Ordona: sequestrata maxi piantagione di marijuana di oltre 6 ettari


I Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia hanno tratto in arresto tre persone per coltivazione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana in concorso con l'aggravante dell'ingente quantitativo.
Gli stessi sono ritenuti responsabili di aver coltivato una piantagione di marijuana di oltre 6 ettari di estensione composta da 180.000 arbusti, ubicata nel comune di Ordona.
Si tratta di uno dei maggiori sequestri di piantagioni di marijuana operati a livello nazionale.
  • droga
  • carabinieri
Francesco Zagaria intervista Lorenzo Longo Francesco Zagaria intervista Lorenzo Longo
Francesco Zagaria intervista a Domenico Di Cecco Francesco Zagaria intervista a Domenico Di Cecco
Cortometraggio "Un altro finale" Cortometraggio "Un altro finale"
Francesco Zagaria intervista Mister Vincenzo Feola Francesco Zagaria intervista Mister Vincenzo Feola
Francesco Zagaria intervista l'attaccante Audace Cerignola Nicola Loiodice Francesco Zagaria intervista l'attaccante Audace Cerignola Nicola Loiodice
Intervista a Mister Feola Intervista a Mister Feola
Intervento del 118, scioperante cardiopatico avverte un malore Intervento del 118, scioperante cardiopatico avverte un malore
I lavoratori della coop. Il Giglio dicono basta. Sciopero della fame I lavoratori della coop. Il Giglio dicono basta. Sciopero della fame
Video Mondiali WTKA 2019 Carrara interviste ai Fighters Video Mondiali WTKA 2019 Carrara interviste ai Fighters
Video Mondiali WTKA 2019, le interviste Video Mondiali WTKA 2019, le interviste
DDA di Bari alla Azienda Agricola Mottola DDA di Bari alla Azienda Agricola Mottola
Intervista a Ruben Nives Intervista a Ruben Nives
Altri video a tema
SPOT Truffe SPOT Truffe Il decalogo dei Carabinieri
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.