Ambasciatore nigerino e membri Caritas
Ambasciatore nigerino e membri Caritas
Territorio

L’ambasciatore del Niger ospite della Caritas Diocesana di Cerignola-Ascoli Satriano

Un ragazzo nigerino è deceduto in circostanze ancora tutte da chiarire. Una circostanza dolorosa ha fatto nascere un incontro importante

Lo scorso 26 settembre l'ambasciatore nigerino in Italia, Nana Hadiza Noma Ngade, è stato ospite della Caritas diocesana di Cerignola-Ascoli Satriano nei locali del Centro "Santa Giuseppina Bakhita" in località Tre Titoli, per poi incontrare la comunità nigerina presente a Pozzo Terraneo. Una circostanza dolorosa ha fatto nascere un incontro importante. Un ragazzo nigerino è deceduto in circostanze ancora tutte da chiarire, probabilmente per suicidio. Un gesto estremo che ci fa comprendere quanta sofferenza esista nel cuore di questi ragazzi che abitano le nostre campagne e che ogni giorno devono combattere contro lo sfruttamento quotidiano, la solitudine, il senso di frustrazione e di fallimento che soffoca la speranza di poter cambiare la propria esistenza. La Caritas diocesana, in collaborazione con l'Ufficio dei Servizi Sociali, ha provveduto a dare una degna sepoltura al giovane, accompagnata dalla preghiera islamica presieduta dall'Imam locale.

Durante l'incontro il direttore della Caritas diocesana, don Pasquale Cotugno, ha illustrato all'Ambasciatore le attività e i servizi offerti quotidianamente agli immigrati presenti nella borgata di Tre Titoli: dall'ambulatorio medico gestito dai medici volontari agli sportelli per l'assistenza legale e sanitaria, alle attività progettuali per l'integrazione, come l'inserimento lavorativo dei residenti attraverso la raccolta del pomodoro sui terreni del Centro "Bakhita", i cui introiti saranno utili per sostenere nuove progettualità e sviluppare maggiori opportunità occupazionali.

"L'incontro – afferma don Pasquale – ci ha permesso di creare un'importante relazione con l'Ambasciata nigerina in Italia, allo scopo di sviluppare collaborazioni concrete per fornire il massimo supporto a tutti i cittadini del Niger presenti sul nostro territorio". Un ponte istituzionale importante, quello creatosi, che permetterà di aiutare i ragazzi nigerini sia nel sostenere il costo di eventuali affitti, sia nel facilitare il percorso burocratico per eventuali rimpatri assistiti.

Un ringraziamento particolare va alle Forze dell'Ordine nella persona della dott.ssa Loreta Colasuonno, vicequestore e dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza a Cerignola, che in sinergia con la Caritas diocesana offre un costante aiuto e un pronto sostegno per la gestione di casi così delicati nel nostro territorio.
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Capitanata
  • Caritas Diocesana Cerignola
Altri contenuti a tema
La caritas di Cerignola si mobilita per l'emergenza Ucraina La caritas di Cerignola si mobilita per l'emergenza Ucraina Il direttore Don Pasquale invia una lettera ai parroci
Comune di Cerignola e Caritas attivano un numero verde per i bisognosi Comune di Cerignola e Caritas attivano un numero verde per i bisognosi I più fragili potranno avere assistenza da personale specializzato
Sevrizio Civile, pubblicato il bando 2021 Sevrizio Civile, pubblicato il bando 2021 La Caritas della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano parteciperà con due progetti
Il comune di Cerignola dona due cisterne d'acqua a Borgo Tre Titoli Il comune di Cerignola dona due cisterne d'acqua a Borgo Tre Titoli Dibisceglia: “Condizioni di vita disumane, sinergia con le associazioni”
Bonito rifiuta l’indennità da Sindaco, Metta “ha fatto una cosa giusta” Bonito rifiuta l’indennità da Sindaco, Metta “ha fatto una cosa giusta” Come sarà organizzata l’opposizione mettiana. “Saremo opposizione esemplare. Non faremo lettere anonime, denunce intimidatorie, nessuna ripicca e ritorsione!”
Report aggiornato situazione pazienti Covid-19 ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia Report aggiornato situazione pazienti Covid-19 ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia I pazienti Covid-19 ricoverati sono 34 di cui 17 non vaccinati e 13 con la sola prima dose di vaccino
Rimbalzo del numero di attualmente positivi in Puglia: quasi 100 in più Rimbalzo del numero di attualmente positivi in Puglia: quasi 100 in più Scende però il numero dei ricoverati
Contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale Contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale 46.000 articoli sequestrati e 79 denunciati alla Procura della Repubblica
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.