Sara Ciafardoni e Cristina Clementi
Sara Ciafardoni e Cristina Clementi
Territorio

La lettrice sognatrice Sara Ciafardoni al TG1

Grande soddisfazione per la “nostra Sara”. Il servizio della giornalista RAI Cristina Clementi e la stupenda storia della lettrice sognatrice di Cerignola

Il TG1 accende i riflettori sulla giovanissima scrittrice e artista Sara Ciafardoni… o come a molti piace dire… "la nostra Sara".

Una troupe di Rai 1, coordinata da Cristina Clementi, nel pomeriggio di mercoledì 15 Gennaio ha fatto una full immersion in casa di Sara. Più di tre ore per montare un servizio, andato in onda al TG1 delle ore 20:00 di ieri, capace di raccontare in 1 minuto e 42 secondi una vita vissuta girovagando in un mondo che la raggiunge nel suo letto, nella sua stanza, nella sua casa ricca di affetti, emozioni, libri, dolce calore sprigionato da tanta accettata sofferenza.

"Sara Ama leggere e consigliare libri ma non si accontenta di recensirli, li sceglie, progetta un set e ci si immerge dentro come la protagonista di una favola. Sono il papà e la sorella a dare vita agli sfondi dove lei vola sui tetti o cavalca le onde, tutto questo senza mai muoversi dal suo letto".

Con queste parole la giornalista Cristina Clementi ha descritto lo scenario di casa Ciafardoni che, quotidianamente, si trasforma in laboratorio artistico per le realizzazioni delle stupende foto d'arte che Sara, prima ancora di realizzarle, già le ha create con la sua operosa fantasia, già le ha fisse nella mente e, con parsimoniosa precisione, cura ogni minimo particolare suggerendo ogni dettaglio per la posa in opera che precede lo scatto fotografico che poi sarà curato dalla piccola ma grandiosa artista. Difficile da spiegare, un complesso meccanismo fatto di intesa al solo sguardo, di parole e scambi di opinioneil più delle volte scherzosi, simpatici, caratterizzati dall'ironia che fa da padrona in una casa in cui non si percepisce la sofferenza, non si respira l'aria della rassegnazione ma si resta abbagliati dalla luce della speranza.

"Vorrei fare tutto quello che fanno gli altri e lo riesco a fare, ovviamente devo cambiare un po' le impostazioni ma si sa, nessuno è uguale all'altro" racconta Sara alle telecamere di RAI 1. Quel "nessuno è uguale all'altro" che caratterizza la sua vita in ogni momento, scandita dalla fiera accettazione di se e incondizionata accettazione dell'altro, approfondita nelle pagine del suo romanzo "Con tutto l'amore che so" in cui Sofia accetta la condizione di un amore difficile, accetta la non accettazione dei genitori di Alan, accetta la successiva presenza, accetta l'arrivo del mostro che la perseguita, accetta ogni amico nella sua diversità e in questa arricchisce la propria vita.

"Sara è nata con una malattia rara, quando sua madre ha scoperto di essere incinta stava facendo la chemioterapia per un tumore, sapeva a cosa andava incontro ma ha rifiutato l'idea di un'aborto" spiega la Clementi nel servizio e Isabella Russo risponde "Ti dico che da quando è nata Sara ho vissuto un primo tempo di cui non mi posso lamentare ma il secondo… forse è il più bello della mia vita". Un secondo tempo caratterizzato dalla sofferenza che innesca una "bomba" di coraggio, dal sacrificio che accende la gioia per ciò che regala la provvidenza, dalla felicità che invade, in ogni minuto, ogni angolo di casa per quel dono mai rinunciato che si chiama Sara, dalla soddisfazione per quante emozioni Sara regala, dall'orgoglio per non aver mai chiesto nulla a nessuno, dalla dignità che vive nel mascherare e non mettere a nudo le proprie grandi sofferenze, dalla consolazione che proviene dalla presenza dei tanti amici capaci di esporsi nei sentimenti e rendersi utili senza che mai gli sia stato chiesto.

"Sara non ha lasciato che la malattia le impedisse di studiare, dipingere, amare la musica. Grazie ad un programma vocale ha anche scritto un romanzo in cui amori, amicizie e passioni accendono l'universo della protagonista, un'adolescente che vive la sua stessa condizione sdraiata sul letto da cui vede un mondo intero senza bisogni di viaggiare" conclude la giornalista Clementi alla quale Sara aggiunge "Se lasciassi spalancata la finestra , prima o poi, entrerebbe tutto il cielo".
Quella finestra è spalancata nel cuore di Sara dal primo giorno di vita e quel cielo caratterizza ogni secondo della sua esistenza. Un cielo azzurro fatto di bei momenti, a volte troppo illuminato dal sole dell'affetto, molte volte nuvoloso e nero per la sofferenza, altre volte stellato di passioni, in alcuni casi ricco di nuvolette bizzarre chiamati amici. È la vita di Sara, nella sua completezza, nel suo infinito mondo.

"Sara Ciafardoni, 14 anni e 500mila contatti sul suo sito e una passione per i libri che le ha cambiato letteralmente la vita" ha spiegato Francesco Giorgino nell'introduzione del servizio.
www.lalettricesognatrice.com il blog di Sara dove, accedendo, campeggia il primo messaggio:

"Ciao, io sono Sara e tu sei nel nostro magico mondo! E' l'ora delle presentazioni: sono una divoratrice di libri di notte ed una studentessa di giorno. Sono una bookblogger, una bookstagrammer ed un'aspirante scrittrice, già, il mio primo romanzo "Con tutto l'amore che so"è presente nelle librerie. Pronto a volare insieme a me?"

Divoratrice di libri di notte, studentessa di giorno. Artista fotografica e scrittrice ma soprattutto "accompagnatrice" nella visita di un mondo che si può comprendere solo imparando a volare tra pagine e parole, foto e ritocchi, fantasia e passione, immaginazione e immedesimazione.
  • notizie
  • Rai
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
  • Sara Ciafardoni
Altri contenuti a tema
Audace Cerignola, Loiodice: «Contro il Bitonto una vittoria pazzesca. Domenica serve la gara perfetta» Audace Cerignola, Loiodice: «Contro il Bitonto una vittoria pazzesca. Domenica serve la gara perfetta» «Il Sorrento è una formazione forte, ma noi siamo pronti per regalare un'altra gioia al nostro splendido pubblico»
Atto intimidatorio al Dirigente Prencipe, la ferma condanna della Chiesa Atto intimidatorio al Dirigente Prencipe, la ferma condanna della Chiesa "Rinnoviamo il nostro sostegno alle Istituzioni civili e militari affinché, possano continuare a essere per la nostra Città presidio di legalità"
Sequestrate ami, munizioni, stupefacenti e “kit del rapinatore” Sequestrate ami, munizioni, stupefacenti e “kit del rapinatore” Rastrellamenti dei Carabinieri, dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia e Nucleo Cinofili di Modugno nelle campagne di Cerignola
Indagini procura: le dichiarazioni del Direttore Generale Vito Piazzolla Indagini procura: le dichiarazioni del Direttore Generale Vito Piazzolla Il Direttore Generale Vito Piazzolla precisa che le informazioni riguardanti la ASL Foggia sono inesatte
Pala Famila Tatarella e Pala Dileo, la denuncia di Metta Pala Famila Tatarella e Pala Dileo, la denuncia di Metta Metta: “Noi dobbiamo continuare ad usare il Pala Dileo, abilitato a 99 spettatori. Poi nessuno viene a contare quanti ne entrano realmente”
Arrestati due ladri cerignolani in trasferta a Bari Arrestati due ladri cerignolani in trasferta a Bari Arrestati a bari un 26enne ed un 44enne di Cerignola. Stavano asportando i pneumatici da una Mercedes
PSR, il coro degli agricoltori pugliesi: “Basta liti, andiamo avanti” PSR, il coro degli agricoltori pugliesi: “Basta liti, andiamo avanti” In ogni area della regione e in tutti i settori servono investimenti per invertire la rotta “Un patto del ‘buon senso’ per andare avanti con le istruttorie ed erogare i fondi”
Gare d’appalto pilotate nella sanità foggiana Gare d’appalto pilotate nella sanità foggiana Indagati Vitangelo Dattoli, Direttore degli Ospedali Riuniti di Foggia, e Vito Piazzolla, Direttore Generale della ASL Foggia
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.