Ospedale Tatarella. <span>Foto Vito Monopoli</span>
Ospedale Tatarella. Foto Vito Monopoli
Sanità

Rischia di chiudere il reparto di Diabetologia dell’Ospedale Tatarella di Cerignola

Sono circa 2000 le persone che resteranno senza alcun punto di riferimento

Ancora l'Ospedale Tatarella di Cerignola all'attenzione dell'opinione pubblica, dopo l'ennesimo annuncio di chiusura di un reparto. Stavolta rischia di serrare i battenti il reparto di Diabetologia, guidato dal dottor Vincenzo Sgarro, ormai prossimo alla pensione.

In realtà il reparto presenta da tempo alcune lacune e criticità, aumentate in maniera esponenziale con la pandemia, che ha reso tutto più difficile a livello gestionale e organizzativo.

Dal 2006 il reparto di Diabetologia, in base all'accordo stipulato con la Regione Puglia, eroga ai richiedenti i PACC (Percorsi Ambulatoriali Complessi e Coordinati): si tratta di visite varie che permettono di ottenere un quadro clinico il più possibile completo. Per avere questo servizio basta una richiesta medica con esenzione.

Purtroppo anche questo servizio rischia di arenarsi, lasciando le circa 2000 persone seguite dal reparto senza una guida. I pazienti diabetici pugliesi, che già si affidano ad un reparto notoriamente sotto organico (a guidarlo soltanto il direttore Sgarro ed una infermiera) dovranno abituarsi all'idea di fare presto a meno di questo servizio sanitario.

Un'altra vergogna della sanità pugliese.

  • Ospedale Giuseppe Tatarella Cerignola
Altri contenuti a tema
Meeting internazionale nel presidio ospedaliero di Cerignola Meeting internazionale nel presidio ospedaliero di Cerignola Esperti israeliani a confronto con l’equipe di Alessandro D’Afiero sulle ultime tecniche interventistiche ginecologiche
Bimbo di 8 anni di Cerignola morto in casa: indagini in corso Bimbo di 8 anni di Cerignola morto in casa: indagini in corso Purtroppo non è servita a nulla la corsa in ospedale
Tensione al pronto soccorso dell'ospedale "Tatarella", medico sotto shock Tensione al pronto soccorso dell'ospedale "Tatarella", medico sotto shock Due pazienti hanno aggredito verbalmente il personale sanitario
Primi nati del 2023, c’è anche Cerignola Primi nati del 2023, c’è anche Cerignola Il piccolo Walter venuto alla luce al Tatarella è il secondo nato della provincia di Foggia
Baby Pit Stop: l'inaugurazione a Cerignola, San Severo e Manfredonia Baby Pit Stop: l'inaugurazione a Cerignola, San Severo e Manfredonia Nei presidi ospedalieri aree protette e riservate in cui le mamme possono allattare i propri figli
“Baby Pit Stop”: domani la presentazione al "Tatarella" di Cerignola “Baby Pit Stop”: domani la presentazione al "Tatarella" di Cerignola Un'iniziativa di ASL Foggia e UNICEF che sarà allestita nei presidi ospedalieri di Cerignola, Manfredonia e San Severo
Sessione pratica della scuola FADOI al "Tatarella" di Cerignola Sessione pratica della scuola FADOI al "Tatarella" di Cerignola Un approfondimento dedicato alla NIV (Ventilazione polmonare non Invasiva)
Il Tatarella di Cerignola ritorna alla piena operatività Il Tatarella di Cerignola ritorna alla piena operatività Gli interventi chirurgici proseguono anche nel pomeriggio
© 2001-2023 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.