La Salandra
La Salandra

Giunta Bonito Cerignola, La Salandra (FDI): esempio di sinistra misogina

L’onorevole ha interrogato il Ministro dell'Interno circa la mancanza della quota di genere

Sulla quota di genere e la sua palese violazione all'interno della Giunta Bonito a Cerignola ha detto la sua anche il Ministero dell'Interno La Salandra (FDI). Ecco qui di seguito il contenuto del suo interno.

"Ho interrogato il Ministro dell'Interno sulla mancanza della quota di genere nella Giunta Bonito, perché sono preoccupato della legittimità degli atti in una città così importante. E a poco è servito sapere dall'oste che il vino è buono». L'on. Giandonato La Salandra annuncia così un'iniziativa parlamentare sul centro ofantino, dopo che il sindaco Francesco Bonito aveva rassicurato tutti con spiegazioni tecniche sull'applicazione della 56/2014.

Il deputato meloniano rincara la dose: "Fdi è stato il primo partito con una leader donna, che oggi guida brillantemente un Governo. Bonito è l'esempio di una sinistra misogina, che predica il rispetto delle donne ma le marginalizza, invoca le pari opportunità ma non le applica. A Cerignola si preferiscono gli equilibri di una maggioranza evidentemente in crisi, al rispetto della legge ed al giusto valore delle donne in un'amministrazione: ecco perché non si riesce a nominare un nuovo assessore".

Fratelli d'Italia continua a tutti i livelli la crociata sul rispetto delle quote di genere. Il capogruppo consiliare Nicola Netti aveva da subito sollevato la questione anche in Consiglio, rivolgendosi invano pure al prefetto. Dalla Regione invece era arrivata una reprimenda per la violazione in atto, su sollecitazione dei coordinatori di Fratelli d'Italia (Gianvito Casarella - Fratelli d'Italia) e Forza Italia (Carlo Dercole).

Eppure, dal 29 aprile (con le dimissioni di Rossella Bruno), la Giunta siede con 5 uomini e 2 donne a cui va aggiunto il sindaco Francesco Bonito: non si garantisce il 40% di quota di genere ed ogni determinazione dell'Esecutivo cittadino potrebbe avere profili di illegittimità, con potenziale annullamento di tutto quanto frattanto deliberato.

Il sindaco da subito aveva espresso parere difforme, anche a suo di pubbliche offese, a chi non era d'accordo. Anzi, si era trincerato dietro la necessaria continuità amministrativa, prendendo tempo sulla nuova nomina assessorile per sostituire la Bruno. Sullo sfondo, la resa dei conti interna ad una maggioranza sempre più in crisi amministrativa e politica.

Se Netti (tra i più attaccati dal sindaco) ha scritto 2 volte al prefetto di Foggia senza alcun esito, in risposta a Casarella e Dercole, dalla Regione la Consigliera di Parità, Lella Ruccia, già il 9 maggio intimava all'Amministrazione di procedere al ripristino delle quota rosa prevista per legge (che ad oggi si attesta al 28%), smentendo, nei fatti, l'impostazione della Pubblica Amministrazione sul tema, precisando che: "Né vale invocare presunte questioni di continuità di azione amministrativa.

Nei giorni scorsi, Netti ha anche presentato istanza di accesso agli atti per sapere se il prefetto abbia scritto (e cosa?) almeno al sindaco, per pronunciarsi sulla vicenda della quota di genere. Sarebbe gravissimo se l'amministrazione restasse ancora sorda di fronte ad una palese violazione che tutti si ostinano a negare, dalla segretaria generale al "maestro di ermeneutica" con la fascia tricolore".
  • Fratelli d'italia
Altri contenuti a tema
Fratelli d’Italia Cerignola, “Duomo beach o non beach”:  il punto di vista di Francesco Ruocco Fratelli d’Italia Cerignola, “Duomo beach o non beach”: il punto di vista di Francesco Ruocco La manifestazione sportiva in Piazza Duomo ha scatenato reazioni e polemiche tra i cittadini
Fratelli d’Italia Cerignola: “Tra nuove tariffe e assenza di dati sulla differenziata, si rischia aumento TARI” Fratelli d’Italia Cerignola: “Tra nuove tariffe e assenza di dati sulla differenziata, si rischia aumento TARI” Nella nota di Massimo Battaglino emergono i dubbi legati alla gestione dei rifiuti nella nostra città
FDI Cerignola: “Bene rinviare i lavori di pedonalizzazione, ora si programmi per bene” FDI Cerignola: “Bene rinviare i lavori di pedonalizzazione, ora si programmi per bene” Gli esponenti del gruppo politico locale esortano l’Amministrazione a stabilire un piano di viabilità
FdI: «Nelle campagne di Cerignola i contadini rischiano la vita su strade dissestate» FdI: «Nelle campagne di Cerignola i contadini rischiano la vita su strade dissestate» La denuncia di Aniello Masciulli, consigliere comunale di Fratelli d’Italia del Comune di San Ferdinando di Puglia
A Cerignola appuntamento con Fratelli d’Italia per parlare di temi che riguardano la città A Cerignola appuntamento con Fratelli d’Italia per parlare di temi che riguardano la città Il gruppo politico ha organizzato un incontro presso il comitato elettorale
Alberi nuovi e forti, ne sono morti circa 70: la nota di Stefano Palladino, FDI Cerignola Alberi nuovi e forti, ne sono morti circa 70: la nota di Stefano Palladino, FDI Cerignola Il gruppo politico locale chiede conto all’amministrazione dell’esito di tali piantumazioni
A Cerignola arriva Michele Picaro, candidato al Parlamento europeo per Fratelli d’Italia A Cerignola arriva Michele Picaro, candidato al Parlamento europeo per Fratelli d’Italia Il consigliere regionale e presidente provinciale FDI terrà un incontro presso il comitato elettorale
Nuovo stadio a Cerignola, troppe domande senza risposta: la nota di Fratelli d’Italia Nuovo stadio a Cerignola, troppe domande senza risposta: la nota di Fratelli d’Italia Stefano Palladino elenca alcuni quesiti a cui l’Amministrazione dovrebbe rispondere
© 2001-2024 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.