pietra miliare Cerignola
pietra miliare Cerignola
Vita di città

Cippo Miliare 81: è uno dei monumenti simbolo di Cerignola

E’ in corso un intervento di restauro e manutenzione della pietra miliare

Cerignola vanta numerosi monumenti che attestano le origini e la storia della nostra terra a vocazione agricola. Tra questi, un cenno merita sicuramente il Cippo Miliare 81, attualmente collocato ad angolo tra Corso Gramsci e Via Osteria Ducale.

Questa pietra miliare, che un tempo si trovava nel punto dove passava la Via Traiana che congiungeva Benevento a Brindisi, è un antico reperto romano il cui appellativo (secondo la tradizione popolare) è "Il Titolo di Moccia". Il nome si riferisce all'omonimo Palazzo Moccia, l'edificio nei pressi del quale venne collocata successivamente.

Ripercorrendo la storia della pietra miliare a partire dal suo rinvenimento, è facile supporre che si trattasse di uno dei tanti cippi in pietra calcarea in cui si era soliti riportare la distanza degli itinerari situati sulla medesima Via (quella Traiana, appunto). Secondo i documenti storici rinvenuti, la pietra miliare fu ritrovata, specificamente, nel tratto Ordona-Canosa. Negli itinerari dell'epoca, inoltre, erano riportate le distanze tra le singole località, per cui si è potuto dedurre che il cippo miliare LXXXI si trovasse a circa 3 miglia a nord di Canosa, in direzione Cerignola.

C'è però un'altra ipotesi, che è stata "sposata" in toto dalla tradizione popolare, e cioè che la pietra miliare fu ritrovata nei pressi della Chiesa dei Padri Domenicani, sul Piano San Rocco (o Piano delle Fosse). Infatti la strada che conduce verso Piano San Rocco prende il nome di Via Consolare.

L'epigrafe e la sua traduzione

«LXXXI Imp(erator). Caesar divi Nervae f(ilius) Nerva Traianus Aug(ustus). Germ(anicus). Dacic(us). pont(ifex). max(imus). tr(ibunicia). pot(estate). XIII imp(erator). VI co(n)S(ul). V p(ater). p(atriae). viam a Benevento Brundisium pecun(ia). sua fecit.» L'iscrizione latina presente sulla pietra miliare reca questa dicitura: «81 miglia (da Benevento). L'imperatore Cesare, figlio del divino Nerva, Nerva Traiano, Augusto Germanico Dacico, pontefice massimo, 13 volte investito del potere tribunizio, 6 volte acclamato imperatore, 5 volte console, padre della patria, col suo denaro costruì la via da Benevento a Brindisi». Il testo dell'iscrizione si riferisce a Marco Ulpio Traiano, figlio adottivo dell'imperatore Nerva, chiamato appunto con l'appellativo di "filius".

Il restauro della pietra miliare

Nell'ambito dell'intervento di "Rigenerazione Urbana di Via Osteria Ducale, Corso Gramsci e Piazza Di Vittorio" il Comune di Cerignola ha richiesto di sottoporre a restauro la pietra miliare, in quanto area sottoposta a tutela ai sensi dell'art. 10 comma 4 del D.L.gs. 42/2004.

Del restauro e ripristino del cippo miliare si sta occupando il restauratore cerignolano Francesco Daddario. "Prima di oggi la pietra è stata sicuramente oggetto di altri interventi, in virtù dei diversi spostamenti e poi di ripristini non documentati. Infatti ho trovato le epigrafi romane incise, ricalcate con vernice nera piuttosto recente. Inoltre sembra che in passato sia stata verniciata con smalti di cui ho trovato ancora traccia", ha dichiarato Daddario, attualmente impegnato nel restauro di quello che, a tutti gli effetti, rappresenta uno dei monumenti storici della città ofantina, e come tale da preservare e custodire.
  • storia
Altri contenuti a tema
Chiesa del Purgatorio di Cerignola in restauro: storia e caratteristiche dell’antico edificio di culto Chiesa del Purgatorio di Cerignola in restauro: storia e caratteristiche dell’antico edificio di culto Attualmente la Chiesa, che risale al XVI° secolo, è in fase di ristrutturazione
La pizza a sette foglie, regina del Natale a Cerignola La pizza a sette foglie, regina del Natale a Cerignola Giovedì 22 dicembre un convegno per scoprire origini, storia e caratteristiche del dolce più amato della tradizione cerignolana
Affrontare il diabete mellito: la storia di Antonella Lamanuzzi di Cerignola Affrontare il diabete mellito: la storia di Antonella Lamanuzzi di Cerignola L'anno scorso ha scoperto che il figlio Flavio soffre di questa grave patologia
San Martino tra storia e leggenda: perché è il protettore dei “cornuti”? San Martino tra storia e leggenda: perché è il protettore dei “cornuti”? L’11 Novembre è il giorno dedicato ad un Santo molto popolare
Settant’anni fa moriva Fiorello La Guardia Settant’anni fa moriva Fiorello La Guardia Figlio di un cerignolano, fu sindaco di New York
Una data indelebile nel cuore dei foggiani - 11/11/99 Una data indelebile nel cuore dei foggiani - 11/11/99 Il crollo del palazzo allo stabile 120 di Viale Giotto lasciò la città di Foggia senza fiato. Morirono 67 persone
Centouno anni fa nasceva l'Ufficiale Paolillo. Morì in guerra nella Campagna di Grecia Centouno anni fa nasceva l'Ufficiale Paolillo. Morì in guerra nella Campagna di Grecia L'Ufficiale della Divisione Pinerolo morì in guerra nel tentativo di conquista della famosa "Quota Monastero" in Albania
Il 27 ottobre 1613 fu posta la Croce dove sarà costruito il Convento dei Padri Cappuccini Il 27 ottobre 1613 fu posta la Croce dove sarà costruito il Convento dei Padri Cappuccini “A di 27 8bre 1613 / E’ stato posta la Croce al’ luoco delli Capp(ucci)ni co(n) pompa e process(io)ne sollenne con)  portare d(ell)a Croce il governo della Cirignola"
© 2001-2023 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.