Alberi di olivo attaccati da xylella nell'agro di Gallipoli. <span>Foto G.steph.rocket</span>
Alberi di olivo attaccati da xylella nell'agro di Gallipoli. Foto G.steph.rocket

La Xyella arriva a 150 Km dalla provincia di Foggia

Il batterio killer degli ulivi è stato tracciato ad Alberobello dove è stato rilevato un focolaio che ha infettato 5 piante, Coldiretti Puglia chiede di estendere la zona di contenimento

Continua l'avanzata della Xylella fastidiosa in Puglia. Cinque piante di ulivo sono state trovate infette ad Alberobello a ridosso della Strada Provinciale 162, a un paio di chilometri dalla frazione di Coreggia, tra Alberobello e Locorotondo. Alberobello è il quarto comune della provincia di Bari, con Monopoli, Polignano e Locorotondo, che è stato colpito dalla pandemia che infetta gli ulivi. Lo afferma Coldiretti Puglia, alla luce dei risultati dei rapporti di prova riportati da InfoXylella.it che conclamano la presenza di un nuovo focolaio nella città dei Trulli patrimonio UNESCO.

Gli ulivi infetti ad Alberobello ricadono in 'zona cuscinetto', pertanto dopo il monitoraggio dell'area circostante – aggiunge Coldiretti Puglia – la Regione Puglia dovrà procedere all'eradicazione di tutte le piante specificate suscettibili alla Xylella nel raggio di 50 metri, eccezion fatta per gli olivi con caratteri di monumentalità per i quali è possibile avvalersi di una deroga.

L'estensione di 50 metri dell'area di contenimento non convince però Coldiretti Puglia. «I risultati delle analisi statistiche condotte dagli enti di ricerca impongono una seria riflessione circa il nuovo regolamento comunitario approvato il 14 agosto 2020 che ha ridotto a 50 metri, dai 100 metri inizialmente previsti, il raggio dell'area focolaio intorno alle piante trovate infette e soggette a taglio obbligatorio per sottrarle all'azione di diffusione degli insetti vettori, come la cicalina sputacchina. Se la sputacchina cammina fino a 400 metri in una stagione, l'area buffer di 50 metri risulta decisamente insufficiente a contenere il rischio contagio, quindi si ottiene solo un'azione di rallentamento della diffusione, non certo l'estinzione dei focolai più avanzati nelle aree cuscinetto sul fronte epidemico che richiederebbe invece azioni ben più drastiche", insiste il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.
  • Xylella
Altri contenuti a tema
Xylella: Coldiretti Puglia, ammesso a finanziamento solo il 6% delle domande di espianto e reimpianto Xylella: Coldiretti Puglia, ammesso a finanziamento solo il 6% delle domande di espianto e reimpianto Risultano escluse aziende agricole a cui non è stato concesso il punteggio di merito perché non è stata riconosciuta la qualifica di IAP e CD
Coldiretti Puglia, piano di azione contro la Xylella Coldiretti Puglia, piano di azione contro la Xylella Coldiretti Puglia ha scritto ai 258 Sindaci dei Comuni della Puglia per sollecitare la prevenzione senza quartiere
Ambiente, Coldiretti: luci e ombre del settore olivicolo pugliese Ambiente, Coldiretti: luci e ombre del settore olivicolo pugliese Il 15% degli uliveti in Puglia sono bio; Palma d'oro al Salento con 15 mila ettari
Xylella: Coldiretti Puglia, notizia di nuovi focolai a Brindisi Xylella: Coldiretti Puglia, notizia di nuovi focolai a Brindisi E' necessario intensificare lotta a sputacchina prima che torni il caldo
AFFARE XYLELLA: Il Ministro Martina a Montecitorio difese il workshop dello IAM del 2010 AFFARE XYLELLA: Il Ministro Martina a Montecitorio difese il workshop dello IAM del 2010 Ciò che oggi denuncia la Procura di Lecce fu già portato in Parlamento la scorsa primavera
Michele Emiliano: xylella, il sequestro degli ulivi “una liberazione” Michele Emiliano: xylella, il sequestro degli ulivi “una liberazione” L'indagine della procura di Lecce, dieci indagati. Regione Puglia "persona offesa da eventuali reati, parte civile in caso di rinvio a giudizio"
Xylella, come affrontare la problematica degli ulivi del Salento Xylella, come affrontare la problematica degli ulivi del Salento Presso la Sala Conferenze del Comune il convegno con il Professor Lops
Xylella, pratiche di prevenzione. Se ne parla venerdì a Cerignola Xylella, pratiche di prevenzione. Se ne parla venerdì a Cerignola Tra i relatori l'On. Elena Gentile, membro delle Commissioni Ambiente, Sicurezza Alimentare e Sanità del Parlamento Europeo
© 2001-2021 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.