Riciclo rifiuti
Riciclo rifiuti
Territorio

Comuni ricicloni: per Legambiente la Capitanata c’è, ma può fare di meglio

Sono i comuni piccoli i più rispettosi dell’ambiente

Non ci fa una bella figura la provincia di Foggia, in base ai riconoscimenti assegnati da Legambiente Puglia a quei Comuni pugliesi che si sono distinti per la riduzione del conferimento di rifiuto secco indifferenziato negli impianti dei rifiuti urbani.

A stabilirlo è il XIV Rapporto Comuni Ricicloni, l'analisi annuale che "fotografa" la situazione regionale sulla gestione dei rifiuti e si propone di premiare i Comuni e le amministrazioni più "performanti" in materia di ambiente e riciclo.

Il report è realizzato da Legambiente Puglia con il patrocinio della Regione Puglia – Assessora alla Qualità dell'Ambiente e di ANCI Puglia, con il sostegno di SMP – Sfregola materie plastiche, Amiu Puglia, Progeva Srl, Navita srl, GreenOil Srl, Corgom Srl ed Heracle srl.

Sono per la precisione sette i Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento "Rifiuti Free", per una raccolta differenziata superiore al 65% e lo smaltimento del rifiuto secco annuo inferiore ai 75 kg a persona. Tra questi c'è Volturino, piccolo paese della provincia di Foggia, insieme a Bitritto, Poggiorsini, Avetrana, Monteparano, Montemesola, Fragagnano.

Ci sono poi altri 20 Comuni pugliesi che hanno ricevuto la menzione speciale "Teniamoli d'occhio", in quanto presentano un livello di raccolta differenziata superiore al 65% e uno smaltimento di rifiuto secco annuo compreso fra i 75 e i 100 kg a persona.

Qui, per fortuna, la Capitanata è presente con diversi comuni del Gargano: Carlantino, Rignano Garganico, Carpino, Troia, Motta Montecorvino. A completare la "rosa" dei Comuni virtuosi figurano: Santeramo in Colle, Rutigliano, Noicattaro, Toritto, Palo del Colle, Bitetto, Monteiasi, Cellamare, Putignano, Locorotondo, Minervino Murge, Gioia del Colle, Neviano, Turi, Latiano.

Comunque la Puglia, pur con le sue criticità ancora da risolvere, si conferma come una delle Regioni più virtuose d'Italia: 123 Comuni (dieci in più rispetto all'anno scorso) hanno una raccolta differenziata che supera il 65%, tra cui spiccano in particolare Trani (76,5%) e Barletta (69,3%).

Foggia, pur essendo capoluogo di provincia, si ferma al 28,2% di raccolta differenziata, Cerignola sicuramente è ben lontana anche solo dallo sfiorare il modello virtuoso di economia circolare che il report si prefigge di ottenere a livello regionale.

I dati ci lasciano ben sperare per il futuro, migliorare si può e si deve.
  • Legambiente
Altri contenuti a tema
Goletta Verde: in Puglia 13 su 20 fuorilegge Goletta Verde: in Puglia 13 su 20 fuorilegge Dei quattro prelievi effettuati in provincia di Foggia, due hanno dato un giudizio di "fortemente inquinato"
Guida blu, Puglia al secondo posto tra le regioni Guida blu, Puglia al secondo posto tra le regioni Nessuna località foggiana nella classifica delle 5 vele mare
Comuni Ricicloni: Cerignola e Stornara nella categoria "Gli indifferenti" Comuni Ricicloni: Cerignola e Stornara nella categoria "Gli indifferenti" Raccolta differenziata sotto il 10%. Monito di Legambiente
Cerignola aderisce a “Puliamo il mondo” Cerignola aderisce a “Puliamo il mondo” l’iniziativa di volontariato organizzata ogni anno in Italia da Legambiente
Grande successo al "Puliamo Stornara" 2015 Grande successo al "Puliamo Stornara" 2015 L' iniziativa mondiale di Legambiente di sensibilizzazione sui temi dell'ambiente
Ambiente, report Goletta Verde: "Riscontrate alcune criticità" Ambiente, report Goletta Verde: "Riscontrate alcune criticità" Sotto controllo i depuratori di Cerignola e Ortanova
Ambiente, Puglia prima regione d'Italia per illeciti Ambiente, Puglia prima regione d'Italia per illeciti Rapporto ecomafia di Legambiente presentato ieri a Bari
© 2001-2023 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.