Pellegrino e Bonito
Pellegrino e Bonito
Attualità

La dichiarazione del senatore Marco Pellegrini (M5S) sul duplice omicidio avvenuto a Cerignola

L’eco del Sindaco Bonito, che ribadisce l'appello

"Sul duplice omicidio avvenuto a Cerignola sarà la magistratura ad indagare le cause e le dinamiche di un fatto così grave e violento" ci informa il sindaco Francesco Bonito, da un post su facebook.

L'annuncio del nostro Sindaco fa seguito al commento del senatore Marco Pellegrini (M5S), componente della Commissione Parlamentare Antimafia, che non più tardi di ieri ha affidato alla sua pagina Fb questa riflessione-denuncia sull'accaduto, consegnandoci queste parole:

"Il macabro rinvenimento avvenuto nelle campagne di Cerignola […] evidenzia ancora una volta la facilità e l'estrema ferocia con le quali si uccide in provincia di Foggia, seminando terrore e sgomento nelle comunità locali. La Capitanata ha bisogno di una risposta ancora più forte e decisa da parte dello Stato.

Occorre, ad esempio, elevare a strutture di primo livello i Commissariati di Cerignola e San Severo (come chiediamo alla ministra dell'Interno da mesi, con vari atti parlamentari).
[…] Occorre che lo Stato dia più uomini e mezzi ai commissariati locali ed il giusto riconoscimento economico a chi si impegna mettendo a rischio anche la propria vita".


Visto che le singole voci (pare stiano diventando un coro), iniziano a levarsi, il Sindaco ancora una volta ribadisce che

"Da parte nostra rinnoviamo l'appello ad elevare a struttura di primo livello il Commissariato di Cerignola, come tra l'altro già abbiamo riferito in un incontro privato al sottosegretario del Ministero dell'Interno Carlo Sibilia (M5S).
È superfluo ribadire la centralità di Cerignola nello scacchiere criminale della provincia e non solo.
Negli ultimi due anni si sono registrati tre omicidi e quattro ferimenti o tentativi di omicidio. L'impressione è che qualcosa si stia muovendo e lo Stato non può farsi trovare impreparato: per questo abbiamo richiesto ulteriori uomini e mezzi per presidiare il nostro territorio, come tra l'altro richiesto anche dal senatore Marco Pellegrini (M5S)".


Fa male sapere che questa Città ha un ruolo principale nello scacchiere criminale della provincia di Foggia. Una Provincia devastata da questo fenomeno da sempre. Fa ancor più male vedere che lo Stato sembra accorgersene a tratti, per poi tornare a sonnecchiare.

Si uccide in molti modi, troppi, compreso i crimini ambientali. E su questo non abbiamo ancora sentito alcuna dichiarazione. Aspettiamo che qualche altro Senatore si accorga di noi.
  • omicidio
Altri contenuti a tema
Proseguono le indagini per omicidio Cirillo a Cerignola: aggiornamenti Proseguono le indagini per omicidio Cirillo a Cerignola: aggiornamenti Gli inquirenti al momento escludono la pista mafiosa e scavano nel privato
Cerignola: si tinge di nero la cronaca estiva Cerignola: si tinge di nero la cronaca estiva Mistero sui due corpi ritrovati in un casolare di campagna tra Cerignola e Manfredonia
Morte di Pia Patruno e Rosario Mancino: indagati due bagnini con accusa di omicidio colposo Morte di Pia Patruno e Rosario Mancino: indagati due bagnini con accusa di omicidio colposo Secondo il Sostituto Procuratore Massimiliano Carducci non avrebbero prestato tempestivamente i soccorsi
Donato Monopoli: in attesa di una sentenza che renda giustizia alla sua morte Donato Monopoli: in attesa di una sentenza che renda giustizia alla sua morte Atteso per Giugno il verdetto finale che chiude il giudizio di primo grado
Donna uccisa in casa, ferito alla testa il marito Donna uccisa in casa, ferito alla testa il marito Potrebbe trattarsi di omicidio - suicidio
Omicidio a Cerignola Omicidio a Cerignola La vittima è Cataldo Cirulli, contro di lui sparati circa 8 proiettili
Femminicidio a Cerignola, il principale indiziato si avvale della facoltà di non rispondere Femminicidio a Cerignola, il principale indiziato si avvale della facoltà di non rispondere Il marito della vittima, principale indiziato, aveva auto problemi di tossicodipendenza e di salute mentale
Femminicidio in via Fabriano, inquirenti a lavoro per ricostruire gli ultimi attimi di vita della vittima Femminicidio in via Fabriano, inquirenti a lavoro per ricostruire gli ultimi attimi di vita della vittima A sparare sarebbe stato suo marito, Angelo Di Meo
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.