Gelmini e Speranza in c_s_
Gelmini e Speranza in c_s_
Attualità

Nuovo Dpcm, preoccupazione per le varianti: scuole chiuse in zona rossa

Le misure resteranno in vigore fino al 6 aprile. Confermata, dal 27 marzo, la riapertura dei luoghi della cultura

l ministri per gli Affari regionali e della Salute, Mariastella Gelmini e Roberto Speranza, in conferenza stampa a Palazzo Chigi hanno illustrato le nuove misure del Dpcm sull'emergenza epidemiologica da Covid-19. All'incontro hanno partecipato il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, e il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli.

Il nuovo Dpcm sarà in vigore dal 6 marzo, ed è stato firmato dal presidente del Consiglio Draghi dopo un confronto importante sia alla Camera che al Senato che con le Regioni e il Comitato Tecnico Scientifico.

«Principio guida è la tutela della salute - dichiara il ministro della Salute, Roberto Speranza - siamo convinti che per far ripartire il Paese è fondamentale sconfiggere il virus. La curva dà segnali di risalita e facciamo i conti con la presenza di alcune varianti temibili del virus, come quella inglese diventata prevalente in Italia. Il decreto prova a mantenere un impianto di conservazione delle misure essenziali vigenti. Confermato il livello di divisione del paese in aree caratterizzate da colori in quanto differenziare i territori ci consente di dare la risposta più idonea ai territori. La variante inglese ha una capacità di penetrazione nelle fasce più giovani per cui abbiamo scelto di chiudere e mettere in DDI le scuole di ogni ordine e grado in area rossa. Lo stesso in quelle zone in cui ci sia un tasso di incidenza su 100 mila abitanti sia pari o superiore a 250».

«Seguiremo l'evoluzione dell'epidemia e valuteremo giorno per giorno cosa fare. Faccio un appello ai cittadini perché l'epidemia non si combatte con decreti e ordinanze ma serve il contributo di tutti, il comportamento delle persone è essenziale».

«Abbiamo lavorato alacremente - sottolinea il ministro Mariastella Gelmini - la bozza è stata condivisa dalla scorsa settimana e pronta da venerdì scorso. Lo comunichiamo oggi per aiutare i cittadini ad uniformarsi a queste regole. Abbiamo accolto la richiesta delle Regioni di far scattare la nuova fascia dal lunedì, ci sarà un tavolo tecnico per rivedere i 21 parametri per bilanciare i criteri e provvedere ad eventuali cambiamenti. Dal 27 marzo sarà possibile tornare a frequentare i luoghi della cultura con prenotazione online. Non possiamo annunciare la riapertura di attività chiuse da tempo perché siamo ancora in un regime di restrizione indispensabile per combattere il virus».

«Il tema della scuola è stato affrontato con grande attenzione dal ministro Bianchi - aggiunge - Il Governo accompagnerà le misure fondamentali e necessarie non solo con la DDI che andrà potenziata, ma cercheremo di dare supporto alle famiglie attraverso i congedi parentali. Saranno stanziate risorse superiori ai 200 milioni di euro all'interno del decreto sostegno proprio per supportare tale voce».
  • speranza
  • Notizie Puglia
  • Coronavirus
  • Mario Draghi
Altri contenuti a tema
Scuola in Puglia, l'appello dei genitori ad Emiliano: «Ci lasci la libertà di scelta» Scuola in Puglia, l'appello dei genitori ad Emiliano: «Ci lasci la libertà di scelta» Sulla bacheca Facebook del governatore sono tantissimi messaggi da quando il Premier Draghi ha annunciato il rientro in presenza al 100%
Coronavirus,  bollettino epidemiologico del 18 aprile 2021 Coronavirus, bollettino epidemiologico del 18 aprile 2021 Su 10201 test sono risultati positivi 1278 casi di cui 239 in provincia di Foggia
La Protezione Civile cerca personale sanitario per intensificare la campagna vaccinale La Protezione Civile cerca personale sanitario per intensificare la campagna vaccinale Ai volontari che aderiranno sarà garantita copertura assicurativa
Riapertura ristoranti, per un pugliese su tre è una priorità Riapertura ristoranti, per un pugliese su tre è una priorità Sono 100mila le imprese dell'indotto che tornano a respirare dopo l'annuncio del premier di far ripartire la ristorazione all'aperto dal 26 aprile
Per spostarsi tra regioni occorre il pass Per spostarsi tra regioni occorre il pass Lo ha annunciato ieri il Premier Draghi. Il pass servirà per andare in zone di colore diverso, per accedere a spettacoli o eventi sportivi
In zona gialla e arancione ristoranti aperti a pranzo e cena, scuola In zona gialla e arancione ristoranti aperti a pranzo e cena, scuola Mario Draghi: «Si può guardare al futuro con un prudente ottimismo e con fiducia. Anticipiamo al 26 aprile l'introduzione della zona gialla»
Campagna vaccinale anti Covid in provincia di Foggia Campagna vaccinale anti Covid in provincia di Foggia Coinvolti i medici di Medicina Generale. Le prime 2748 dosi sono state consegnate ieri mattina, altre 600 nel pomeriggio di ieri
La Puglia potrebbe restare in zona rossa La Puglia potrebbe restare in zona rossa Diminuiti i contagi nell'ultima settimana ma preoccupa l'elevata pressione sulle strutture ospedaliere
© 2001-2021 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.