OSPEDALE TATARELLA. <span>Foto Vito Monopoli</span>
OSPEDALE TATARELLA. Foto Vito Monopoli
Territorio

Situazione allarmante a Cerignola, anche Tommaso Sgarro dice basta

Prima Franco Metta, poi Tommaso Sgarro “Emergono tuttavia inquietanti responsabilità”. Dal dramma del COVID alla sospensione, da circa due mesi, della Terapia Intensiva Cardiologica

Panico nella città di Cerignola per l'elevato numero dei contagiati, stando alle informazioni del C.O.C. pubblicate nella giornata di ieri a Cerignola ci sarebbero 470 contagiati, tristezza e dolore per le continue vittime, ultimo l'imprenditore cerignolano Sandro Amoruso deceduto nella giornata odierna, ansia nell'attesa di sapere cosa i DPCM disporranno a partire dal 3 dicembre, forti segnali di allarme lanciati da medici e operatori sanitari, ipotesi di chiusura della città. Una situazione preoccupante, quella cerignolana, che sta spingendo alcuni rappresentanti politici ad accendere i riflettori su responsabilità e disorganizzazione, carenza di informazione e inadeguatezza dei vertici ASL.

Se nelle giornate passate il già Sindaco di Cerignola, avv. Francesco Metta, mediante le rubriche quotidiane e a mezzo facebook, in più occasioni, ha denunciato la carenza di informazioni da parte della Prefettura, della ASL, delle istituzioni preposte e lo stato di immobilismo della Commissione Straordinaria che amministra la città di Cerignola , nella mattinata odierna anche Tommaso Sgarro, a mezzo facebook, lancia accuse pesanti sia nei confronti della ASL che della Regione Puglia senza risparmiare la Commissione Straordinaria.

"Chiudere o non chiudere la città? A questo punto la domanda mi sembra addirittura superata – scrive Tommaso Sgarro in un post facebook pubblicato nelle prime ore della mattinata - Si sarebbe dovuto fare venti giorni fa, ora i buoi sono scappati.
Emergono tuttavia inquietanti responsabilità:
L'incapacità di mappare la malattia a causa della totale INADEGUATEZZA dei vertici ASL
DISORGANIZZAZIONE della politica regionale rispetto alla gestione della seconda ondata.
INDIFFERENZA da parte della Commissione straordinaria di Cerignola che vive in una bolla.

Insomma le Istituzioni hanno dato una pessima prova.
NON basta prendersela con l'IRRESPONSABILITÀ, pur evidente, di alcuni cittadini.
Avremmo dovuto imparare a convivere col virus si era detto, e come? Nessuno ha svolto il ruolo che gli spettava per poterlo fare.
Oggi passiamo alla mesta conta dei nostri morti, muovendoci alla cieca e al più potendo invitare ciascuno di noi alla prudenza e all'attenzione
".

Affermazioni pesanti che evidenziano il forte stato di malessere di una comunità che soffre e che, in particolar modo, vede sottrarsi servizi indispensabili per la salute di tutti.
Sottolineamo che all'Ospedale "Tatarella" di Cerignola, da circa due mesi, non esiste più la Terapia Intensiva Cardiologica, quel reparto che per circa 30 anni è stato il fiore all'occhiello della sanità di Capitanata.
Disposizioni del Direttore Generale Vito Piazzolla che ha letteralmente sospeso il servizio di Terapia Intensiva Cardiologica per inserire in reparto 10 posti letto COVID e costringendo i malati cardiologici a spostamenti inutili. Resta da chiedersi dove vadano a finire i cittadini che subiscono infarti o blocchi.
Ricorderemo tutti che la Regione Puglia, ed il PD, avevano promesso a Cerignola l'emodinamica, questa non l'abbiamo mai avuta e, come se non bastasse, l'eccellente Terapia Intensiva Cardiologica ci è stato letteralmente soppressa.
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Ricettazione e riciclaggio di veicoli, arresti nel foggiano Ricettazione e riciclaggio di veicoli, arresti nel foggiano Operazione 'Cannibal cars', business da 100mila euro al mese
Servizi straordinari "Alto impatto" a Cerignola, i risultati Servizi straordinari "Alto impatto" a Cerignola, i risultati Controllate circa 2000 persone e 1000 veicoli, eseguite 22 perquisizioni sul posto, 4 persone tratte in arresto
Rientro a scuola in sicurezza, la Regione Puglia approva corse aggiuntive per il trasporto pubblico locale Rientro a scuola in sicurezza, la Regione Puglia approva corse aggiuntive per il trasporto pubblico locale I servizi dovranno essere espletati dalle aziende già affidatarie dei servizi minimi di trasporto pubblico locale
A Cerignola la connessione internet nelle zone centrali da oggi è gratuita A Cerignola la connessione internet nelle zone centrali da oggi è gratuita La comunicazione è stata pubblicata sul sito del Comune di Cerignola. La rete gratuita è identificata col nome WiFi4EU, non c'è bisogno di inserire password
Approvato il “Protocollo operativo Covid per l’evento nascita” Approvato il “Protocollo operativo Covid per l’evento nascita” Approvato dalla Giunta Regionale aggiornando le procedure del percorso nascita, anche sulla base dell'esperienza maturata nel corso della gestione della pandemia da Covid 19
Venerdì 22 gennaio Assemblea costituente di "Noi - Comunità in movimento" Venerdì 22 gennaio Assemblea costituente di "Noi - Comunità in movimento" "Ricostruire la partecipazione democratica per superare la fase di commissariamento"
“La Puglia non tratta”, il covid rende più invisibili le vittime di sfruttamento sessuale e lavorativo “La Puglia non tratta”, il covid rende più invisibili le vittime di sfruttamento sessuale e lavorativo Medtraining impegnata nell’attività di prevenzione e contrasto in Capitanata, anche attraverso il lavoro dell’unità mobile di strada
Campagna vaccinale anti-COVID, partita la somministrazione delle seconde dosi Campagna vaccinale anti-COVID, partita la somministrazione delle seconde dosi 5637 i vaccini somministrati sino al 16 gennaio, al "Tatarella" di Cerignola sono state somministrate 1101 dosi
© 2001-2021 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.