foto motorini
foto motorini
Vita di città

Cerignola: cronaca di una passeggiata “gimkana” nel corso principale della città

Alcuni cittadini fotografano e segnalano una situazione ormai fuori controllo

Con queste temperature infernali si aspetta ansiosamente la sera per terminare gli impegni di lavoro e uscire a fare una passeggiata con la famiglia o con gli amici. Soprattutto al sabato e alla domenica sera, come succede in tutti i paesi del Sud Italia, il corso cittadino si riempie di genitori e bambini, di persone di mezza età, di anziani e gruppi di adolescenti che si riuniscono per "prendere una boccata di aria".

Peccato che, a Cerignola, anche se il corso principale nel fine settimana è inibito al traffico, non si possa passeggiare tranquilli, senza essere disturbati da motorini, bici elettriche e non, che passano a filo rischiando di travolgere chiunque gli capiti a tiro.

"E' così snervante che non vedo l'ora di tornare a casa", borbotta una giovane mamma di due bambini piccoli, di cui uno nel passeggino.

"Il rischio di incidenti anche gravi è concreto. Piazza Duomo è piena di bici elettriche, e i bambini non possono essere persi di vista neppure un attimo", le fa eco un'altra signora, che ha un bambino in età scolare.

"I vigili? Dopo le 21.00 non li ho mai incontrati", prosegue un signore, che spinge una carrozzina con una donna. "Per chi ha parenti disabili in carrozzina, camminare per le strade di Cerignola è ancora più difficile. Ho rischiato già due volte di essere investito da una bicicletta elettrica, proprio in pieno centro".

Una rete efficiente tra associazioni locali, Amministrazione e cittadini è sempre auspicabile, soprattutto in una città complicata come Cerignola, in cui ci sono problemi che, per essere affrontati, richiedono una maggiore sinergia di forze.

Da tempo l'associazione locale "Ambientiamo" si occupa di segnalare e denunciare situazioni cittadini abbastanza "scomode", e non soltanto dal punto di vista strettamente ambientale.

In un recente post su Facebook, l'associazione ha pubblicato immagini che la dicono lunga sulla situazione attuale della viabilità cittadina.

"Ogni estate aumentano esponenzialmente il numero di ragazzini che usano bici elettriche modificate.

A Barletta l'anno scorso sono già morte delle persone.


A Cerignola occorre fare un'operazione chiarezza che coinvolga in primis i rivenditori affinché spieghino ed educhino i genitori ad un acquisto responsabile.

Poi bisogna lavorare con le scuole in collaborazione con la Polizia di Stato e con la Polizia Locale affinché venga fatta un po' di sana educazione civica, spiegando le regole basilari del codice della strada.

Infine, i vigili urbani la sera dovrebbero trattenersi per il corso almeno fino alle 23:30 perché ci sono tra i 5 e 10 mila cerignolani (soprattutto famiglie con bambini), che vorrebbero passeggiare in sicurezza.

Come vedete, tutti sono coinvolti; rivenditori, genitori, scuole e autorità. Ma occorre una regia a livello amministrativo in grado di fare progetti che richiedono mesi perché la questione non può essere risolta con l'uscita una tantum della Polizia Locale. Ormai il problema è enorme, non può più essere trascurato"
.

Questo il contenuto del post, che deve lasciarci riflettere sulla necessità di un intervento immediato. Ne va di mezzo l'incolumità e la tranquillità di tutti.
  • ambientiamo cerignola
Altri contenuti a tema
Emergenza ambientale, via Padula fuori controllo Emergenza ambientale, via Padula fuori controllo “Ambientiamo Cerignola”: ““Se non saranno ritirati, quei sacchetti saranno incendiati e tutti noi saremo danneggiati”
Prima puntata di  “Coffee Break” su “lenewstv”, Alfonso Divito intervista Fabio D’Imperio Prima puntata di “Coffee Break” su “lenewstv”, Alfonso Divito intervista Fabio D’Imperio Il presidente della Associazione di Promozione Sociale “AmbientiAmo Cerignola” intervistato da Alfonso Divito. Temi della puntata discariche abusive, differenziata, economia lineare, economia circolare, Centro Comunale rifiuti, Isole Ecologiche
Discariche abusive e basso livello di civiltà Discariche abusive e basso livello di civiltà Preoccupante presenza di discariche abusive alla periferia della città, basso livello di civiltà dei consumatori di generi alimentari, mancanza di comunicazione e controlli
Ciclo dei rifiuti: "Come cittadini e come associazione diciamo la nostra" Ciclo dei rifiuti: "Come cittadini e come associazione diciamo la nostra" Nota stampa dell' Associazione Ambientiamo Cerignola
Da febbraio parte lo screening mammografico gratuito per le donne in età a rischio Da febbraio parte lo screening mammografico gratuito per le donne in età a rischio La raccolta firme portata avanti dall'associazione AmbientiAmo Cerignola ha portato a questo risultato significativo
Raccolta differenziata. Quali attività sono in previsione? Raccolta differenziata. Quali attività sono in previsione? Ambientiamo Cerignola e Cittadinanzattiva auspicano una nuova seduta della Commissione Ambiente e Sanità.
AmbientiAmo, richiesta all'Arpa l'installazione di centraline monitoraggio aria AmbientiAmo, richiesta all'Arpa l'installazione di centraline monitoraggio aria L'associazione ambientalista interviene dopo le recenti forti preoccupazioni sulla salubrità dell'aria
Inaugurazione Salotto AmbientiAmo, Metta: "Ringrazio ancora AmbientiAmo, cittadini / operai e operosi" Inaugurazione Salotto AmbientiAmo, Metta: "Ringrazio ancora AmbientiAmo, cittadini / operai e operosi" "Al lavoro ……. Senza tregua, per cambiare Cerignola"
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.