Fausto Leali canta nel carcere di Foggia
Fausto Leali canta nel carcere di Foggia

Emozioni “dentro” con Fausto Leali

Un pomeriggio di arte e musica nel carcere di Foggia

Esibizioni di artisti ristretti, talk show e le canzoni del grande cantautore. L'impegno dei CPIA1 e dei docenti per 'la ricerca di un'espressione

"Caro Fausto, con 'Mi manchi'" hai trasformato due semplici parole in una bomba d'amore". Nel breve intervento, dalla platea, di una detenuta del Carcere di Foggia sono condensate le emozioni del pomeriggio trascorso dal noto cantautore Fausto Leali nell'Istituto Penitenziario foggiano.

"Momenti come questo – ha sottolineato il Direttore del carcere, Giulia Magliulo – sono importanti per la popolazione detenuta. La musica è catartica, è respiro di libertà. Per questo motivo desidero ringraziare Fausto Leali per la sua grande disponibilità, il CPIA1 e il docente Sergio Picucci per averci donato questo momento; il Commissario Di Mola e il corpo di Polizia Penitenziaria, l'Area trattamentale, con la sua capoarea Giovanna Valentini".
Sul palco, insieme al cantautore e Sergio Picucci – per trent'anni bassista di Leali - Francesco Loparco alla chitarra, Nicola Maffione al pianoforte e Antonio Moffa alla batteria.
Il talk show musicale "dentro" è stato un nuovo, importante appuntamento per il percorso "Tra musica e teatro: alla ricerca di un'espressione", progetto del CPIA1 di Foggia, il Centro Provinciale di Istruzione per Adulti diretto da Antonia Cavallone.

"La musica è un linguaggio universale – ha sottolineato la dirigente – riesce a superare tutte le barriere e penetra nel cuore. Ringrazio, quindi, il carcere di Foggia, i miei docenti – in particolare il prof. Picucci e la prof. Schettino – e gli studenti. Un ringraziamento particolare va anche all'amministrazione comunale di Foggia, che ci è sempre accanto". E proprio l'assessore alla cultura, Anna Paola Giuliani, ha voluto "ringraziare la direzione e l'area trattamentale per i numerosi progetti che vengono realizzati dentro. Sono felice – ha evidenziato – di tornare in un luogo difficile in cui, tuttavia, ho intravisto la luce grazie all'arte e alla poesia. Un luogo in cui sono stata bene".

Dopo i saluti, l'artista, davanti ad una sala stracolma, ha raccontato la sua esperienza maturata in 40 anni di carriera, rispondendo alle domande degli spettatori ristretti. E non solo. In alcuni momenti gli stessi detenuti si sono esibiti con performance teatrali ed esibizioni di brani del repertorio della canzone d'autore, da Lucio Dalla ad Adriano Celentano fino a Pino Daniele e Rino Gaetano.

Antonio S. e Antonio R. hanno condotto lo spettacolo, leggendo anche alcuni pensieri. "Il carcere è come assistere al proprio funerale – ha scritto Pasquale – dove puoi vedere chi ti porta i fiori e chi ti vuole bene".
I ristretti hanno, inoltre, rivolto domande a Leali, tra queste: "Qual è la canzone alla quale sei più legato?", "Continui ad emozionarti quando canti?" e infine "Hai mai pensato di lasciare la musica?". Il cantante ha detto di essere molto legato al pezzo "A chi" e di provare ancora forti emozioni per il suo lavoro. Ha inoltre ricordato di aver attraversato un momento complesso negli anni '80 superato con la partecipazione a Sanremo.

Prima del saluto finale con l'esibizione di "Azzurro" da parte degli artisti ristretti, Fausto Leali ha emozionato i presenti cantando "Mi manchi", "Malafemmina" e "Io amo".

In platea, in cui era presente anche il CSV Foggia, grande partecipazione e trasporto. Una bambina di pochi mesi, in braccio alla mamma detenuta, sorrideva e batteva le mani. In quell'immagine, il senso e il valore di un pomeriggio diverso trascorso in Via delle Casermette.
17 fotoConcerto Fausto Leali nel Carcere di Foggia
anna paola giulianiantonio e antonio presentatoridomande a lealiesibizione detenutiesibizione detenuti in gruppoesibizione detenutoesibizione lealifausto leali e picucci esibizionefausto leali esibizionefausto leali esibizionefausto leali esibizioneleali risponde alle domandepicuccipicucci e leali sul palcopreside Cavallonesul palcotutti insieme sul palco
  • carcere
  • notizie
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Dal 15 al 31 Dicembre mercati straordinari Dal 15 al 31 Dicembre mercati straordinari Dopo le richieste di ANAP, Federcommercio, Confcommercio e Confesercenti, la commissione prefettizia dispone l’apertura dei mercati in zona Fornaci
Audace Cerignola, contro il Taranto partita difficile Audace Cerignola, contro il Taranto partita difficile Le dichiarazioni di Domenico Di Cecco e Lorenzo Longo. Contro il Gravina ingenuità negli ultimi secondi, dobbiamo essere concentrati fino alla fine
Inaugurazione “Santa Scorese e Carlo Acutis” Inaugurazione “Santa Scorese e Carlo Acutis” Il Vescovo Luigi Renna inaugura il nuovo oratorio “Santa Scorese e Carlo Acutis” nella chiesa parrocchiale della B.V.M. dell’Altomare a Orta Nova
Violenza di genere e prevenzione del femminicidio Violenza di genere e prevenzione del femminicidio Con “Solo Mia” incontro toccante e innovativo nel carcere di Foggia
Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli “Parole per Tutti” una raccolta delle poesie premiate e finaliste di tutte le undici edizioni trascorse
Annullata la prova scritta del concorso Polizia Locale Annullata la prova scritta del concorso Polizia Locale Un annullamento che già era nell’aria sin dai primi giorni dopo la prova scritta, si dimise anche un membro della Commissione
Stop ai doppi turni, al danno la beffa! Stop ai doppi turni, al danno la beffa! A gennaio 2020 stop ai doppi turni. La Provincia di Foggia oggi parla di “nuovo metodo concertativo” non ricordando che fino a ieri è stata assente!
Villa Comunale di Cerignola, totale stato di abbandono Villa Comunale di Cerignola, totale stato di abbandono Dopo la prima quindicina di Febbraio si prevede l’apertura mente oggi lo stato di degrado e di abbandono lasciano l’amaro in bocca
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.