Ministero dello Sviluppo Economico
Ministero dello Sviluppo Economico

Dal MISE arriva un'opportunità di riqualificazione per i comuni

Con la pubblicazione dei Patti Territoriali da parte del Ministero dello Sviluppo Economico soggetti pubblici e privati potranno presentare progetti relativi a turismo, cultura, imprenditorialità ed ecologia

La deputata pugliese Francesca Galizia, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Politiche Ue alla Camera, annuncia in una nota che pubblichiamo integralmente la pubblicazione del bando per accedere ai finanziamenti dei Patti Territoriali rivolto a soggetti pubblici e privati.

"Oggi il Ministero dello Sviluppo economico ha finalmente pubblicato l'atteso bando per accedere ai finanziamenti dei Patti Territoriali, un'occasione preziosa, per il Sud e non solo, di mettere in rete soggetti pubblici e privati, enti e istituti di credito, per dar vita a progetti pilota in tema di transizione ecologica, autoimprenditorialità, turismo e cultura, riqualificazione delle aree urbane e interne. Un lavoro iniziato con il decreto Crescita, grazie all'allora ministro dello Sviluppo economico Luigi di Maio, e che ho seguito passo dopo passo per ottenere che le risorse messe a disposizione venissero sbloccate".

"Luigi Di Maio ha rimesso in moto con il decreto Crescita questo strumento fermo da ben nove anni – prosegue Galizia – disponendo una notevole semplificazione normativa e stabilendo che le risorse non ancora utilizzate andassero a finanziare nuovi progetti per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale. Ora, dopo il nostro intenso lavoro finalizzato ad arrivare a utilizzare le risorse, i 100 milioni di euro messi a disposizione dal bando del Mise, per un massimo di 10 milioni a progetto, consentiranno a diversi territori di investire e innovare e dunque di avere uno strumento in più per ripartire dopo la crisi".
  • Ministero dello Sviluppo Economico
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.