Audace Cerignola
Audace Cerignola
Calcio

Audace per un salto nella storia

Nel derbissimo dello Zaccheria contro il Foggia per continuare la ricorsa

La tanta attesa che ha accompagnato tutta la Cerignola calcistica (e non solo) al derby contro il Foggia sta per terminare. Manca ormai poco al calcio d'inizio, ore 14:30, della partitissima Foggia-Audace Cerignola.

Le squadra ci arrivano con umori opposti. È un Cerignola in forma e in salute quello che domani si presenterà allo Zaccheria. I gialloblù sono carichi e determinati dopo il tanto scoppiettante quanto bello 4-1 di domenica scorsa contro il Brindisi (conquistato in inferiorità numerica per più di un ora). La truppa di mister Feola dimostra domenica dopo domenica la sua forza sul campo. I meccanismi di gioco sono ben definiti, il modulo è quello che più sposa le caratteristiche tecniche dei giocatori a disposizione dell'allenatore e allora gli undici risultati utili consecutivi diventano una normale e piacevole conseguenza. Domani a Foggia si respirerà aria di big match: una partitissima storica che si presenta da se oltre che ad essere il primo crocevia importante della stagione. Quella contro i rossoneri sarà la prima di quattro partite ravvicinate (a seguire ci saranno Nardó, Bitonto e Sorrento) che chiarificheranno definitivamente le ambizioni degli ofantini. Mister Feola è pronto a sfoggiare un Cerignola con il suo abito migliore: 4-2-3-1 con tutti gli effettivi recuperati ( a parte ovviamente Siku, per lui stagione finita). Rosania e De Cristofaro ritornano al proprio posto dopo la squalifica. Con loro formazione tipo, con l'ex Coletti a dirigere l'orchestra. Marotta (in leggero vantaggio su Loioidice), Longo e Sansone (finalmente in gol domenica scorsa) agiranno alle spalle del bomber Rodriguez (11 centri nelle 14 partite giocate).

Non inganni però un Foggia decimato dalle squalifiche. I rossoneri infatti, senza il proprio allenatore Ninni Corda in panchina (quattro giornate di squalifica per lui), dovranno fare a meno del portiere Fumagalli, dei due difensori Anelli e Salines, del centrocampista Cittadino e dell'attaccante Tesesco oltre che all'infortunato Kourfalidis. Inoltre, la squadra ha conquistato solo cinque punti nelle quattro uscite di questo 2020 e arrivano dalla sconfitta per 2-0 di Gravina. Il derby contro il Cerignola può però rappresentare la partita più stimolante per riprendere la corsa: sia per l'avversario, sia perché si gioca davanti ai tanti tifosi dello Zaccheria. Foggia che potrebbe schierarsi con il solito 3-5-2: Viscomi proverà a recuperare in extremis. Occhio ai due neo attaccanti, arrivati dai Pro a gennaio, Allegretti e El Ouazni.

Servirà una super Audace per entrare di diritto nella storia. Spinti da più di 300 sostenitori al seguito (polverizzati in poche ore i biglietti messi a disposizione per il settore ospite), Coletti e compagni sono pronti a farlo.
  • Audace Cerignola
  • Foggia
  • calcio
  • serie D
  • derby
Altri contenuti a tema
Lega Nazionale Dilettanti, le proposte per i verdetti: ora palla alla FIGC Lega Nazionale Dilettanti, le proposte per i verdetti: ora palla alla FIGC Per la Serie D cristallizzazione delle classifiche e promozione in C per tutte le prime classificate
La serie C dovrà tornare in campo La serie C dovrà tornare in campo Confermato lo stop a tutti i tornei dilettantistici
Consiglio federale, si va verso la sospensione della Serie D Consiglio federale, si va verso la sospensione della Serie D Venerdì 22 il direttivo della Lnd potrebbe sancire la promozione del Bitonto
Mercoledì 20 maggio si riunirà il Consiglio Federale della FIGC Mercoledì 20 maggio si riunirà il Consiglio Federale della FIGC Fissata la data del Consiglio che deciderà le sorti dei campionati italiani di calcio
Serie D, promosse le prime e nessuna retrocessione in Eccellenza? Serie D, promosse le prime e nessuna retrocessione in Eccellenza? Quella che sembrava solo una delle tante ipotesi ora sta diventando l'unica strada percorribile
Serie D, Sibilia: «Quasi impossibile riprendere i campionati» Serie D, Sibilia: «Quasi impossibile riprendere i campionati» Segnali di resa anche da parte del presidente della LND Cosimo Sibilia
Audace Cerignola, Sansone: «L'Audace una società tra le più solide in Italia, merita il professionismo» Audace Cerignola, Sansone: «L'Audace una società tra le più solide in Italia, merita il professionismo» «Cerignola, per quello che ha subito lo scorso anno, meriterebbe a prescindere la serie C»
20 squadre di D potrebbero accedere in C 20 squadre di D potrebbero accedere in C Se le indiscrezioni di Sportitalia dovessero trasformarsi in realtà allora per l’Audace Cerignola si potrebbe aprire una nuova, ampia, allettante strada, quella della serie C
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.