anni lettera
anni lettera
Attualità

Tutela e Diritti della categoria (atipica) Lavoratrici e Lavoratori dello spettacolo e della cultura

“In caso di mancata convocazione urgente di un tavolo entro il 30 maggio preannunciamo la proclamazione di uno stato di agitazione permanente”

Pubblichiamo integralmente il documento inviatoci dal Coordinamento nazionale di realtà e movimenti autonomi indipendenti,composta da Assolirica - ASR Autorganizzati Spettacolo Roma - A2U AttriciAttoriUniti - Collettivo Spin-off/Spintime Labs Roma - Intermittenti Spettacolari - LLSC lavoratrici e lavoratori dello spettacolo Campania - LLSL lavoratrici e lavoratori dello spettacolo Lombardia - Lavoratrici e lavoratori dello spettacolo Piemonte - Lavoratrici e lavoratori Toscana Spettacoli - Lavoratori pugliesi dello Spettacolo - Lirica-Muta - Maestranze dello Spettacolo Padova-Venezia - Potere al Popolo Cultura e Spettacolo - Professionisti dello Spettacolo-Emergenza Continua - Professionisti dello Spettacolo-Emilia-Romagna - Stagehands BolognaFacchini dello Spettacolo - Zo-Na Rossa Napoli - Facciamolaconta - ADL Cobas.

"Siamo lavoratrici e lavoratori dello spettacolo e della cultura italiana, riuniti in un Coordinamento nazionale di realtà e movimenti autonomi indipendenti, che si riconoscono negli art. 4, 9 e 33 della Costituzione Italiana, nella cultura etica del lavoro, nei suoi doveri e nei suoi diritti.
Siamo convinti che nell'emergenza la Cultura possa ritrovare forza e fornire ai cittadini gli strumenti per affrontare la ripresa in seguito a un momento così drammatico, perché nei processi di ricostruzione il ruolo della Cultura è sempre stato fondamentale. La Cultura è un bene comune, dunque le voci dei lavoratori e degli operatori del settore non possono rimanere inascoltate.

Da fine febbraio 2020, a causa delle misure restrittive che ci hanno visti costretti, come milioni di lavoratori, a restare a casa, ci siamo coordinati dal basso con l'intento di trovare soluzioni alle criticità fin troppo note del comparto. Migliaia di lavoratrici e lavoratori si sono riuniti in web conference, confrontandosi a livello regionale e nazionale. Ne è emersa l'assoluta necessità di dare il nostro contributo, insieme agli organi preposti, a riscrivere quella che per troppo tempo è stata la condizione delle lavoratrici e dei lavoratori.

Il nostro Coordinamento ha l'intento di promuovere un lavoro unitario, per determinare "dal basso", a partire da questa grave emergenza sociale, in modo partecipato e condiviso, un profondo ampliamento di diritti e tutele per tutte le lavoratrici e i lavoratori del comparto, contribuendo a strutturare un sistema finalmente equo e paritario.
Ad oggi ci troviamo all'unanimità concordi sulle seguenti richieste:
  • Un reddito di continuità che traghetti il comparto culturale fino alla ripresa piena dei singoli settori e ne tuteli e garantisca l'esistenza, salvaguardando i rapporti di lavoro in atto, anche attraverso incontri politici e tecnici, quindi alla presenza di ministeri e INPS;
  • Un tavolo di confronto tecnico-istituzionale immediato sulla riapertura, fra lavoratrici, lavoratori, sindacati, governo e istituzioni, che abbia come priorità: salute per lavoratori, lavoratrici e pubblico; protocolli di sicurezza; finanziamenti pubblici; strumenti di riforma, sia per la ripartenza in presenza, che per una virtualità sostenibile e democratica.
In caso di mancata convocazione urgente di un tavolo entro il 30 maggio, alla presenza delle rappresentanze delle categorie firmatarie del presente documento e delle diverse rappresentanze sindacali, preannunciamo la proclamazione di uno stato di agitazione permanente, con Manifestazioni unitarie nelle principali piazze italiane, fino allo sciopero di tutto il comparto e di tutte le azioni che riterremo più opportune.
  • notizie
  • Cultura
  • spettacolo
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
  • Coronavirus Fase 2
Altri contenuti a tema
Chiude la stagione del Roma, il bilancio della direttrice Simona Sala Chiude la stagione del Roma, il bilancio della direttrice Simona Sala L'imprenditrice foggiana dirige il teatro cerignolano da quasi trent'anni
Lo "Zingaro" di Marco Bocci chiude la stagione del Teatro Roma Lo "Zingaro" di Marco Bocci chiude la stagione del Teatro Roma Un racconto intimo che ripercorre la vita di Ayrton Senna
Serena Carella, ballerina cerignolana ad Amici: le rivelazioni della sorella Antonella Serena Carella, ballerina cerignolana ad Amici: le rivelazioni della sorella Antonella Sul settimanale "DiPiù" si è parlato di recente di Serena Carella e del percorso ad Amici
Il club Unesco di Cerignola incontra Maurizio De Giovanni Il club Unesco di Cerignola incontra Maurizio De Giovanni L'incontro in streaming si tiene nella Giornata Mondiale del Libro
Biagio Izzo torna a Cerignola con "Tartassati dalle Tasse" Biagio Izzo torna a Cerignola con "Tartassati dalle Tasse" Al teatro Roma si registra di nuovo il tutto esaurito
Concerto di Pasqua nella chiesa di Sant'Antonio a Cerignola Concerto di Pasqua nella chiesa di Sant'Antonio a Cerignola Il coro "Farinelli" di Andria eseguirà brani di Bach e Mozart
La decima edizione di "Intersezioni" in programma presso l'Università di Foggia La decima edizione di "Intersezioni" in programma presso l'Università di Foggia Otto incontri in presenza e online dal 12 aprile al 17 maggio
Passeggiata ecologica presso diga Capacciotti, la soddisfazione del sindaco Passeggiata ecologica presso diga Capacciotti, la soddisfazione del sindaco Tante le persone arrivate a Cerignola dai paesi limitrofi
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.