rendersi utile, sposare una causa, rimboccarsi le maniche, dare un contributo per la comunità cittadina. Acquista un macchinario utile al reparto Rianimazione dell'Ospedale Tatarella di Cerignola, lo paga con i propri risparmi e invita i cittadini che ne abbiano la possibilità a rendersi utili per attrezzare più adeguatamente il nostro ospedale."Io resto a casa" per Angelo Labia è ormai scontato, va oltre e si propone per la grande iniziativa che chiamerei "Io per il mio Ospedale".

«Conosciamo tutti la situazione difficile che sta vivendo l'Italia intera, in particolare il nord Italia – spiega Angelo Labia in un video postato su facebook - Purtroppo questa situazione si sta spostando a sud raggiungendo anche la nostra città. Non è una normale influenza, è molto aggressiva e ciò sta causando l'intasamento degli ospedali del nord che sono ormai al collasso.
Purtroppo le nostre strutture ospedaliere non sono all'avanguardia come quelle del nord che, nonostante ciò, stanno avendo forte difficoltà nel curare tutte le persone che arrivano in ospedale a causa dell'emergenza.
Il nostro ospedale necessita di un grande aiuto da parte di tutti noi.
Qualche giorno fa ho contattato il primario del reparto di rianimazione, dott. Dario Galante, chiedendogli cosa servisse urgentemente al reparto. Io e mia moglie ci siamo attivati per l'acquisto del macchinario richiesto, un "Mostcare" . Oggi finalmente abbiamo eseguito il bonifico, l'ospedale di Cerignola riceverà il macchinario entro 48 ore»

Il macchinario, quindi, arriverà entro due giorni, ma cosa serve ancora al nostro Ospedale? Cosa potrebbe essere indispensabile, cosa è presente ma insufficiente per affrontare l'emergenza? Tante altre attrezzature, macchinari che i medici conoscono alla perfezione e necessitano nei reparti. Sono le domande che Angelo e la moglie si sono posti e, a queste domande, hanno subito pensato ad una soluzione, quella della costituzione di una raccolta fondi.

"Non vogliamo pubblicità, non ci serve, piuttosto vorrei lanciare un appello a tutti gli imprenditori di Cerignola, prendete il telefono e contattate i vari reparti, chiedete cosa serve, l'Ospedale di Cerignola ha bisogno di noi.
Colgo l'occasione mettendomi a disposizione per creare una raccolta fondi in maniera tale che tutti i volenterosi abbiano la possibilità di aiutare il nostro Ospedale così come abbiamo fatto io e mia moglie».

Link per le donazioni https://www.gofundme.com/f/donazioni-per-ospedale-cerignola?fbclid=IwAR0FxhmXfepzafsSasXPCkcIQrxMTm4LMwen-nhwTMMaxyIDkpbcOMCdf3s

Conclude Angelo Labia «Spero con tutto il cuore che il nostro gesto sia di esempio per tutta la comunità»
  • Cerignola
  • notizie
  • Ospedale Giuseppe Tatarella Cerignola
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Ancora bombe a Foggia, la criminalità torna a incutere terrore Ancora bombe a Foggia, la criminalità torna a incutere terrore Un ordigno è stato fatto esplodere ai danni della residenza per anziani “Il Sorriso di Stefano” in via Acquaviva
3500 contagiati, è lo scenario a cui si prepara la Regione Puglia 3500 contagiati, è lo scenario a cui si prepara la Regione Puglia Emiliano: «Uno scenario che speriamo non si verifichi mai ma che comunque dobbiamo preparare per evitare di essere presi in contropiede»
La Caritas diocesana nei giorni del coronavirus La Caritas diocesana nei giorni del coronavirus Oltre 40 volontari consegnano viveri a Cerignola e nelle borgate. Aiuto alle persone sole, agli anziani, accoglienza per i senza fissa dimora
Coronavirus, Speranza: «Confermate fino al 13 aprile le misure restrittive» Coronavirus, Speranza: «Confermate fino al 13 aprile le misure restrittive» Scuole e attività non di prima necessità ancora chiuse
Coronavirus, Maiora in campo con buoni spesa e bonus ai dipendenti Coronavirus, Maiora in campo con buoni spesa e bonus ai dipendenti Cannillo: «Ai nostri collaboratori un premio perché rappresentano il nostro patrimonio più importante»
Nevicate primaverili fanno strage di mandorle in campagna Nevicate primaverili fanno strage di mandorle in campagna Coldiretti Puglia “In fumo la produzione di mandorle,perdita di produzione di almeno il 90%. distrutte coltivazioni di carciofi, asparagi, bietole, finocchi, rape, cicorie e piselli”
Emergenza Coronavirus: sospensione rate dei finanziamenti alle imprese, è la richiesta di Emiliano Emergenza Coronavirus: sospensione rate dei finanziamenti alle imprese, è la richiesta di Emiliano «Mi auguro vadano incontro alle esigenze degli imprenditori, rischierebbero di subire ripercussioni insostenibili sulle loro attività»
RED, si allarga la fascia dei beneficiari: via libera ad altri 36 milioni RED, si allarga la fascia dei beneficiari: via libera ad altri 36 milioni Teresa Cicolella(pd): ennesima prova di buon governo di Emiliano, nessuno deve essere lasciato solo
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.