Commissariato di Polizia di Cerignola
Commissariato di Polizia di Cerignola
Cronaca

Femminicidio in via Fabriano, inquirenti a lavoro per ricostruire gli ultimi attimi di vita della vittima

A sparare sarebbe stato suo marito, Angelo Di Meo

Elezioni Regionali 2020
C'è sgomento a Cerignola dopo il tragico fatto di sangue avvenuto nel pomeriggio di ieri, domenica 5 luglio. Un femminicidio che ha sconvolto la città e che ha distrutto una famiglia. Nunzia Compierchio, 41 anni, è stata uccisa all'interno della sua casa di via Fabriano, alla periferia di Cerignola. A spararle sarebbe stato il suo ex marito, Angelo Di Meo di 44 anni. L'uomo, dopo aver sparato contro sua moglie, dalla quale era separato, sarebbe scappato alla casa del padre e qui è stato rintracciato dagli uomini del commissariato di Polizia di Cerignola. È stato sottoposto a fermo per essere interrogato dal pubblico ministero della Procura di Foggia.

I poliziotti e la Procura stanno raccogliendo ogni elemento utile a definire la dinamica del tragico fatto di sangue. Stando ad una prima ricostruzione, nel primo pomeriggio l'uomo si sarebbe presentato a casa della donna e le avrebbe sparato contro alcuni colpi di pistola appena questa ha aperto la porta. Dopo la tragica sparatoria l'uomo sarebbe scappato a casa del padre e qui è stato rintracciato dai poliziotti. Addosso aveva un'arma, probabilmente quella usata per compiere l'efferato crimine.

La pista che gli inquirenti seguono per comprendere il movente del delitto è da individuarsi nei tesi rapporti che intercorrevano tra i due ex coniugi, genitori di tre figli dei quali due minorenni. E, sembrerebbe, che due dei tre figli si trovassero in casa al momento del delitto.
  • omicidio
Altri contenuti a tema
Omicidio a Cerignola Omicidio a Cerignola La vittima è Cataldo Cirulli, contro di lui sparati circa 8 proiettili
Femminicidio a Cerignola, il principale indiziato si avvale della facoltà di non rispondere Femminicidio a Cerignola, il principale indiziato si avvale della facoltà di non rispondere Il marito della vittima, principale indiziato, aveva auto problemi di tossicodipendenza e di salute mentale
Omicidio a Cerignola in via Fabriano Omicidio a Cerignola in via Fabriano Un uomo di 45 anni uccide a colpi di pistola la propria moglie
Giuseppina Pantone non ce l'ha fatta Giuseppina Pantone non ce l'ha fatta Dopo 15 giorni di agonia muore Giuseppina Pantone, sparata alla testa dal marito suicida
Le condizioni di Giuseppina Pantone sono gravi Le condizioni di Giuseppina Pantone sono gravi Omicidio suicidio a Cerignola, tra le due famiglie i rapporti erano ottimi, i carabinieri alla ricerca del movente, Giuseppina lotta tra la vita e la morte
Omicidio suicidio a Cerignola, descrizione dei fatti Omicidio suicidio a Cerignola, descrizione dei fatti Nell’ultimo periodo Francesco Ciuffreda, malato terminale, viveva uno stato depressivo causato dalle proprie condizioni di salute
Omicidio suicidio a Cerignola, i primi aggiornamenti Omicidio suicidio a Cerignola, i primi aggiornamenti Francesco Ciuffreda, 69 anni, è l’uomo che ha prima sparato alla testa la propria moglie, poi una donna rumena ed infine si è tolto la vita
Omicidio suicidio a Cerignola Omicidio suicidio a Cerignola Un uomo spara la propria moglie, poi una donna rumena che ha assistito alla sparatoria ed infine si toglie la vita
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.