dott. Filippo Anelli
dott. Filippo Anelli
Attualità

COVID-19: Il Presidente Ordine Medici Bari dichiara che in Puglia il tracciamento è in tilt

Dott. Anelli: “Dipartimenti e Usca hanno migliaia di segnalazioni non processata. C'è di nuovo un problema di Dpi. Intervenire subito per evitare lockdown”

"In Puglia la situazione dei tracciamenti è già fuori controllo. Occorre intervenire subito se si vuole evitare un nuovo lockdown». È l'allarme lanciato da Filippo Anelli, presidente dell'Ordine dei medici di Bari, di fronte alla crescita esponenziale dei contagi e alle numerose segnalazioni dei medici che operano sul territorio.

«Quando non si riescono più a tracciare i contatti e a isolare i cluster di epidemia, l'unica soluzione che rimane per evitare che il sistema sanitario vada in tilt e che succeda da noi ciò che è accaduto a Bergamo, è adottare misure drastiche come una nuova chiusura - spiega Anelli -I dipartimenti e le USCA hanno migliaia di segnalazioni non processate di casi a rischio Covid, perché non riescono a far fronte all'onda montante dell'epidemia». E nemmeno il tracciamento tramite l'app Immuni è in funzione, perché a oggi il sistema non prevede un protocollo operativo di attivazione del contact tracing tramite l'applicazione.

L'allarme lanciato dal presidente dell'Ordine dei medici di Bari è motivato da una serie di segnali preoccupanti anche sul fronte delle strutture ospedaliere e della medicina territoriale, a partire dal ritardo nell'attivazione degli ospedali Covid e dei posti letto necessari nei reparti più interessati dall'epidemia, come pneumologia, malattie infettive e rianimazione. Inoltre, i medici di famiglia segnalano di nuovo la mancanza di DPI: ai medici di medicina generale di Bitonto, per esempio, non sono stati distribuiti dispositivi di protezione individuale. Anche alle Usca e al 118, che sono in prima linea nella gestione del Covid-19, i Dpi vengono forniti con il contagocce - riferiscono dall'Ordine dei medici provinciale di Bari.

«Se vogliamo evitare misure drastiche occorre intervenire subito - spiega Anelli. Serve più personale, a partire dai medici e dagli infermieri. E occorre attivare al più presto tutti i posti letto degli ospedali Covid, oltre a residenze da mettere a disposizione di asintomatici e paucisintomatici per i quali l'isolamento fiduciario non possa avvenire in sicurezza a domicilio. Inoltre, bisogna raddoppiare il numero delle Usca, attingendo se necessario ai medici di medicina generale in formazione, dato che la norma prevede il loro impiego in strutture sanitarie per il tirocinio e che hanno tutte le competenze per eseguire i tamponi e assistere i pazienti domiciliari».

«Bisogna che i medici di famiglia abbiano il potere di emettere provvedimenti di isolamento e quarantena per i loro pazienti e che siano distribuiti subito i Dpi sul territorio, dato che la mancanza di dispositivi di protezione è alla radice di ulteriori ritardi - aggiunge Anelli - Infine, servono tamponi rapidi come strumento di tutela e monitoraggio di tutte le strutture pubbliche, a partire dalle scuole. A somministrarli potrebbero essere unità speciali dedicate a questo compito. Tutte queste misure sono urgenti e indispensabili, se vogliamo riprendere il controllo del tracciamento ed evitare un nuovo lockdown».
  • Notizie Puglia
  • Coronavirus
  • Coronavirus Fase 2
  • Coronavirus fase 3
Altri contenuti a tema
Policlinico Riuniti di Foggia,  eseguite otto donazioni di midollo in piena emergenza Covid Policlinico Riuniti di Foggia, eseguite otto donazioni di midollo in piena emergenza Covid Eseguite dal Centro Donatori Midollo Osseo del Policlinico Riuniti di Foggia tre donazioni di cellule staminali ematopoietiche a favore di pazienti afferenti al Centro Trapianto Esteri: Stati Uniti ed Europa
Coronavirus,  bollettino epidemiologico del 19 ottobre Coronavirus, bollettino epidemiologico del 19 ottobre Sono 321 i casi positivi in Puglia nelle ultime 24 ore, 63 in provincia di Foggia
Proroga cassa integrazione fino al 31 dicembre, decisione importante ma non sufficiente Proroga cassa integrazione fino al 31 dicembre, decisione importante ma non sufficiente Ricci (UIL Foggia): “Proroga del blocco licenziamenti, dei sostegni alle imprese e delle tutele ai lavoratori fino al termine della pandemia”
CAI Puglia, Ferdinando Lelario è il nuovo Presidente del Gruppo Regionale CAI Puglia, Ferdinando Lelario è il nuovo Presidente del Gruppo Regionale È stato tra i fondatori della Sezione CAI Foggia, della quale è stato presidente per due mandati consecutivi
Il Sindaco di San Severo contro il Governo, “inaccettabile  quanto disposto dal DPCM” Il Sindaco di San Severo contro il Governo, “inaccettabile quanto disposto dal DPCM” Francesco Miglio, Sindaco di San Severo: “Nessuna chiusura di strade o piazze verrà disposta dal Sindaco di San Severo”
Nuovo DPCM, Decaro attacca il Governo Nuovo DPCM, Decaro attacca il Governo Il Sindaco di Bari e presidente Anci attacca il Governo: «Nei momenti difficili le istituzioni dovrebbero collaborare lealmente»
Le principali novità del nuovo DPCM Le principali novità del nuovo DPCM Il Premier Giuseppe Conte ha appena annunciato in conferenza stampa il nuovo DPCM. Ecco le principali novità
Emergenza Covid,  confronto tra regioni e governo Emergenza Covid, confronto tra regioni e governo Il governatore della regione Puglia, Michele Emiliano, fa il punto dopo l'incontro con i ministri del governo
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.