Fratelli d'Italia
Fratelli d'Italia

Dimissioni in Giunta - Fratelli d'Italia": il mistero di Metta che perde pezzi.

Difficile sapere perché in 3 anni e mezzo dal vicesindaco al delegato plenipotenziario a lavori pubblici e urbanistica, 6 amministratori gli abbiano lasciato le deleghe in mano.

CERIGNOLA – Albanese, Colucci, Zamparese, Lionetti, Marino. E ora Bufano: l'elenco degli assessori dimissionari senza dare la minima spiegazione si allunga, come quello dei consiglieri che lasciano la maggioranza. Sintomo di un ambiente inquinato, che a voler pensare il meglio vede gente abbandonare la nave.
Difficile sapere perché in 3 anni e mezzo dal vicesindaco al delegato plenipotenziario a lavori pubblici e urbanistica, 6 amministratori gli abbiano lasciato le deleghe in mano. Alcuni erano stati eletti, altri lo hanno seguito dalla prima ora. Né tra i banchi del Consiglio comunale le cose vanno meglio. Avanti il prossimo: chissà ora a chi tocca.
DEFEZIONI IN GIUNTA | In principio fu la cattolica Domenica Albanese che, senza dare spiegazioni ad alcuno, lasciò la delega, presto seguita da Giuliana Colucci e Pia Zamparese. Quindi, andò via il fedelissimo Antonio Lionetti, poi toccò ad Anna Lisa Marino. Oggi Tommaso Bufano, che proprio qualche giorno fa, a detta dello stesso sindaco, aveva ricevuto in casa una mattiniera perquisizione della Guardia di Finanza. Ma, certamente, Bufano s'è dimesso per impegni personali. E chissà chi lo sostituirà.
Dalla signora Albanese a Bufano, i motivi certo cambiano. Ma c'è un comune denominatore: non ci è dato conoscerli. Così il ras dell'Ofanto si trova con le deleghe ad interim di bilancio, lavori pubblici e urbanistica.
DEFEZIONI IN CONSIGLIO | Nel frattempo, da subito in Consiglio lasciava la maggioranza dapprima Teresa Lapiccirella. Poi anche Antonio Bonavita. Infine Vincenzo Specchio. Di quelli dichiarati, perché poi, di volta in volta i mal di pancia sono stati tanti, specie quando a luglio per il maxi aumento Tari l'Aula consigliare si riempì di "tifosi della Lazio", con le loro rassicuranti magliette celesti. Di recente anche la fedele Loredana Lepore ha rimesso l'incarico di capogruppo di maggioranza.
SENZA PIÙ MAGGIORANZA | E lui, senza più una maggioranza numerica, si giova man mano della compiacenza e delle telefonate che portano via dall'Aula abili calcolatori, solo sulla carta all'opposizione. Giochi di quorum, e niente più.
Insomma, del plebiscito del 14 giugno 2015, quando Metta salì a Palazzo di Città, non resta granché, né della squadra che lo sorresse, né della fiducia della gente. Resta qualche appalto a 6 zeri con singoli partecipanti alle gare o un'interdittiva antimafia stranamente senza seguito. Ah, ci sono anche le buche che, malgrado la tappabuche miracolosa, si sono riaperte: quelle sulla strada. Perché le altre buche in cui ci stanno gettando rischiano di far sprofondare le persone perbene.
  • notizie
  • fratelli d'italia
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Fondazione Tatarella - Foggia ricorda Pinuccio Tatarella Fondazione Tatarella - Foggia ricorda Pinuccio Tatarella Martedì 26 marzo nella Sala Fedora del Teatro Umberto Giordano presentazione del libro “Pinuccio Tatarella: passione intelligenza al servizio e dell’Italia”
Riflettere insieme sull’Europa; Il ciclo di incontri organizzato dal MEIC di Cerignola Riflettere insieme sull’Europa; Il ciclo di incontri organizzato dal MEIC di Cerignola Il primo appuntamento, moderato dalla prof.ssa Raffaella Petruzzelli, è fissato per sabato, 23 marzo 2019, alle ore 18,30, nel Salone “Giovanni Paolo II” della Curia Vescovile.
Gauguin a Tahiti-il paradiso perduto Gauguin a Tahiti-il paradiso perduto Il docufilm ripercorre la biografia del grande artista che, all'età di 43 anni, il primo primo aprile del 1891, a bordo della nave Océanien, decise di abbandonare Marsiglia per recarsi a Tahiti.
Margherita di Savoia e Trinitapoli: Pusher detenevano cocaina e hashis Margherita di Savoia e Trinitapoli: Pusher detenevano cocaina e hashis Arrestati a Margherita di Savoia e Trinitapoli, due pusher sorpresi a detenere cocaina e hashis
Pezzano: “Aiutiamo due mondi paralleli a mettersi in connessione tra loro” Pezzano: “Aiutiamo due mondi paralleli a mettersi in connessione tra loro” Trova da te il tuo lavoro ideale: da oggi online www.cerignolaambitolavoro.it
Postazione di Pronto Soccorso in area Mercatale -VIDEO- Postazione di Pronto Soccorso in area Mercatale -VIDEO- Erinnio: Una scelta a dir poco obbligatoria considerata la grande affluenza di cittadini nella giornata del mercoledì e la presenza stabile degli ambulanti nella stessa giornata”
Lo Sportello del Welfare compie un anno;  certificato l'accesso di circa 1.000 cerignolani. Lo Sportello del Welfare compie un anno; certificato l'accesso di circa 1.000 cerignolani. Pezzano: "Avere una porta unica d'accesso ai servizi d'ambito aiuta i cittadini"
Tragedia sfiorata a San Donato Milanese, conducente di pullman tenta una strage ai danni di una scolaresca. Si sono salvati tutti.  –VIDEO FUGA DAL PULLMAN- Tragedia sfiorata a San Donato Milanese, conducente di pullman tenta una strage ai danni di una scolaresca. Si sono salvati tutti. –VIDEO FUGA DAL PULLMAN- Ousseynou Sy, di 47 anni, è il conducente di origine senegalese autore della folle tragedia. Cittadino italiano dal 2004, per conto della AREU accompagnava in piscina gli insegnanti e la scolaresca di una scuola media di Crema
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito dall'associazione Kerina Production. Partita iva 90041150716. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.