Presentazione RUNTS
Presentazione RUNTS
Pubblica amministrazione

Cerignola: presentazione dello sportello territoriale CSV

Nuove opportunità di crescita e sviluppo per il mondo dell’associazionismo grazie al RUNTS

Si è tenuta nel pomeriggio di mercoledì 22 giugno, a Palazzo di Città, l'incontro di presentazione dello sportello territoriale del Centro Servizi al Volontariato (CSV) di Foggia, per parlare della riforma del Terzo settore e del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS). Lo sportello sarà attivo, presso l'ufficio Welfare del comune di Cerignola, a partire da Mercoledì 29 giugno dalle 17:00 alle 19:00, previo appuntamento da richiedere via e-mail o per telefono.

Ad introdurre i lavori, Maria Dibisceglia, vicesindaco e assessore alle Politiche sociali di Cerignola, con una panoramica sui vantaggi che lo sportello potrà offrire, per un territorio che ha molto da dare: "Le Associazioni del nostro territorio devono crescere, nessuno deve rimanere indietro. Creare i giusti presupposti, con l'iscrizione al RUNTS, farà in modo che le Associazioni siano di spessore e non ho dubbi che quelle presenti sul nostro territorio lo siano. L'importante è formalizzarlo, perché si aprirebbero per tutti voi e per tutti noi, anche per l'Ente comune, delle possibilità enormi: penso ai bandi regionali, nazionali e soprattutto ai fondi del PNRR. Nessun Ente potrà più prescindere da tale requisito".

L'incontro, moderato da Gaetano Panunzio, ha inteso fornire un'anteprima delle attività dello sportello territoriale del CSV Foggia a Cerignola ed ha sottolineato come "il fare rete sarà sicuramente uno degli obiettivi di questo sportello. Continuare a valorizzare questo settore che viene definito "terzo", ma che in realtà è un settore "primario", perché ha una grande forza e grandi possibilità. Lo sportello avrà come compito quello di incontrare, accompagnare, ma soprattutto di ascoltare tutte le iniziative, le possibilità, le richieste".

Di cosa si occupa il CSV? "Di offrire servizi informativi e formativi per il terzo settore. Una guida per il mondo dell'associazionismo, in continua evoluzione e con continui adeguamenti legislativi- come ci dice il Direttore del CSV Foggia, Roberto Lavanna- per questo stiamo informando sull'istituzione del RUNTS, che ha sì qualche onere burocratico in più, ma che offre numerosi vantaggi, nuove opportunità di crescita e sviluppo, soprattutto per quelle associazioni che operano e interagiscono con attività progettuali con le pubbliche amministrazioni".

Il consulente del CSV Foggia dott. Luigi Patella, nonché componente del Tavolo tecnico regionale per la Riforma del Terzo Settore, soffermandosi sui punti salienti della riforma, ha fornito una prima introduzione alla piattaforma RUNTS, cui si accede tramite il sito del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali.

"Cuore pulsante di tutta la riforma del terzo settore -dice- è il RUNTS. E una cosa seria, perché attribuisce uno status giuridico molto importante, infatti si dice, in termine tecnico, che un'iscrizione al RUNTS ha natura costitutiva. Vuol dire che già dal momento in cui ci si iscrive, si è riconosciuti dallo Stato italiano come soggetto appartenente al terzo settore, con tutti i benefici che ne derivano".

L'intervento di Matteo Valentino, segretario regionale di Cittadinanza Attiva, sottolinea alcune criticità collegate agli oneri dell'iscrizione al RUNTS, ed esorta a "richiamare l'attenzione del Ministero per porre modifiche e a ridimensionare significativamente l'eccesso di burocrazia cui il mondo dell'associazionismo è stato chiamato. Bisogna poi riflettere - prosegue- sull'opportunità, eventualmente, che le piccole associazioni possano aderire a quelle più consolidate, che hanno la possibilità di dare continuità ai loro obiettivi. Non tulle le Associazioni hanno la possibilità di avere un proprio statuto, un conto corrente, perché, magari, la loro operatività è limitata per campo di applicazione. Credo che su questo, un messaggio da parte del CSV debba dato, perché rischiamo che il grande patrimonio del volontariato e del mondo associativo si disperda".
In risposta Patella precisa che "il legislatore ha pensato alle reti associative, proprio per andare incontro alle piccole associazioni. Sicuramente è un sistema da migliorare, andrà migliorato, aspettiamo il completamento della prima fase e poi appronteremo le dovute modifiche".

La digitalizzazione del Terzo settore, porrà, forse, ordine e linearità nella procedura di accreditamento e, speriamo, altrettanta trasparenza. Per chi fosse interessato, questi sono i contatti: sportello Cerignola cell.: 389.2568005, e-mail: cerignola@csvfoggia.it
  • welfare
Altri contenuti a tema
Dal comune un contributo affitti per i cerignolani in difficoltà Dal comune un contributo affitti per i cerignolani in difficoltà Il sussidio è destinato a chi ha subito una diminuzione del reddito causa Covid
Noi – Comunità in movimento: «Parliamo di Welfare con l’Assessore Regionale Rosa Barone» Noi – Comunità in movimento: «Parliamo di Welfare con l’Assessore Regionale Rosa Barone» Si apre una nuova stagione da programmare sui temi dedicati alla lotta alla povertà sociale ed educativa
© 2001-2022 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.