alessio esposito. <span>Foto Sara Angiolino</span>
alessio esposito. Foto Sara Angiolino
Calcio

Audace Cerignola, Alessio Esposito: "Nardò sfida difficile, ma se continuiamo così dicembre può essere il mese del sorpasso"

Il mediano campano dell'Audace Cerignola, in esclusiva ai nostri microfoni, parla del mese che attende i gialloblù

Alessio Esposito, mediano partenopeo classe '94 ex Fidelis Andria, da subito entrato nel cuore dei tifosi gialloblù per la sua grande intraprendenza nella zona nevralgica del campo è sicuramente una delle individualità di assoluto livello all'interno dello scacchiere a disposizione di mister Bitetto. Un giocatore che unisce coerenza, dedizione, umiltà, passione, determinazione e forza di volontà al servizio della compagine del presidente Grieco, adesso in piena rincorsa alla vetta occupata dalla rivelazione Picerno. Sarà un mese, quello di dicembre, dove l'Audace si giocherà ottime chances di sorpasso al comando: Nardò, Granata e lo scontro diretto di Picerno diranno tantissimo sulle velleità di primato del collettivo gialloblù. A raccontarci tutte queste sensazioni, in esclusiva alla nostra testata, è proprio il centrocampista partenopeo, soprannominato "Taz" come il diavoletto della Tasmania dei Looney Tunes, che ha così risposto alle nostre domande.

- Ciao Alessio, finalmente questo Cerignola ha trovato la giusta quadratura. Adesso il Picerno dista solo due punti. Contro il Nardò avrete la prova di maturità definitiva.

"Finalmente abbiamo trovato la quadratura giusta dopo un periodo altalenante, dobbiamo assolutamente continuare su questa strada. Col Nardò sarà una sfida ostica, ma che se supereremo innalzerà ulteriormente la nostra autostima".

- Dopo l'esperienza ad Andria, cosa ti ha spinto a scegliere la serie D e, più in particolare, il Cerignola?

"La serie D l'ho scelta solo e soltanto per il Cerignola, ho avvertito la stessa voglia di vincere che ho io. E' una piazza importante e faremo di tutto per non deludere le aspettative. Dopo alcune proposte in C, ho rivalutato l'offerta iniziale del Cerignola e oggi, senza dubbio, dico di aver fatto la scelta giusta".

- Voi di certo non siete una sorpresa lì nei piani alti della classifica, ma ti aspettavi un Picerno così?

"Non mi aspettavo il Picerno, ma comunque un altro paio di candidate alla vittoria finale ci sono di sicuro. Siamo a dicembre e il campionato è lunghissimo, noi ci crediamo fortemente e sappiamo di poter vincere il campionato".


- Adesso avrete un trittico importante di partite (Nardò, Granata, Picerno): può essere il mese decisivo per il sorpasso?

Se faremo quello che sappiamo fare, può essere il mese del sorpasso. Ma anche se non lo sarà non dobbiamo preoccuparci, ciò che conta sarà essere primi all'ultima di campionato".


- Arrivi da una piazza molto calda come quella di Andria. Ti aspettavi altrettanto calore anche a Cerignola?

"Non mi aspettavo una piazza così calorosa e sono contento di questo, un ambiente così non fa altro che stimolarci a dare sempre di più, partita dopo partita".


- Infine, come va il rapporto con compagni? Di coloro che non conoscevi chi ti ha più impressionato?

"
Mi trovo benissimo col gruppo. Tutti bravissimi ragazzi che danno sempre il massimo, sia in allenamento che in partita. Mimmo Di Cecco mi ha impressionato per la sua dedizione a lavoro e l'umiltà. Più di 200 partite in B, dobbiamo prendere tutti esempio da lui".
  • Audace Cerignola
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Rino Pezzano sulla dipartita di Antonio Lapollo Rino Pezzano sulla dipartita di Antonio Lapollo Le condoglianze del vicesindaco di Cerignola, Rino Pezzano, per la dipartita di Tonino Lapollo
Aggressione al Tatarella: la ASL si costituirà parte civile Aggressione al Tatarella: la ASL si costituirà parte civile Aggressione al dott. Tarantino: solidarietà della Dir. Generale Piazzolla: “La ASL si costituirà parte civile”
Tentò di rubare un generatore, arrestato un cerignolano Tentò di rubare un generatore, arrestato un cerignolano Lo scorso Dicembre aveva tentato di rubare un generatore elettrico dal cantiere della galleria “Monte Saraceno” sulla litoranea del Gargano
Oggi Cerignola è triste, ci lascia Antonio Lapollo Oggi Cerignola è triste, ci lascia Antonio Lapollo Ci lascia l’amico fraterno, il motivatore, l’incoraggiatore, il paciere, il conciliatore ma non ci lascerà mail il suo ricordo e il suo operato
Sindaco Metta: Voglio scuole nuove, a me piace così Sindaco Metta: Voglio scuole nuove, a me piace così Demolizione e ricostruzione della Scuola Elementare “Di Vittorio”, a settembre iniziano i lavori. Chi si “scanta” voti per quelli di prima
Un’Audace poco audace Un’Audace poco audace Con un’estate passata tra ricorsi, appelli e la squadra non ancora definita, l'Audace Cerignola rischia di arrivare impreparata all’inizio della stagione
Scuola, Uil: «Non esiste il vincolo quinquennale su sostegno per le immissioni in ruolo su posto comune» Scuola, Uil: «Non esiste il vincolo quinquennale su sostegno per le immissioni in ruolo su posto comune» Errore di valutazione dell'Usr Puglia, al via i ricorsi
San Giovanni Rotondo: apre la nuova sede distrettuale San Giovanni Rotondo: apre la nuova sede distrettuale Attività temporaneamente sospese da lunedì 26 agosto a lunedì 2 settembre per le operazioni di trasferimento dei servizi
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.