n
n
Basket

L'Udas Basket cade ancora, al PalaCastrum di Giulianova è 71-61 per i locali

Udas in emergenza non riesce a contenere i padroni di casa che vincono meritatamente

Seconda sconfitta consecutiva del nuovo anno per i cannibali dell'Udas che, nella sfida di Giulianova, non riescono ad uscire con i due punti in saccoccia in virtù del roster rimaneggiato e contro una Etomilu Giulianova che non vinceva tra le mura amiche da ben tre mesi, lanciata dai vari Banchi e Bastone, letteralmente in serata di grazia sia nelle sortite offensive che in quelle difensive. I ragazzi di coach Marinelli offrono, nonostante tuttto, una prova generosa, ma nulla possono contro la necessità di un tiratore scelto e le scarse rotazioni del roster, troppo pochi gli uomini a disposizione del coach ofantino per cercare di strappare i due punti ai giallorossi. La sfida di Recanati, adesso, diventa uno snodo cruciale della stagione udassina.


Eppure, l'inizio di primo quarto, aveva lasciato ben sperare tutti i tifosi udassini collegati via streaming dalla città ofantina: 0-6 di parziale per i cannibali che grazie a Kushchev, Marchetti e Tredici fanno esultare anche la piccola rappresentanza dei supporters biancazzurri, arrivati a Giulianova per sostenere le sorti del sodalizio cerignolano. L'inizio di gara è nel segno dell'equilibrio, con i padroni di casa che rispondono colpo su colpo grazie al duo Banchi-Bastone, molto bravi a crearsi gli spazi nella retroguardia udassina che, però, grazie a delle ottime trame offensive restano in scia dei giallorossi al termine del primo quarto: 19-16 per i locali di coach Tisato.


Partenza di secondo periodo che sorride ai giuliesi. Alcune sortite di Nicola Bastone, nei primi minuti della seconda frazione, manda i suoi già sul +8 (24-16) nonostante la piccola reazione Udas firmata da Danilo Raicevic: buona la sua tripla e passivo meno amaro. Passano i minuti e l'Etomilu Giulianova macina gioco e non lascia spazio alle offensive dei cannibali che non riescono a trovare riferimenti davanti, facendo allungare il vantaggio dei giallorossi: Gallerini e Di Diomede si esaltano e portano il sodalizio abruzzese sul +10 a metà quarto (33-23). La via del canestro per la ciurma di coach Marinelli, invece, è ben trovata solo nei momenti finali prima della pausa lunga dal duo Gambarota-Kushchev, le distanze scendono a nove lunghezze, all'intervallo lungo è 37-28 per i padroni di casa che hanno il controllo della sfida.


Al rientro dagli spogliatoi cambia ben poco sponda udas: Giulianova si esalta con gli attacchi di Bastone e Criconia (semplicemente chirurgici) e vanno via sul +14 a pochi minuti dal via del terzo periodo. Gli attacchi dei cerignolani vengono dalle mani del solito Sasha Kushchev lasciato, però, spesso e volentieri in solitudine a sbracciare contro la difesa abruzzese. Anche Tredici e Marchetti provano a dare il loro prezioso e storico contributo alla causa biancazzurra, davvero priva di inventiva in queste settimane. Dopo qualche minuto di appannamento, la formazione di casa, riprende a colpire i cannibali con estremo vigore. Ricci e Bastone (sì, sempre lui) vanno a segno per due volte consecutive e mandano in archivio i penultimi dieci minuti sul 55-42, un +13 che sembra un macigno sulla schiena del quintetto ospite.


Il macigno giallorosso continua a farsi sentire anche nell'ultima frazione di gara, quando Giulianova addirittura trova il 57-42. A nulla serve l'attacco alla zona proposto da Cerignola per contrastare il fiume abruzzese, che con Gallerini trova ancora la via del canestro e rispedisce al mittente le intenzioni di rimonta ospite. Passano i minuti e la partita del PalaCastrum ha ancora poco da dire: Giulianova mantiene e, anzi, aumenta il suo vantaggio, portandosi sul 66-52 a poco più di una manciata di minuti dall'epilogo della contesa. Gli ultimi scampoli di gara sono accademici per i locali che fissano il risultato sul 71-61 e portano a casa due punti fondamentali, a tre mesi dall'ultima vittoria casalinga. Per l'Udas è il momento delle riflessioni e del duro lavoro, in vista della seconda trasferta consecutiva, domenica prossima a Recanati.


Tabellini:

Etomilu Giulianova Basket-Udas Basket Città di Cerignola 71-61 (19-16, 18-12, 18-14)


Etomilu Giulianova: Criconia 6, Sofia ne, Ricci 9, Sacripante ne, Bastone 23, Banchi 10, Di Diomede 3, Preti 5, Tomasello 6, Gallerini 9, Bertocchi ne, Zacchigna. All: Tisato


Udas Basket Città di Cerignola: Gambarota 4, Marchetti 14, Ippedico 2, Metta, Tredici 9, Kushchev 12, Sabbatino 15, Grittani, Markus 2, Raicevic 3. All: Luigi Marinelli


Alfonso Divito | Addetto Stampa Udas Basket Città di Cerignola
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.