neonato
neonato
Attualità

Neonato salvato a Stornara, la Vicesindaca di Cerignola Dibisceglia: “Soccorritori e operatori sanitari come angeli”

Un episodio di sanità virtuosa, grazie alla competenza e tempestività di chi ha prestato il primo soccorso

Poteva essere una tragedia, e invece la storia del neonato di Stornara salvato in extremis dai soccorritori del 118 di Cerignola può dirsi a lieto fine. Una donna di 22 anni di Stornara ha chiamato il numero di emergenza 118 preannunciando un "aborto". La prima ambulanza si è subito recata sul posto, presso l'abitazione della donna, ma ha dovuto attendere l'arrivo di un secondo mezzo medicalizzato.

Il bambino è nato proprio all'interno dell'ambulanza, e ora insieme alla mamma è ricoverato presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale "Tatarella" di Cerignola: qui entrambi hanno ricevuto le cure più urgenti e necessarie per fronteggiare la situazione di emergenza. Le loro condizioni di salute sono buone.

"Un plauso ai soccorritori del 118 del nostro territorio e agli operatori dell'Ospedale "G.Tatarella" per l'intervento tempestivo che ha salvato la vita di un neonato, come autentici "angeli".
Il nostro servizio sanitario è un'eccellenza ormai provata da mille difficoltà ma che, quotidianamente, dimostra tutta la sua professionalità, qualità e prontezza nonostante violenze e mancanza di strumenti ed organico. Per questo, il mio grazie e spero quello di tutta la città acquista un valore ancor più forte!".


Questo è il commento della Vicesindaca di Cerignola Maria Dibisceglia, apparso a corredo dell'episodio sul suo profilo social.
  • Ospedale Giuseppe Tatarella Cerignola
Altri contenuti a tema
Nella pediatria di Cerignola arriva una fiammante ludo-barella Nella pediatria di Cerignola arriva una fiammante ludo-barella Donata dall’Associazione S.O.S. Sorriso, è stata benedetta da mons. Ciollaro
«Se chiami qualcuno vi ammazzo», aggressione a due medici al “Tatarella” «Se chiami qualcuno vi ammazzo», aggressione a due medici al “Tatarella” Futili motivi e un fraintendimento dietro minacce e vie di fatto fisiche
Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di rianimazione del "Tatarella" Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di rianimazione del "Tatarella" La nota del sindaco Bonito dopo l'incontro con Nigri. Il reparto sarà chiuso limitatamente al periodo necessario per i lavori
Criticità ospedale “Tatarella", domani il sindaco di Cerignola incontrerà il dg dell'Asl Foggia Criticità ospedale “Tatarella", domani il sindaco di Cerignola incontrerà il dg dell'Asl Foggia Bonito: «Accolta in meno di 24 ore la nostra richiesta, discuteremo di criticità e progetti di sviluppo del nostro nosocomio»
Chiusura terapia intensiva Ospedale Tatarella: AmbientiAmo Cerignola chiede rassicurazioni Chiusura terapia intensiva Ospedale Tatarella: AmbientiAmo Cerignola chiede rassicurazioni Si rincorrono voci sulla probabile chiusura di un reparto fondamentale per il nosocomio
Lo sfogo del consigliere comunale Marcello Moccia: “L’Ospedale Tatarella di Cerignola in decadimento” Lo sfogo del consigliere comunale Marcello Moccia: “L’Ospedale Tatarella di Cerignola in decadimento” Dal 27 Aprile 2023, data in cui si tenne il Consiglio monotematico, la situazione è degenerata
Una guardia giurata in più all’Ospedale Tatarella di Cerignola Una guardia giurata in più all’Ospedale Tatarella di Cerignola E’ una delle misure adottate dalla Asl Foggia per scongiurare la violenza nelle corsie
Al Pronto Soccorso dell’ospedale di Cerignola troppe ore di attesa: le segnalazioni Al Pronto Soccorso dell’ospedale di Cerignola troppe ore di attesa: le segnalazioni Una donna ha aspettato il turno per sei ore, poi ha deciso di tornare a casa
© 2001-2024 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.