locandina
locandina
null

Convegno sul randagismo con i volontari della provincia di Foggia

Chiara Valentino: "Obiettivo è creare un coordinamento dei volontari di Capitanata"

Domenica 10 aprile, presso la Sala Conferenze del Palazzo di Città, si è tenuto un incontro sul tema del randagismo. Presenti i volontari animalisti della provincia di Foggia, in particolare dei comuni di Cerignola, Vieste, San Severo, San Giovanni Rotondo, Cagnano, San Paolo Civitate, Mattinata, Lucera, Torremaggiore e Manfredonia. Sono intervenuti il Dott. Michele Buttiglione, che ha moderato il convegno, l'Avv. Laura Valentino, Francesca Toto (volontaria Anpana di Vieste) e Chiara Valentino, Presidente dell'Associazione "Amici di Balto", oltre al sindaco Franco Metta.

Proprio Chiara Valentino, conosciuta nel territorio per il suo instancabile impegno a favore degli amici a quattro zampe (poco più di un mese fa è stata premiata come cerignolana dell'anno per il suo contributo nel volontariato), ha evidenziato le finalità dell'incontro: "L'obiettivo è creare un gruppo di volontari di vari paesi in modo da formare un coordinamento provinciale di volontariato. Bisogna essere uniti per la lotta al fenomeno del randagismo, adottando un protocollo unico".

Durante l'incontro è stata affrontata anche la materia legale relativa alla questione randagismo e, in particolare, i diritti e doveri dei Comuni, delle Asl, dei gestori dei canili. Il riferimento normativo è la legge quadro n. 281 del 1991, recepita con la legge regionale n. 12 del 1995, che disciplina temi come la sterilizzazione dei cani randagi, l'assistenza al canile sanitario, la certificazione per il trasferimento dei randagi, etc. Spesso, chi di competenza non interviene attivamente: ad esempio, l'assistenza sanitaria ai cani soggetti a incidenti stradali spetta esclusivamente al Comune, che dovrebbe convenzionarsi con un veterinario libero professionista, ma spesso ciò non avviene.

Emerge, dagli interventi, un problema etico-culturale del randagismo e dell'abbandono: per consuetudine, la questione è stata affidata alle associazioni, che per prime sollecitano le Amministrazioni (e non viceversa), quando il volontariato dovrebbe essere di supporto alle istituzioni pubbliche, non sostituirle completamente. Sottoscrivere un protocollo comune permetterebbe di individuare tutti quelli che intendono collaborare, spingendo per le adozioni, evitando che i randagi vadano a finire nei canili. Si auspica un maggiore coinvolgimento delle scuole, in modo da inculcare la cultura animalista e, in prospettiva, ridurre sensibilmente il fenomeno.

Inoltre, anche nel volontariato è possibile trovare del marcio: gente che vuole lucrare sulle adozioni, creando un vero e proprio mercato. "Il cane nel canile non ci deve stare a vita. Oggi non si permette di adottare i cani che non si vogliono adottare, ma ci sono i mezzi per 'recuperarli' tutti, anche i cani destinati al combattimento o che hanno contratto determinate malattie", aggiunge la Toto.

E' da ricordare che il 30 aprile 2015 le forze di polizia hanno scoperto un vero e proprio canile lager, sottoponendolo a sequestro giudiziario e penale (tuttora pendente) e denunciando i gestori, i quali tuttavia hanno continuato a ricevere dal Comune, fino a giugno scorso, i canoni mensili per la gestione (circa 14000 euro al mese). Secondo Metta, "il problema è stato affrontato nell'unica maniera possibile, ossia creando sinergie fra pubblico e privato, affidando la struttura alle associazioni animaliste e avviando un processo di smaltimento delle presenze canine. Ad oggi, siamo a un ottimo punto".
o
  • Canile
  • randagismo
  • Chiara Valentino
Altri contenuti a tema
Cerignola, Associazione Amici di Balto: “La sinergia con i volontari e l’Amministrazione comunale è fondamentale” Cerignola, Associazione Amici di Balto: “La sinergia con i volontari e l’Amministrazione comunale è fondamentale” E' auspicabile unire le forze e lavorare in sinergia contro il fenomeno del randagismo
Gli Amici di Balto, dal canile lager al rifugio per cani, esempio europeo. Gli Amici di Balto, dal canile lager al rifugio per cani, esempio europeo. Gemellaggio tra Cerignola e Berlino, associazioni di animalisti unite per il confronto, lo studio, la condivisione e l'esempio.
Emergenza randagismo, convocato tavolo tecnico presso Palazzo Dogana Emergenza randagismo, convocato tavolo tecnico presso Palazzo Dogana Vista la grave emergenza randagismo della Provincia di Foggia, il 24 novembre Sindaci, ASL, Forze dell’Ordine e veterinari si riuniranno presso Palazzo Dogana
Cerignola, l’Associazione Amici di Balto replica al Preside Mirra dell’Istituto Agrario Cerignola, l’Associazione Amici di Balto replica al Preside Mirra dell’Istituto Agrario La Presidente Chiara Valentino: “All’Agrario non un canile, ma un centro di aggregazione sociale”
Capitanata: Sequestrati i canili di Orta Nova e Lucera Capitanata: Sequestrati i canili di Orta Nova e Lucera con circa 360 cani ospitati
Capitanata: Sequestrati tre "canili lager", 700 animali a rischio Capitanata: Sequestrati tre "canili lager", 700 animali a rischio A Orta Nova, Lucera e Manfredonia: "Situazione sconvolgente"
Volontari Amici di Balto trascorrono notte di Capodanno al canile Volontari Amici di Balto trascorrono notte di Capodanno al canile Iniziativa dei volontari per stare vicino ai cani che hanno paura dei botti
Violenza nel canile di Cerignola, uccisi due cani e feriti altri nove Violenza nel canile di Cerignola, uccisi due cani e feriti altri nove Rubato anche un esemplare di Pitbull femmina
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.