cercat
cercat
null

Presso il CERCAT nel quartiere Torricelli si è tenuto il primo incontro del progetto "La gente non è suolo ma semente”

È partito il progetto finanziato dalla Regione Puglia che mira a far crescere ragazzi e ragazze come cittadini più consapevoli del proprio valore umano

Presso il CERCAT (Centro di Esposizione, Ricerca e Consulenza sugli Ausili Tecnici) che si trova nel quartiere periferico ad alto rischio di dispersione scolastica di "Torricelli" a Cerignola, si è tenuto il primo appuntamento del Progetto "La gente non è suolo ma semente". L'iniziativa, finanziata dalla Regione Puglia all'interno del Bando "Bellezza e Legalità per un Puglia libera dalle mafie", ha visto la numerosa partecipazione in presenza di ragazzi e genitori. Il progetto è destinato a ragazze e ragazzi dai 14 ai 18 anni, e si pone l'obiettivo di attivare e aumentare la propria autostima, le proprie capacità e promuovere la consapevolezza di essere un soggetto attivo della comunità in cui si vive, attraverso percorsi artistici e processi di orientamento nella percezione del proprio modello di vita.

«Non è un caso che si parta da questo luogo e da questo quartiere – afferma Pietro Fragasso, presidente della cooperativa Pietra di Scarto e coordinatore dell'attività – per attivare modelli di cambiamento reale, non basta organizzare convegni e seminari, che sono certamente importanti, bisogna tornare a stare tra la gente, confrontarsi, mescolarsi alla vita delle persone, alle loro difficoltà, ai loro limiti. Ma occorre farlo umilmente, sapendo che davanti a noi non c'è "un suolo" da coltivare a piacimento, ma "una semente" che chiede di rompere le proprie barriere e vivere la propria vita, con dignità e speranza».

Il nome del progetto è ispirato a un verso del sociologo Danilo Dolci, poeta, educatore ed esponente del movimento nonviolento italiano. «Attraverso l'arte chiediamo a trenta ragazze e ragazzi di sperimentarsi, confrontarsi col proprio mondo interiore per provare a combattere le distorsioni che minano la nostra visione delle cose e che nel nostro territorio molto hanno a che fare con il pensiero e la cultura mafiosa. «Non resta che immergerci in questa nuova avventura, consapevoli che la comunità di Cerignola sarà certamente al nostro fianco», conclude Fragasso.

A guidare i laboratori per i prossimi dodici mesi saranno artisti, del territorio e non, che hanno fatto della propria attività una costante azione pedagogica e liberatoria: Michela Casiere (scenografa), Lorenzo Tomacelli (illustratore), Elisabetta Sbiroli (marionettista e illustratrice), Filippo Toscani (Street Artist), Pierluigi Bevilacqua (regista e attore), Marianna Longo (libraia) e Giuseppe Valentino (regista) guideranno i partecipanti all'interno dei molteplici e variegati mondi dell'arte.

Il Laboratorio di Legalità "Francesco Marcone", il Cercat e la Libreria "L'Albero dei Fichi", insieme a luoghi simbolo della città, sono le realtà promotrici del progetto che cureranno le varie attività. A sostegno dell'iniziativa c'è anche un nutrito numero di partner capaci di dare qualità e sostegno all'attività: l'Istituto Comprensivo "Don Bosco – Battisti" di Cerignola, la Libreria "L'Albero dei Fichi", la Piccola Compagnia Impertinente, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Ferula Film, Cinemovel Foundation ed Escoop – Cooperativa Sociale Europea.
  • Pietra di scarto
  • cercat
  • Cooperativa Pietra di Scarto
Altri contenuti a tema
Torna "Il Pacco dei banditi": "Pietra di Scarto" per un Natale dalla parte degli ultimi e libero dalle mafie Torna "Il Pacco dei banditi": "Pietra di Scarto" per un Natale dalla parte degli ultimi e libero dalle mafie Tra i primi a riceverlo c'è Don Luigi Ciotti
Cerignola, con il progetto “Rob.in” verso una comunità educante nel quartiere Torricelli Cerignola, con il progetto “Rob.in” verso una comunità educante nel quartiere Torricelli Il 19 novembre l’evento di animazione di comunità promosso grazie al progetto selezionato da Con i Bambini
“Non sono un murales”, al CERCAT di Cerignola un’opera di street art come segno di comunità “Non sono un murales”, al CERCAT di Cerignola un’opera di street art come segno di comunità Sarà inaugurata da ESCOOP il 1 ottobre in occasione della Giornata europea delle fondazioni
Il successo di “Tempo d’estate”, oltre ottanta minori coinvolti in attività contro la povertà educativa Il successo di “Tempo d’estate”, oltre ottanta minori coinvolti in attività contro la povertà educativa Il bilancio del Centro Estivo che per quasi tre mesi ha caratterizzato le giornate dei minori coinvolti nei laboratori è più che positivo
Cerignola, “Tempo d’estate”: sport e socialità contro la povertà educativa minorile Cerignola, “Tempo d’estate”: sport e socialità contro la povertà educativa minorile Il 17 settembre la chiusura dell’evento che ha coinvolto oltre ottanta ragazzi nell’ambito dell’iniziativa selezionata da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
"Pro.vi e Dopo di noi" al via il nuovo avviso "Pro.vi e Dopo di noi" al via il nuovo avviso L’Avviso permette di costruire un Progetto di Vita indipendente consentendo l'acquisto di ausili domotici e informatici
Al Cercat con skate, pattinaggio artistico, calcio e ballo Al Cercat con skate, pattinaggio artistico, calcio e ballo Al CERCAT le attività rivolte ai minori in povertà educativa nell’ambito dell’iniziativa selezionata da Con i Bambini
Al CERCAT di Cerignola per i più piccoli è "Tempo d'estate" Al CERCAT di Cerignola per i più piccoli è "Tempo d'estate" Da Luglio a Settembre presso la struttura del quartiere Torricelli si svolgeranno le attività ludiche per contrastare la povertà educativa
© 2001-2021 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.