FRANCO METTA. <span>Foto Vito Monopoli</span>
FRANCO METTA. Foto Vito Monopoli

Regionali 2020, Franco Metta annuncia partecipazione attiva

Metta: “Non mi candiderò io perché voglio fare il Sindaco ma candideremo un nome riconoscibile come espressione di questa Amministrazione comunale”

Alle elezioni regionali Puglia 2020 lo schieramento di centrodestra non ha ancora raggiunto l'accordo sul nome del candidato alla presidenza della Regione Puglia. Fratelli d'Italia e Giorgia Meloni sembrano ancora più che decisi sul nome di Raffaele Fitto, Forza Italia non pone alcun veto a differenza della Lega Salvini che, stando ai fatti, dimostra di volerci ancora ragionare. Di fatto quella di Raffaele Fitto è la più probabile delle candidature ma, al momento, non è quella ufficiale.
Nella trasmissione radiofonica "Il cielo è sempre più blu" a cura del sospeso Sindaco di Cerignola avv. Francesco Metta, andata in onda domenica 09 febbraio sui canali radiofonici di TRC e sul canale youtube della medesima, con parole chiare e concetti precisi Franco Metta ha annunciato che l'intero gruppo che ha amministrato Cerignola in questi quattro anni parteciperà attivamente alla competizione regionale con Raffaele Fitto candidato alla Presidenza.

Le motivazioni della partecipazione attiva alla campagna elettorale sono state giustificate in alcuni passaggi chiave:

«Io non sono per la conferma di questo governo regionale, non per un preconcetto o per valutazioni ideologiche ma guardando ai fatti – ha dichiarato l'avv. Franco Metta nel corse della trasmissione - Questo governo regionale è totalmente fallimentare e non credo che meriti la riconferma. Sui rifiuti sono stati totalmente assenti, tanto che nei comuni del consorzio società private gestiscono la raccolta dei rifiuti. Sui PSR in agricoltura hanno perso centinaio di milioni di euro in quanto non sono buoni a niente. Sui trasporti peggio che andar di notte, sulla viabilità none parliamo, sulla sanità clientela a dismisura».

Dopo le motivazioni alla base della non condivisione della politica amministrativa del centrosinistra, dando per scontato la candidatura di Raffaele Fitto, Franco Metta ha annunciato non solo l'impegno attivo in campagna elettorale ma, cosa molto importante, quello a candidare un nome fortemente legato all'esperienza amministrativa e facilmente identificabile con il gruppo:

«Secondo me il candidato del centrodestra sarà Raffaele Fitto e tenete presente che lo dissi già in tempi non sospetti. Fitto ha spessore politico, importante esperienza di carattere amministrativo e, trattandosi di elezioni, ha un forte richiamo elettorale. Non vedo quali possano essere le alternative.
Il mondo della Amministrazione Comunale, il Sindaco, i suoi amici, gli Amministratori con il Sindaco hanno deciso di partecipare attivamente a questa competizione elettorale. Saremo presenti perché è il futuro del governo regionale e, godendo noi di un consenso molto diffuso, non possiamo rimanere fermi.
Saremo uniti in questa scelta di campo netta per il centro destra e a favore di Raffaele Fitto. Dobbiamo tentare di portare in regione un rappresentante di Cerignola capace di rappresentare la parte vincente e che abbia la possibilità di dare a Cerignola e al territorio limitrofe un riferimento politico che non sia la solita Elena Gentile che da 30 anni ci ammorba».

Tra dichiarazioni che, sicuramente, creeranno parecchio scompiglio nel panorama politico locale e, in particolar modo, tra coloro del centrodestra che intendono proporsi per una candidatura, Metta stupisce maggiormente nell'affermare che la campagna elettorale per le elezioni regionali non è altro che una sorta di anticipazione di quella per le comunali, un modo per pesare i consensi dopo il primo mandato amministrativo bloccato dalla relazione di scioglimento per infiltrazioni mafiose a firma del Prefetto Grassi.

«Voglio fare delle elezioni regionali una specie di comunali anticipate, quasi un modo per far sapere al Prefetto Grassi che non siamo d'accordo con lui e votiamo per Franco Metta, un messaggio forte e chiaro. Metta non si candida, non sono disponibile a candidarmi alle regionali perché voglio fare solo ed esclusivamente il Sindaco di Cerignola».

Nella parte finale della trasmissione radiofonica la sottolineatura del concetto di nuova classe dirigente capace di esprimere nomi diversi e la stoccata a coloro che minerebbero alla compattezza del gruppo con corse in avanti non condivise:

«Molti amici mi hanno chiesto di candidarmi ma io non ho accettato e vi confermo che non sarò candidato. In questo momento sono ancora il Sindaco di Cerignola, sospeso, ma sono sempre il Sindaco. Altre cariche non mi interessano. Non esisto solo io, noi vorremmo, ambiremmo a fare tutto ciò che ho detto con un candidato che sia riconoscibile come espressione di questa amministrazione uscente ma che non si chiami Franco Metta… abbiamo tante possibilità. L'importante che ci sia unione e compattezza perché chi sta con me per questo appuntamento evidentemente sarà con me anche alle prossime amministrative. Chi si estranea dalla lotta oggi sarà estraneo dalla lotta anche domani, non accetto defezioni, questo è il mio ragionamento».
  • Fitto
  • notizie
  • Franco Metta
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Capitanata
  • Regionali 2020
Altri contenuti a tema
Audace Cerignola, Loiodice: «Contro il Bitonto una vittoria pazzesca. Domenica serve la gara perfetta» Audace Cerignola, Loiodice: «Contro il Bitonto una vittoria pazzesca. Domenica serve la gara perfetta» «Il Sorrento è una formazione forte, ma noi siamo pronti per regalare un'altra gioia al nostro splendido pubblico»
Atto intimidatorio al Dirigente Prencipe, la ferma condanna della Chiesa Atto intimidatorio al Dirigente Prencipe, la ferma condanna della Chiesa "Rinnoviamo il nostro sostegno alle Istituzioni civili e militari affinché, possano continuare a essere per la nostra Città presidio di legalità"
Sequestrate ami, munizioni, stupefacenti e “kit del rapinatore” Sequestrate ami, munizioni, stupefacenti e “kit del rapinatore” Rastrellamenti dei Carabinieri, dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia e Nucleo Cinofili di Modugno nelle campagne di Cerignola
Indagini procura: le dichiarazioni del Direttore Generale Vito Piazzolla Indagini procura: le dichiarazioni del Direttore Generale Vito Piazzolla Il Direttore Generale Vito Piazzolla precisa che le informazioni riguardanti la ASL Foggia sono inesatte
Pala Famila Tatarella e Pala Dileo, la denuncia di Metta Pala Famila Tatarella e Pala Dileo, la denuncia di Metta Metta: “Noi dobbiamo continuare ad usare il Pala Dileo, abilitato a 99 spettatori. Poi nessuno viene a contare quanti ne entrano realmente”
Arrestati due ladri cerignolani in trasferta a Bari Arrestati due ladri cerignolani in trasferta a Bari Arrestati a bari un 26enne ed un 44enne di Cerignola. Stavano asportando i pneumatici da una Mercedes
PSR, il coro degli agricoltori pugliesi: “Basta liti, andiamo avanti” PSR, il coro degli agricoltori pugliesi: “Basta liti, andiamo avanti” In ogni area della regione e in tutti i settori servono investimenti per invertire la rotta “Un patto del ‘buon senso’ per andare avanti con le istruttorie ed erogare i fondi”
Gare d’appalto pilotate nella sanità foggiana Gare d’appalto pilotate nella sanità foggiana Indagati Vitangelo Dattoli, Direttore degli Ospedali Riuniti di Foggia, e Vito Piazzolla, Direttore Generale della ASL Foggia
© 2001-2020 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.