Giuseppe Conte a Cerignola con i ragazzi dell'ITET Dante Alighieri. <span>Foto ITET Dante Alighieri</span>
Giuseppe Conte a Cerignola con i ragazzi dell'ITET Dante Alighieri. Foto ITET Dante Alighieri
Attualità

Giuseppe Conte a Cerignola per promuovere il progetto Legalitour

Il presidente del consiglio foggiano in visita nella sua terra afferma la linea dura contro immigrazione, mafia e Covid

Giuseppe Conte, la ministra dell'istruzione 5 stelle Lucia Azzolina e il senatore, anch'egli pentastellato, Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, hanno fatto visita oggi al Liceo Classico "Zingarelli – Sacro Cuore" di Cerignola nell'ambito della promozione del progetto Legalitour, per sensibilizzare i più giovani a combattere e contrastare le mafie. Nell'auditorium "Teodato Labia" dell'istituto, il premier ha incontrato studenti e docenti prima di visitare il bene "Terra Aut", confiscato alla mafia e gestito dalla Cooperativa Sociale "AltreEco".

Prima dell'incontro il premier si è intrattenuto con i giornalisti rispondendo a qualche domanda su temi attuali. Conte non ha usato giri di parole per confermare l'atteggiamento intransigente del governo nei confronti di temi scottanti come quello dell'emergenza Covid-19, purtroppo ancora molto attuale, la doppia preferenza di genere in Puglia, la mafia e l'immigrazione clandestina.

«Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare, - ha dichiarato Conte - tanto più in questo momento in cui la comunità nazionale ha fatto tantissimi sacrifici e rischiare che questi risultati siano vanificati da migranti che tentano di sfuggire alla sorveglianza sanitaria, non ce lo possiamo permettere. Dobbiamo contrastare i traffici e contrastare l'incremento degli utili da parte dei gruppi criminali che alimentano questi traffici. Dobbiamo intensificare i rimpatri, siamo in contatto quotidiano con il ministro Di Maio la ministra Lamorgese, il ministro Guerini, la ministra De Micheli, tutti i ministri direttamente coinvolti e stiamo lavorando per evitare che questi traffici possano continuare. Dobbiamo assolutamente rimpatriare, non si entra in Italia in questo modo e soprattutto in questo momento di fase acuta».

Sulla doppia preferenza di genere alle prossime regionali pugliesi, il presidente ha voluto sottolineare l'intervento decisivo del governo.

«Abbiamo fatto un decreto-legge perché venga rispettato un principio, lo abbiamo fatto perché costretti. Abbiamo consentito all'autonomia regionale di provvedere, purtroppo non abbiamo avuto segnali in questo senso anzi, c'è stata un certo punto la chiara dichiarazione di presa d'atto che non c'era la possibilità di arrivare all'affermazione del principio. Lo abbiamo affermato noi con legge nazionale, bisogna rispettare tutti gli elettori pugliesi come tutti gli elettori italiani. D'ora in poi il governo non tollererà più che non ci sia la doppia preferenza là dove sia previsto il voto con espressione di preferenza».

Il presidente originario di Volturara Appula, non poteva esimersi dal commentare la presenza mafiosa nella sua capitanata.

«Io sono un figlio di questa terra, quindi potete immaginare con quale dolore possa vivere il fatto che qui la mafia prosperi e abbia dimostrato di essere particolarmente incisiva, ecco perché è importante una un'iniziativa come quella di oggi. Dobbiamo assolutamente fare il deserto intorno alla mafia, che stiamo contrastando con gli uomini e con tutti gli strumenti a nostra disposizione, è la reazione dello stato. Dobbiamo però anche alimentare la cultura contro la criminalità mafiosa, dobbiamo coinvolgere tutti i giorni in queste iniziative i giovani che sono il seme della speranza che ci consentirà di venire a capo del malaffare mafioso».

Infine, Conte non ci sta ad essere accusato di aver tutelato interessi economici a scapito della salute nell'affrontare l'emergenza coronavirus, e fa appello soprattutto ai giovani a non abbassare la guardia.

«Se c'è una cosa che non ci viene rimproverato è il fatto di aver affrontato l'emergenza del covid-19 mettendo al primo posto la tutela della salute dei cittadini ovviamente non possiamo rimanere indifferenti alla recessione economica che l'Italia, l'Europa e tutto il mondo sta affrontando quindi stiamo contemperando questi interessi ma il primo posto sappiamo cosa c'è, ed è per questo che raccomandiamo, e faremo in modo che siano rispettate quelle minime regole precauzionali. Lo dirò anche i giovani, che dal punto di vista anche statistico solo meno colpiti dalle conseguenze negative della malattia ma possono trasmetterla ai loro genitori e ai loro nonni quindi anche da parte dei giovani occorre un atteggiamento responsabile».
  • mafia
  • I.T.E Dante Alighieri di Cerignola
  • Mafia Foggiana
  • Premier Giuseppe Conte
  • Terra Aut
Meteo Week-End
24 settembre 2020 Meteo Week-End
Altri contenuti a tema
Si ritorna a scuola, «Ci saranno difficoltà e contagi» dice il Premier Conte Si ritorna a scuola, «Ci saranno difficoltà e contagi» dice il Premier Conte Le novità e le linee guida per il rientro in presenza annunciate ion conferenza stampa dal Presidente del Consiglio
Conferenza di presentazione della “Fiera del Libro” XI edizione Conferenza di presentazione della “Fiera del Libro” XI edizione Dal 25 al 27 settembre torna in scena la “Fiera del Libro” Cerignola, sarà una “limited edition” che si terrà all’interno di una eccezionale cornice, quella “RomaTeatroCinema e…”
Discoteche chiuse, la reazione degli imprenditori del settore Discoteche chiuse, la reazione degli imprenditori del settore SILB FIPE: “Osserveremo nei prossimi mesi se, a discoteche chiuse, il “contagio” si fermerà. Per ora chiediamo al Governo AIUTI FATTIVI per le nostre aziende”
A Cerignola gli ambulanti di fiere e feste patronali consegnano un documento al premier Giuseppe Conte A Cerignola gli ambulanti di fiere e feste patronali consegnano un documento al premier Giuseppe Conte “Disperati ma non rassegnati” nasce il gruppo pubblico “f24 – e noi come paghiamo?”
Antimafia sociale, percorsi di legalità, Giuseppe Conte e lo Stato Antimafia sociale, percorsi di legalità, Giuseppe Conte e lo Stato Le sentite parole di Giuseppe Conte nel discorso ai giovani e la presenza dello stesso Stato che, a volte, si comporta diversamente
Il Premier Conte oggi a Cerignola Il Premier Conte oggi a Cerignola Conte: “Sarò a Cerignola per confrontarmi con gli studenti e visitare un bene confiscato alla mafia. È lì che questi ragazzi rafforzano il valore della legalità, si formano e si impegnano per far crescere il territorio”
Il Presidente Giuseppe Conte in visita a "TerraAut" Il Presidente Giuseppe Conte in visita a "TerraAut" Lunedì 3 agosto la tappa sui terreni oggi gestiti dalla cooperativa sociale Altereco nel foggiano
Giuseppe Conte a Cerignola il 3 agosto Giuseppe Conte a Cerignola il 3 agosto Interverrà alla presentazione del progetto “LegaliTour” e farà tappa a a “Terra Aut”, bene confiscato alla mafia gestito dalla cooperativa Sociale “AltreEco”
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.