Classe
Classe

Riapertura delle scuole in Puglia, i dubbi delle mamme:

Il ministro Bonetti ipotizza nuovi congedi straordinari in caso di quarantena di classe. Saranno i medici di famiglia a fare i tamponi agli alunni sintomatici? I famosi banchi singoli, anche qui regna il caos

Cosa succederà se mio figlio dovesse avere la febbre? Chi farà i tamponi ai bambini sospetti contagiati? In caso di un alunno positivo al COVID tutta la classe sarà in quarantena?
Sono solo alcuni dei dubbi delle mamme alle prese con gli ultimi giorni di vacanza o i primi di lavoro, con in testa solo la riapertura delle scuole.
Dopo la pubblicazione delle linee guida dell'Istituto superiore di sanità sulla gestione dei casi Covid in classe, restano molti nodi da sciogliere.
Intanto il ministro per la famiglia Elena Bonetti ha proposto congedi retribuiti e diritto allo smart working per i genitori in caso di malattia o della quarantena di un bambino. Bonus Baby sitter e congedi straordinari Covid finiscono il 31 agosto, mentre il diritto allo smart working per chi ha figli fino a 14 anni termina il 14 settembre.

Partiranno in questi giorni anche in Puglia, sebbene in ritardo, i test sierologici per il personale scolastico dai docenti al personale Ata. I prelievi, che restano volontari, dovranno concludersi 7 giorni prima dell'inizio delle lezioni, in caso di positività, al massimo entro 48 ore andrà effettuato il tampone.

Resta un dubbio: chi e dove farli?

Una circolare del Ministero della Salute affida ai medici di famiglia il compito di effettuare il prelievo sui lavoratori della scuola che risultino tra i propri assistiti. Alcuni medici di famiglia però hanno timori a praticarli nei loro studi medici. Ludovico Abbaticchio presidente dello Smi, il sindacato medici italiani spiega al Sole 24ore: "non vorremmo si replicasse quello che è successo negli ospedali o nelle Rsa. Non tutti gli studi medici sono strutturati in modo tale che siano sanificabili e lì dove ci fossero dei positivi, il medico dovrebbe stare in quarantena e lo studio conseguentemente rimarrebbe sarebbe paralizzato".
Intanto da oggi parte un help desk per gli istituti scolastici, un servizio dedicato interamente alla ripresa a cui le scuole potranno rivolgersi in caso di dubbi e si preannuncia già bollente. Infine i famosi banchi singoli. Anche qui regna il caos. Alcuni istituti ne hanno fatto richiesta, altri distanzieranno quelli che hanno già. Alcune aule poi sono troppo piccole per ospitare tutti i bambini che, stando a quanto si sente, potrebbero essere redistribuiti in altri luoghi messi a disposizione anche da parte degli istituti religiosi. Le mascherine 6 ore? Forse basterà il distanziamento. Insomma chi vivrà vedrà, certamente i primi mesi saranno decisivi e serviranno per una migliore organizzazione "strada facendo".
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
  • Coronavirus
  • Coronavirus Fase 2
  • Coronavirus fase 3
Altri contenuti a tema
8 casi positivi nel gruppo squadra, l'Audace chiede il rinvio di due gare 8 casi positivi nel gruppo squadra, l'Audace chiede il rinvio di due gare Destinate a saltare le sfide di domenica 19 e mercoledì 22
Lieve crescita del numero di ricoverati per Covid in Puglia Lieve crescita del numero di ricoverati per Covid in Puglia Il dato degli attualmente positivi resta stabile
Covid, i contagi in Puglia continuano ad aumentare Covid, i contagi in Puglia continuano ad aumentare Il sottosegretario Costa: “Non vaccinati liberi grazie a chi si vaccina”
Covid, 10 ricoveri in più nelle ultime ore in Puglia Covid, 10 ricoveri in più nelle ultime ore in Puglia Situazione comunque sotto contro
Bonito rifiuta l’indennità da Sindaco, Metta “ha fatto una cosa giusta” Bonito rifiuta l’indennità da Sindaco, Metta “ha fatto una cosa giusta” Come sarà organizzata l’opposizione mettiana. “Saremo opposizione esemplare. Non faremo lettere anonime, denunce intimidatorie, nessuna ripicca e ritorsione!”
Report aggiornato situazione pazienti Covid-19 ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia Report aggiornato situazione pazienti Covid-19 ricoverati presso il Policlinico Riuniti di Foggia I pazienti Covid-19 ricoverati sono 34 di cui 17 non vaccinati e 13 con la sola prima dose di vaccino
Rimbalzo del numero di attualmente positivi in Puglia: quasi 100 in più Rimbalzo del numero di attualmente positivi in Puglia: quasi 100 in più Scende però il numero dei ricoverati
Contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale Contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale 46.000 articoli sequestrati e 79 denunciati alla Procura della Repubblica
© 2001-2023 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.