Audace Cerignola. <span>Foto Vito Monopoli</span>
Audace Cerignola. Foto Vito Monopoli
Calcio

Audace Cerignola frenata dalla Turris

La squadra giallo-azzurra perde 2-1 a Torre del Greco

Partita dai tanti episodi e contraddistinta da uno sviluppo che poteva prendere anche una piega diversa se analizzata sugli step della partita che si sono verificati. L'inizio di gara frizzante del Cerignola nei primi minuti ha reso l'idea che la squadra di Pazienza potesse prendere subito il sopravvento, prima ancora che i padroni di casa prendessero confidenza in fase offensiva. Forse, è tutto qui lo snodo di una sconfitta maturata senza nulla togliere all'avversario, che ha sfruttato al massimo i momenti favorevoli della gara.


Pazienza conferma il 3-5-2 con Malcore e Achik di punta, Fontana controbatte allo stesso modo con il tandem Maniero-Leonetti in attacco. I primi 10 minuti di gioco sono proprio quelli spartiacque: il Cerignola è aggressivo, tecnico e ben collaudato e arriva facilmente verso la porta avversaria. Dopo 40 secondi di gioco arriva la solita pennellata di Russo con un cross millimetrico per Tascone che ben appostato schiaccia sul palo difeso dal portiere Fasolino, che sventa, nel proseguo della stessa azione ci prova anche Achik ma è ancora bravo il portiere di casa ad opporsi. Intorno al 10° minuto la Turris reagisce e sfrutta al massimo la prima occasione che gli capita. L'Audace perde le misure sulla contrapposizione, il cross che spiove troppo facilmente sulla testa di Leonetti permette all'attaccante di avvitarsi e girare il pallone alle spalle di Saracco. La squadra "corallina" sblocca la partita e si porta in vantaggio per 1-0. Al 12° minuto il Cerignola si vede annullare un gol, è ancora Russo a servire Tascone che segna anche lui un gran gol in avvitamento di testa, per il guardalinee, è fuorigioco. Il gol del pareggio arriva al 24° minuto: lancio lungo linea di Ligi per Achik che scatta e vince il duello corpo a corpo con Boccia, si accentra e lascia partire un gran tiro che Fasolino questa volta raccoglie in rete. 1-1, gol bello per preparazione ed esecuzione, è il sesto gol in campionato per il talento marocchino. Riequilibrato il risultato, il Cerignola si assesta tatticamente per una decina di minuti dietro la linea della palla nell'attesa di sfruttare qualche ripartenza. La squadra campana alza il ritmo e riesce a riportarsi in vantaggio al 34° con il suo uomo di maggior spicco e personalità, ci pensa Maniero che scatta sul filo del fuorigioco e imbuca con freddezza con l'interno del piede destro l'angolo più lontano alle spalle di Saracco, 2-1 la Turris è nuovamente in vantaggio. Il primo tempo si chiude con un altro gol annullato, la girata di testa in rete di Zampa per la Turris trova il fischio dell'arbitro che ha ravvisato un fallo a centro area a favore del Cerignola.


Il secondo tempo ricomincia e si sviluppa con l'Audace vogliosa di rimediare al risultato di svantaggio: grande l'occasione che capita a Capomaggio al 53°, la deviazione d'istinto sfiora il palo e sfila a lato. Di contro la Turris cerca di capitalizzare il risultato. Al 60° arrivano le prime due mosse dalla panchina di Pazienza, entra Righetti per Coccia. La manovra con l'ingresso di Righetti trova sbocchi più avvolgenti a sinistra, intanto Russo si e spostato a destra. 67° Malcore ci prova da fuori area ,Fasolino devia in angolo con difficoltà. Doppio cambio al 70° per il Cerignola, dentro: Sainz Maza e Montini al posto di Zak Ruggiero e Blondett. Aumenta il peso offensivo con Montini che affianca Malcore e Achik che scala a destra, Russo diventa braccetto di difesa. 72° minuto grandi proteste della Turris, Zampa viene atterrato sulla linea dell'area di rigore, l'arbitro in un primo momento sembra concedere il calcio di rigore (che onestamente sembra netto), Frascaro decide per la punizione fuori area. 85° minuto ultimo slot di sostituzioni per Pazienza, dentro: Botta e D'Andrea al posto di Langella e Malcore per provare il tutto per tutto per agguantare il pareggio. L'impatto di Botta nella partita è vivace, scambia, lotta e dà quel pizzico di imprevedibilità negli inserimenti che quasi lo porta al gol, è sfortunato al 90° nel batti e ribatti sotto porta, la deviazione casuale di un difensore gli sposta di quel tanto il pallone che stava per impattare in rete. Nella stessa azione si consuma l'ennesimo episodio in area: un difensore della Turris frana su D'Andrea e lo sotterra completamente, anche in questo caso il rigore sembra netto, l'arbitro lascia correre e concede 5 minuti di recupero, quanto basta per la splendida azione confezionata da: Tascone, Botta e Righetti, quest'ultimo sfodera un cross "pazzesco" per la testa di Montini, che come un "condor" spedisce in rete al 92° il gol del pareggio, il guardalinee, è ancora in vena di alzare la bandierina e soffoca la gioia del Cerignola, che deve arrendersi anche al triplice fischio finale. La Turris respira in fondo alla classifica e frena l'andamento positivo del Cerignola che durava da 5 turni consecutivi Andamento e piazzamento in classifica che nel complesso della stagione è di altissimo livello.

Domenica prossima al "Monterisi" arriverà la Virtus Francavilla per la 32^ giornata di campionato.


Il tabellino.

Turris-Audace Cerignola 2-1

Marcatori: 10° Leonetti (T), 24° Achik (AC), 34° Maniero (T)

Turris (3-5-2): Fasolino, Boccia (86° Di Nunzio), Miceli, Frascatore, Vitiello (59° Haoudi), Zampa, Franco (86° Acquadro), Contessa, Giannone (59° Rizzo), Leonetti, Maniero (80° Longo).
A disposizione: Antolini, Perina, Taugourdeau, Acquadro, Haoudi, Rizzo, Di Nunzio, Maldonado, D'Alessandro, Finardi, Guida, Schirò, Longo.
Allenatore: Gaetano Fontana.

Audace Cerignola (3-5-2): Saracco, Ligi, Blondett (70° Montini), Capomaggio, Russo, Coccia (60° Righetti), Tascone, Langella (85° Botta), Ruggiero (70° Sainz-Maza), Achik, Malcore (85° D'Andrea). A disposizione: Fares, Trezza, Olivera, Bianco, Allegrini, Inguscio, D'Ausilio, Montini, Mengani, Botta, D'Andrra, Sainz-Maza, Samele, Righetti, Giofrè.
Allenatore: Michele Pazienza.

Arbitro: Emanuele Frascaro di Firenze.

Assistenti: Khaled Bahri di Sassari e Federico Votta di Moliterno.

Quarto ufficiale di gara: Mattia Ubaldi di Roma l.

Ammoniti: 21° Blondett (AC), 4° Langella (AC), 46° Ligi (AC), 73° Leonetti (T), 73° Fontana (T). 75° Capomaggio (AC), 87° Acquadro (T)
  • Audace Cerignola
  • Calcio
Altri contenuti a tema
Audace Cerignola, ufficiale: Miguel Angel Sainz Maza ha rinnovato fino al 2026 Audace Cerignola, ufficiale: Miguel Angel Sainz Maza ha rinnovato fino al 2026 Il centrocampista spagnolo classe 1993 vestirà ancora la maglia gialloblù
Ivan Tisci rivela ad un’emittente radiofonica: “Mi piacerebbe allenare il Pescara, a Cerignola esperienza positiva” Ivan Tisci rivela ad un’emittente radiofonica: “Mi piacerebbe allenare il Pescara, a Cerignola esperienza positiva” L’ex tecnico dell’Audace, esonerato ad Aprile scorso, si dichiara soddisfatto e guarda avanti
Audace Cerignola al secondo turno dei Play Off, i tifosi si stringono attorno alla squadra Audace Cerignola al secondo turno dei Play Off, i tifosi si stringono attorno alla squadra Secondo alcuni “a Caserta servirà un’impresa”: i gialloblù devono vincere per forza
Audace Cerignola: un pareggio dal gusto vincente Audace Cerignola: un pareggio dal gusto vincente Il Cerignola pareggia con il Giugliano e stacca il pass per il secondo turno dei play-off
Memorial Matteo Faccenda all’Oratorio Salesiano “Cristo Re” a Cerignola Memorial Matteo Faccenda all’Oratorio Salesiano “Cristo Re” a Cerignola L’evento sportivo per omaggiare l’allenatore e talent scout Faccenda si svolgerà domenica 12 Maggio
Audace Cerignola: il derby, la festa, i cori romantici dei tifosi Audace Cerignola: il derby, la festa, i cori romantici dei tifosi “Amarsi ancora”: l’inno di amore della Curva Sud dopo la vittoria allo Zaccheria
Nel derby l’ex Foggia Dardan Vuthaj torna allo Zaccheria con la maglia dell'Audace Cerignola Nel derby l’ex Foggia Dardan Vuthaj torna allo Zaccheria con la maglia dell'Audace Cerignola L’attaccante albanese, che ora sta vivendo un ottimo periodo, non aveva brillato a Foggia
La società Audace Cerignola ha ricordato Saverio Spicciariello al Monterisi La società Audace Cerignola ha ricordato Saverio Spicciariello al Monterisi Il tifoso 78enne, da sempre fedele alla squadra, è scomparso l’8 Aprile scorso
© 2001-2024 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.