Vini solidali al Vinitaly di Verona
Vini solidali al Vinitaly di Verona

Il vino dedicato a Michele Cianci presentato con successo al Vinitaly

"Rosso Libero" è stato apprezzato anche da compratori esteri

Il vino "Rosso Libero – Michele Cianci" è stato presentato con successo alla rassegna internazionale Vinitaly che si è svolta a Verona dal 10 al 13 aprile. Il vino è prodotto con le uve coltivate nei terreni confiscati alla mafia che si trovano a Cerignola in contrada San Giovanni in Zezza. Gli appezzamenti sono gestiti dall'ATS "Le terre di Peppino Di Vittorio" composta dalle cooperative sociali Altereco, Medtraining ed il Centro di Servizio al Volontariato di Foggia.

La presentazione al Vinitaly è stata anche l'occasione per raccontare la storia di Michele Cianci, commerciante cerignolano ucciso nel 1991 per essersi opposto ad un tentativo di rapina ai danni del suo negozio di armeria e di tanti lavoratori che stanno sperimentando un riscatto sociale grazie a percorsi di inserimento lavorativo. "Rosso Libero" è stato presentato assieme ad altri vini "solidali": "8pari" del progetto Emmaus del Piemonte, "Pinot Nero" della Fattoria Massignan del Veneto e "Narada", della cooperativa Terre Grecaniche della Calabria.

«Sul terreno sono impegnati tanti lavoratori che provengono da situazioni di disagio – ha spiegato Vincenzo Pugliese, presidente di Altereco. Alcuni dai percorsi di giustizia riparativa, e questo è importante perché i beni confiscati alla mafia sono luoghi dove si accoglie e si offrono opportunità concrete di riscatto sociale, sono luoghi che tornano alla collettività anche attraverso questo tipo di percorsi». A degustare "Rosso Libero" diversi acquirenti nazionali e internazionali, provenienti soprattutto dal Nord America.
  • vino
  • Michele Cianci
Altri contenuti a tema
I vini del Pavoncelli di Cerignola al concorso nazionale "Bacco e Minerva" I vini del Pavoncelli di Cerignola al concorso nazionale "Bacco e Minerva" Tre etichette in concorso
Il vino dedicato a Michele Cianci sbarca al Vinitaly Il vino dedicato a Michele Cianci sbarca al Vinitaly Il frutto della lotta alla mafia presentato alla prestigiosa rassegna internazionale
Un vino prodotto su terreni confiscati alla criminalità per ricordare Michele Cianci Un vino prodotto su terreni confiscati alla criminalità per ricordare Michele Cianci La presentazione durante l'evento 'L’altra città' a Palazzo Dogana a Foggia
Vino novello, 300mila bottiglie in arrivo sul mercato Vino novello, 300mila bottiglie in arrivo sul mercato Coldiretti Puglia stima in 1,5 milioni di euro il fatturato di quest’anno
Presso Scalo 111 a Cerignola parte un corso di avvicinamento al vino Presso Scalo 111 a Cerignola parte un corso di avvicinamento al vino L’associazione culturale Il Titolo presenta il primo corso di degustazione e avvicinamento al vino a cura dell’enologo Giuseppe Colopi.
Nuovo DPCM, Coldiretti Puglia: ok a 540 enoteche in Puglia salva vino made in Italy Nuovo DPCM, Coldiretti Puglia: ok a 540 enoteche in Puglia salva vino made in Italy Si tratta di una misura importante a sostegno del vino Made in Italy fortemente colpito dalla chiusura della ristorazione
28 anni senza Michele Cianci 28 anni senza Michele Cianci Il 2 dicembre 1991 veniva assassinato dopo aver sventato uno scippo
Coldiretti Puglia, ok proroga reimpianti vigneti Coldiretti Puglia, ok proroga reimpianti vigneti Dalla chiusura dei ristoranti - 50% vendite vino
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.