Ospedale Tatarella. <span>Foto Vito Monopoli</span>
Ospedale Tatarella. Foto Vito Monopoli
Cronaca

Disposta autopsia per accertare la causa del decesso del bimbo di Cerignola

Intanto in città è partita una raccolta fondi per aiutare la famiglia

Una morte ancora inspiegabile, quella del bambino di otto anni avvenuta venerdì scorso a Cerignola. I genitori hanno richiesto l'autopsia sul corpo: nelle prossime ore sarà possibile capire i motivi di un decesso avvolto nel mistero. Il piccolo Salvatore, che non era andato a scuola quella mattina perché si sentiva poco bene (e aveva accusato anche il giorno prima uno stato di malessere a scuola), potrebbe essere stato colpito da un ictus che non gli ha lasciato scampo.

In città è partita una vera e propria gara di solidarietà tra enti, scuole, associazioni, per aiutare la famiglia del bambino che deve affrontare non solo un dolore troppo grande da sopportare, ma anche alcune spese economiche indifferibili.

Cerignola si dimostra, ancora una volta, una città solidale e generosa. La morte improvvisa di Salvatore, che in tanti conoscevano, ha gettato un'intera città nello sgomento. A scuola, presso l'istituto Carducci-Paolillo che il bambino frequentava, i suoi compagni di classe hanno realizzato cartelloni e striscioni per ricordare il loro piccolo angelo che non c'è più.

  • Famiglia
Altri contenuti a tema
Dalla trisnonna Titina alla neonata Alessandra, cinque generazioni di donne a Cerignola Dalla trisnonna Titina alla neonata Alessandra, cinque generazioni di donne a Cerignola Un piccolo primato per la neonata che potrà contare sull'amore di ben tre nonne, da Titina di 93 anni ad Angela di 49
© 2001-2023 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.