Daniela Tattoli durante un evento (repertorio). <span>Foto Biblyos (facebook)</span>
Daniela Tattoli durante un evento (repertorio). Foto Biblyos (facebook)

Biblyos, a Cerignola la passione per i libri diventa lavoro

Daniela Tattoli è riuscita a realizzare il sogno di trasformare il suo amore per la lettura in un'attività lavorativa

Daniela Tattoli è la libraia titolare di Biblyos – La bottega della cultura, la prima libreria aperta a Cerignola. Fra gli eventi organizzati per il "Maggio dei libri", questa sera alle 19.00 in libreria ci sarà la presentazione del libro "Non ho mai fatto male a nessuno" scritto da Alfonso Santamaria edito da Pav Edizioni e a cura della stessa libraia. Daniela vive il suo lavoro con entusiasmo e passione tanto da riuscire ad aprire una libreria a Cerignola, città che fino a qualche anno fa ne era sprovvista. Fra qualche difficoltà e tante idee, Biblyos è cresciuta fino a diventare nel tempo un punto di riferimento per tutti i lettori di Cerignola.

Daniela, come è nata l'idea di aprire la libreria?
"L'idea è nata dalla passione che ho sempre nutrito per i libri e dall'esigenza di avere una libreria nella mia città. Molti lettori, come me, erano costretti a spostarsi per comprare un libro. In quegli anni le librerie più vicine erano a Foggia. All'epoca gestivo un'altra attività, avevo una copisteria che poi ho deciso di integrare con una sezione dedicata ai libri. Pian piano questa sezione è cresciuta fino a diventare il mio business principale. Verso gennaio del 2018 è nata Biblyos, una libreria che ha come obiettivo principale quello di distinguersi dalle librerie di catena perché qui si può dialogare con il libraio. Io faccio tutto il possibile per soddisfare le esigenze del cliente e confrontarmi con lui. Inoltre, mi piace organizzare eventi con i quali aiuto gli autori locali a farsi conoscere."

È stato difficile portare a termine il suo progetto? Ha potuto contare su qualche aiuto?
"Non è stato particolarmente difficile perché quando ho aperto l'attività non c'erano altre librerie a Cerignola. Ho avuto la fortuna di ricevere molti consigli e complimenti. Ho avuto difficoltà come molti altri soprattutto durante la pandemia da Covid-19 e anche perché questo è un lavoro che nessuno mi ha insegnato a fare e che sto imparando con l'esperienza. Faccio molta attenzione a rendere la libreria un posto aperto a tutti, che accolga sia gli amici che ogni tipo di cliente. La passione e la voglia di svolgere un lavoro che mi piace mi hanno spinta a dare vita alla libreria. È un lavoro che non mi pesa, che mi spinge a migliorare e ad apprendere dall'ambiente che mi circonda. Ho potuto conoscere tanti autori e lettori con cui confrontarmi. La libreria è un luogo sano e spero tanto che resti tale."

Ci sono delle idee che le piacerebbe sviluppare in futuro?
"Ho creato una linea di gadget che comprende taccuini, quaderni, poster e tanti altri oggetti. Ho tante idee in cantiere e vorrei estendere il brand di Biblyos in modo tale da soddisfare tutte le richieste dei clienti. Vorrei anche fare dei cambiamenti al locale in modo da renderlo il posto che avevo immaginato che fosse prima di aprire la libreria. Ho aggiunto una sala studio per dare i ragazzi un posto tranquillo dove studiare. L'idea è nata durante la pandemia, ma ho deciso di continuare a tenere aperta la sala studio perché ha riscontrato molto successo. Mi piacerebbe creare più incontri e avere più interazioni con gli studenti e le scuole, così da avvicinare i giovani alla lettura. Ho tantissime idee, devo solo decidere in quale ordine metterle in pratica. È in questa libreria che ho deciso di investire il mio futuro."
  • Cultura
  • Maggio dei libri
Altri contenuti a tema
Gianni Rinaldi e le storie dei bambini che lasciarono il Sud Gianni Rinaldi e le storie dei bambini che lasciarono il Sud Lo scrittore cerignolano ha presentato il libro "C’ero anch’io su quel treno" durante la Pastasciutta Antifascista del laboratorio di legalità Francesco Marcone
Dolcenera in Concerto per la Festa patronale di Zapponeta Dolcenera in Concerto per la Festa patronale di Zapponeta La cantante si esibirà in occasione della solennità della Madonna della Misericordia, il 13 Settembre
CinemArt: un omaggio alle terre sequestrate alla mafia CinemArt: un omaggio alle terre sequestrate alla mafia Emozioni in scena in un teatro speciale
Giovanni Rinaldi vince il Premio Nazionale Benedetto Croce per la Letteratura giornalistica Giovanni Rinaldi vince il Premio Nazionale Benedetto Croce per la Letteratura giornalistica Il ricercatore, originario di Cerignola, ha emozionato la Giuria con il suo libro “C’ero anch’io su quel treno”
Valentina Vurchio sale sul podio al concorso per San Rocco Valentina Vurchio sale sul podio al concorso per San Rocco La pittrice cerignolana si classifica terza con il suo dipinto San Rocco e l'angelo
Silvia, la studentessa del liceo scientifico di Cerignola che scrive in inglese Silvia, la studentessa del liceo scientifico di Cerignola che scrive in inglese La futura maturanda ha vinto il concorso di scrittura creativa indetto dalla John Cabot University
L’arte di Valentina Vurchio al concorso nazionale di pittura sacra L’arte di Valentina Vurchio al concorso nazionale di pittura sacra L’ultima creazione della pittrice cerignolana è dedicata a San Rocco
Presso Biblyos a Cerignola al via una rassegna di presentazioni letterarie Presso Biblyos a Cerignola al via una rassegna di presentazioni letterarie Il primo ospite è Alfonso Santamaria con il suo romanzo sugli effetti positivi del dolore
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.