Damiani
Damiani
Attualità

Damiani (FI): «Governo regionale pugliese incapace di vaccinare»

Damiani: «Appena 10 mila al giorno, un dato che colloca la nostra regione all'ultimo posto in Italia Emiliano batte in ritirata affidandosi all'autogestione dei pugliesi»

«La Puglia continua a macinare record negativi - questa la nota del senatore Dario Damiani (FI) - nella gestione dell'emergenza sanitaria grazie al duo sciagura Emiliano-Lopalco. Ultima "perla", la maglia nera nella somministrazione dei vaccini: appena 10 mila al giorno, un dato che colloca la nostra regione all'ultimo posto in Italia. Di questo passo, la campagna vaccinale si concluderà nel 2022, con un anno di ritardo rispetto all'obiettivo nazionale fissato a settembre 2021. La denuncia delle associazioni sindacali dei medici è un atto d'accusa contro la totale incapacità del governo regionale di farsi carico e gestire la situazione. Noi lo dicevamo da mesi e più volte abbiamo chiesto anche l'intervento del ministero affinché avviasse un'indagine sui tragici disservizi sanitari pugliesi, ma senza trovare ascolto. Oggi l'ennesima conferma con i pessimi dati sulle vaccinazioni, lasciate al caos più totale da Emiliano, che evidentemente "regna ma non governa". Per non parlare della gestione della scuola, in cui la Puglia fa "diritto" a sé, andando puntualmente contro la normativa nazionale pur di non assumere una posizione chiara e univoca. Si continua a giocare a scaricabarile sulla pelle dei cittadini, che nelle ultime settimane, nonostante la zona "rosso scuro", subiscono l'impennata dei contagi come mai prima d'ora. Il sistema Puglia è ormai fuori controllo ed Emiliano che fa? Batte la ritirata affidandosi all'autogestione dei pugliesi: è la firma che certifica il suo fallimento di amministratore».
  • forza italia
  • Regione Puglia
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Scuola in Puglia, l'appello dei genitori ad Emiliano: «Ci lasci la libertà di scelta» Scuola in Puglia, l'appello dei genitori ad Emiliano: «Ci lasci la libertà di scelta» Sulla bacheca Facebook del governatore sono tantissimi messaggi da quando il Premier Draghi ha annunciato il rientro in presenza al 100%
Coronavirus,  bollettino epidemiologico del 18 aprile 2021 Coronavirus, bollettino epidemiologico del 18 aprile 2021 Su 10201 test sono risultati positivi 1278 casi di cui 239 in provincia di Foggia
La Protezione Civile cerca personale sanitario per intensificare la campagna vaccinale La Protezione Civile cerca personale sanitario per intensificare la campagna vaccinale Ai volontari che aderiranno sarà garantita copertura assicurativa
Dopo 48 ore di agonia è deceduto Francesco Polidoro Dopo 48 ore di agonia è deceduto Francesco Polidoro Nella nottata del 15 aprile aveva ucciso con un colpo di pistola alla testa, la maglie Anna Petronelli, 81 anni, e si era sparato un colpo alla tempia che è stato fatale
Per spostarsi tra regioni occorre il pass Per spostarsi tra regioni occorre il pass Lo ha annunciato ieri il Premier Draghi. Il pass servirà per andare in zone di colore diverso, per accedere a spettacoli o eventi sportivi
In zona gialla e arancione ristoranti aperti a pranzo e cena, scuola In zona gialla e arancione ristoranti aperti a pranzo e cena, scuola Mario Draghi: «Si può guardare al futuro con un prudente ottimismo e con fiducia. Anticipiamo al 26 aprile l'introduzione della zona gialla»
Campagna vaccinale anti Covid in provincia di Foggia Campagna vaccinale anti Covid in provincia di Foggia Coinvolti i medici di Medicina Generale. Le prime 2748 dosi sono state consegnate ieri mattina, altre 600 nel pomeriggio di ieri
Covid, oggi in Puglia 1.537 casi Covid, oggi in Puglia 1.537 casi La nostra regione ancora in zona rossa
© 2001-2021 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.