Immagine Video Sara Ciafardoni
Immagine Video Sara Ciafardoni

Sara Ciafardoni - poetessa, fotografa, scrittrice... a 11 anni -VIDEO-

Sara Ciafardoni e i versi che accompagnano il video “C’è chi dice no” vincitore del Premio Internazionale di Arte Contemporanea Femminile “Women in… Art”

Sara è allegria, voglia di vivere.

Sara è la forza personificata che apre gli occhi alle 4:00 del mattino e, quando ancora l'alba riposa, diventa alba e scrive, racconta se stessa nella gioia di una vita vissuta.
Pubblica il primo libro "Io Sara, dalla A alla Z" promosso nella giornata di martedì 25 Ottobre dall'Istituto Comprensivo "Don Bosco – Battisti" con il patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Cerignola in collaborazione con le Associazioni "Oltre Babaele" e "SOS Sorriso".

Sara vive la Città attraverso gli occhi degli amici, le foto che le giungono tramite Whatsapp, i messaggi e i racconti carpendo ogni sensazione, ogni emozione. È una spugna che assorbe e rilascia emozioni fresche, genuine e nel suo vestito di purezza rilascia semplicità, nella sua luminosità rilascia gioia… nella sua sofferenza trasmette letizia e una innata, fantastica, meravigliosa voglia di vivere.

Sara è esperta di fotografia. Non possiede una macchina fotografica professionale, programmi di grafica in grado di correggere la luminosità, il colore e il calore delle foto. Scatta con un telefonino foto perfette. Ricche del colore del suo sguardo, della luminosità della sua anima, del calore del suo esser Sara.

Gli alunni dell'Istituto Comprensivo "Don Bosco – Battisti" elaborano alcuni disegni, Sara scrive ed interpreta il racconto che li accompagnerà in un commovente video e vince il Premio Internazionale di Arte Contemporanea Femminile "Women in… Art" come miglior blogger e scrittrice che ritirerà, il 7 Dicembre, l'Assessore alle Politiche Sociali Rino Pezzano, durante l'evento sotto la direzione artistica del Maestro Miguel Gomez, svoltosi presso la chiesa di Santa Teresa dei Maschi, nel Borgo Antico di Bari.

Sara scrive, ma alla presentazione del libro non è fisicamente presente perché l'amica di sempre, la sua patologia, non gli permette uscite.

Vince il Premio Internazionale di Arte Contemporanea Femminile "Women in… Art" ma non ritira personalmente il premio perché l'amica di sempre non la lascia mai sola e richiede attenzioni.

Alla manifestazione contro la violenza di genere "Genere e pregiudizio: arginiamo ogni forma di violenza" Sara partecipa attivamente con il videomessaggio "Voglio tutto e subito", segue da casa, segue a letto con la compagnia della sua cara, legata amica di sempre perché Sara, nei confronti della sua amica di sempre, non nutre rabbia ma serenità, non chiusura ma tolleranza, non reazione ma sopportazione perché fa parte della sua vita vissuta e raccontata in ogni verso, ogni scritto, ogni foto, ogni messaggio… ogni buongiorno… ogni raggio di sole che, pur non baciandola, la sa amare.

Sara è arte che vive, letteratura che racconta mondi che non conosciamo, poesia che entra nell'anima e solca il cuore di emozioni, voce delicata, lieve, tenue… che assorbe e innamora, cattura e rapisce.

Sara Ciafardoni ha 11 anni… Sara è in questi versi:

"La luce della luna filtra attraverso le foglie degli alberi.
"Una luce soave che mostra piccole ali di piccoli folletti senza nomi che percorrono le vie stellate.
Un bosco, un bosco semplicemente incantato.
L'odore di rose e di aghi di pino inebriano il viandante per qualche secondo
e, nel frattempo, cerca di dare un nome a tutti quegli odori strani che non sa ben riconoscere.
Possenti querce millenarie costellano il bosco
e le loro fronde creano piacevoli cerchi di luce sul terreno.
Un'aria magica colma lo spettacolo tramite un'eguagliabile e profonda atmosfera.
Le ombre sembrano animali amorevoli e protettivi che possono prendere forma solo nella notte.
Ad un tratto appare un piccolo essere alto più o meno come una mela rossa e succosa.
È un folletto verde con una semplice stoffa a vela cucita addosso.
Il tenerone, che cerca sempre attenzioni e coccole, ha grandi occhi che ricordano la luna che illumina la serata.
Ma nel frattempo entra la Regina e tutti si nascondono.
Vedo,
perché tutto ciò che mi ricordo di quel periodo sono le risate aspre che mi gironzolavano attorno.
La scuola mi era sempre stata descritta come un posto dolce nel vero senso della parola,
dove le fate insegnanti erano sempre disponibili con te.
A dir la verità mi sono ritrovata faccia a faccia con Caronte,
quell'essere meschino e odioso.
Una passeggiata dolorosa e mortificante ho fatto con Lui,
ho sempre cercato di nascondere la mia forza per essere più simile agli altri
ma nessuno sembrava accorgersi di me.
Mi sentivo sempre con gli occhi puntati addosso ma nessuno diceva niente.
Incredibile come un solo sguardo possa creare disagi in un mostro come me,
potevo toccarli con mano quegli sguardi, quelle facce orribili.
Perché mi trattavano in quel modo?
Forse era il mio modo di fare… il mio modo di parlare… il mio modo di camminare… il mio fisico… o ancora la mia energia troppo elevata che spaventava anche gli insegnanti.
Veramente non saprei.
Iniziai però a sentirmi brutta, bruttissima e ancora più brutta.
Forse ero debole… anzi lo sono!
E tutti nel frattempo ridevano di me!
Avrei voluto urlare ma non avevo il coraggio di farlo.
Come quando voli fino a non avere più aria nei polmoni e sentirti soffocare.
Io mi sentivo sempre così… ma nessuno ci faceva caso.
Mi sentivo così inutile che chiedere aiuto era fuori discussione.
Avrei risolto tutto da sola forse…
La verità è che la suddetta Regina cattiva ama le lacrime che le scolpiscono il viso
perché sono state sempre con lei anche nei momenti di difficoltà.
Fa ridere rendere una Regina oscura una massa di paura nel corpo indifeso?
A me non ha mai fatto ridere… mai… mai!
  • notizie
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
L’estremo saluto ad Aurora e Agostino. L’estremo saluto ad Aurora e Agostino. Questo pomeriggio alle ore 15:30 il momento del dolore da rispettare, delle lacrime, della compartecipazione, del silenzio, della riflessione… della sofferenza che invade, aleggia, lega e annoda una comunità che si deve sentire unita.
Bk Club Cerignola, parte con una vittoria sul Barletta l'era Vozza Bk Club Cerignola, parte con una vittoria sul Barletta l'era Vozza 81-69 contro i biancorossi di coach Scoccimarro e vetta della classifica sempre ad un passo
Continuano le memorie difensive del Sindaco Metta mediante la trasmissione  “Buonasera Cerignola” -VIDEO- Continuano le memorie difensive del Sindaco Metta mediante la trasmissione “Buonasera Cerignola” -VIDEO- “Oggi vi parlo del capitolo intitolato “recupero e restauro del murale dedicato a Giuseppe Di Vittorio… un altro dei miei reati. Io ho la colpa di aver recuperato il murale a Giuseppe Di Vittorio”.
Ordinanza di Proclamazione del Lutto Cittadino Ordinanza di Proclamazione del Lutto Cittadino Il Sindaco dispone la proclamazione del Lutto cittadino per il giorno in cui verranno eseguite le esequie.
Commissione antimafia a Cerignola. Il Sindaco Metta si difende in rete con il “Buonasera Cerignola”. Commissione antimafia a Cerignola. Il Sindaco Metta si difende in rete con il “Buonasera Cerignola”. Come riferisce Metta, si tratta di presunte irregolarità, da accertare e approfondire, non di certo di notizie di reato. Queste le motivazioni che hanno spinto il Sindaco di Cerignola a “difendersi democraticamente e pubblicamente” mediante una trasmissione intitolata “Buonasera Cerignola”
Lattanzio all'ultimo respiro: il Cerignola sbanca Sorrento 2-1 Lattanzio all'ultimo respiro: il Cerignola sbanca Sorrento 2-1 Vittoria di grande carattere dei gialloblù di Bitetto che conquistano tre punti importantissimi
Incidente stradale nel quartiere Fornaci. Perdono la vita un 17enne e una 16enne Incidente stradale nel quartiere Fornaci. Perdono la vita un 17enne e una 16enne Perdono la vita Agostino Antonacci (classe 2001) e Aurora Traversi (classe 2003) mentre il giovane alla guida del veicolo e il passeggero che occupava il sedile posteriore sono stati ricoverati presso il Nosocomio “Tatarella” di Cerignola
Rifondazione Comunista partecipa alla marcia della pace e propone  la fiaccolata contro le mafie. Rifondazione Comunista partecipa alla marcia della pace e propone la fiaccolata contro le mafie. Rifondazione Comunista propone a tutte le forze politiche, economiche e sociali, alle istituzioni locali, alla Prefettura di Foggia, alla Provincia di Foggia e alla Regione Puglia di conferire una forte e specifica connotazione di denuncia dell'Emergenza Criminalità.
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito dall'associazione Kerina Production. Partita iva 90041150716. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.