Mascagni
Mascagni
Territorio

Il 7 dicembre del 1863 nasceva Pietro Mascagni

Il musicista livornese compose a Cerignola cinque opere, tra cui Cavalleria Rusticana

Ritenuto uno dei più importanti musicisti a cavallo tra il XIX e XX secolo, pur essendo nato e cresciuto a Livorno è così legato alla città di Cerignola da essere considerato un illustre rappresentante di questa terra. Stiamo parlando, ovviamente, di Pietro Mascagni, direttore d'orchestra e compositore, autore di sedici opere, tra cui la celebre Cavalleria Rusticana: oggi ricorre l'anniversario della sua nascita.

Mascagni iniziò a studiare armonia e contrappunto nel 1876, contro la volontà del padre, approfondendo anche gli studi di violino, contrabbasso e alcuni strumenti a fiato. Negli anni immediatamente successivi diede vita alle prime composizioni, maturando la decisione di iscriversi al Conservatorio di Milano. Tuttavia, abbandonò gli studi a causa dell'insofferenza verso la didattica dei suoi docenti, decidendo di unirsi a compagnie d'operetta in qualità di direttore d'orchestra.

Il suo primo contatto con Cerignola risale al 1886, quando vi fece tappa con la compagnia Maresca (che egli dirigeva); l'allora sindaco, il Commendatore Giuseppe Cannone, lo invitò a fermarsi nel centro dauno per dirigere la neonata Filarmonica. A Cerignola, in realtà, Mascagni rimase fino al 1895, stabilendosi in una casa di Via Assunta (strada che ora porta il suo nome). In quegli anni compose ben cinque opere: Cavalleria Rusticana, L'amico Fritz, I Rantzau, Guglielmo Ratcliff e Silvano.

Il successo ottenuto dalla Cavalleria fu immediatamente clamoroso, consegnando a Mascagni una notorietà internazionale. L'opera, in un unico atto, composta su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, sulla base della novella omonima di Giovanni Verga, esponente di spicco del verismo, risente innegabilmente dell'influenza trasmessa al compositore livornese dalla città di Cerignola, nella sua gente, nelle sue strade, nei suoni e nei colori (pur essendo ambientata in Sicilia). Nel Polo Museale Civico di Cerignola è possibile ritrovare alcuni cimeli risalenti al periodo cerignolano di Mascagni, tra cui gli spartiti originali della Cavalleria e una lettera indirizzata a un "caro collega" che cela ancora dei misteri.

Il musicistà lasciò Cerignola per accettare il ruolo di direttore del liceo musicale "Rossini" di Pesaro, portando sempre nel cuore la città ofantina. Negli anni a seguire girò l'Europa e le Americhe come direttore d'orchestra, continuando a comporre altre opere, tra cui l'Iris e Le Maschere, e si dedicò anche alla composizione di musiche per il cinema muto, concludendo la sua carriera come direttore al Teatro Adriano di Roma. Nel 1932 si avvicinò alla politica, iscrivendosi al Partito Nazionale Fascista.

Pietro Mascagni morì il 2 agosto del 1945 nella capitale, lasciando ai posteri un patrimonio compositivo inestimabile. L'Intermezzo della Cavalleria è, indubbiamente, il pezzo più riconoscibile di tutta la sua produzione: basta chiudere gli occhi, mentre lo si ascolta, per immaginare una Cerignola che, probabilmente, non c'è più ma continua a riaffiorare, come un sogno, nelle sue note.
  • Cerignola
  • Cultura
  • musica
Altri contenuti a tema
Orchestra dei fiati online torna a stupirci Orchestra dei fiati online torna a stupirci Un medley estratto dai più famosi capolavori della Walt Disney dedicato a tutti i bambini e i ragazzi che hanno sopportato le privazioni imposte a causa del COVID-19
Tutela e Diritti della categoria (atipica) Lavoratrici e Lavoratori dello spettacolo e della cultura Tutela e Diritti della categoria (atipica) Lavoratrici e Lavoratori dello spettacolo e della cultura “In caso di mancata convocazione urgente di un tavolo entro il 30 maggio preannunciamo la proclamazione di uno stato di agitazione permanente”
Coronavirus, bollettino epidemiologico di Cerignola Coronavirus, bollettino epidemiologico di Cerignola Nessun nuovo caso di positività anche oggi, diminuisce il numero di persone in quarantena
Bollettino epidemiologico a Cerignola Bollettino epidemiologico a Cerignola Nessuna variazione nei dati rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore non si è registrato alcun caso di contagio
La generosità della Ass. cerignolani a Roma e nel mondo “La Cicogna” La generosità della Ass. cerignolani a Roma e nel mondo “La Cicogna” L’associazione cerignolani a Roma e nel mondo “La Cicogna” ha destinato 650 buoni spesa per l’emergenza coronavirus al Gruppo Vincenziano
Bollettino epidemiologico a Cerignola Bollettino epidemiologico a Cerignola Un nuovo caso positivo nelle ultime 24 ore. Il totale dei positivi nel nostro territorio sale a 86. Diminuisce il numero delle persone in quarantena
Bollettino epidemiologico a Cerignola Bollettino epidemiologico a Cerignola Nessuna variazione nei dati rispetto a ieri. Non si è registrato alcun caso di contagio nelle ultime 24 ore
Rossella De Cosmo, editor di La Plume: «Nella mia città faccio il lavoro dei miei sogni» Rossella De Cosmo, editor di La Plume: «Nella mia città faccio il lavoro dei miei sogni» Una scelta controcorrente quella della giovane cerignolana, avviare un impresa unica per la propria città per poter lavorare e coltivare la propria passione
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.