Ilie - Dibisceglia - Colucci
Ilie - Dibisceglia - Colucci
Sport

“The night of kickboxing”, lo spettacolo a Orta Nova

La “Fighters” del team Dibisceglia – Colucci stravince con Giada Colucci, Armando Lastella, Francesco Pio Traversi, Naccari, Angelo Volpe e Gabriel Ilie

"The night of Kickboxing" è la terza edizione dell'evento sportivo che ha attirato un foltissimo numero di spettatori nella città di Orta Nova. Organizzato impeccabilmente da Angelo e Fabio Tarateta, nato con lo spirito di divulgare tra i giovani la spettacolare disciplina sportiva della Kickboxing e attirare coloro che già sono appassionati, ha visto la partecipazione di atleti di fama internazionale provenienti dalle palestre più rinomate nella disciplina e, nell'ultimo incontro, la sfida per il Titolo Internazionale di Kickboxing tra il cerignolano Gabriel Ilie del Team Dibisceglia – Colucci e il fortissimo marocchino Chakir.

La ASD "Fighters" del Team Dibisceglia – Colucci ha partecipato alla manifestazione sportiva, svoltasi al Ristorante Pizzeria Decanter, con 7 atleti appartenenti alle varie categorie e, come ormai si verifica puntualmente, ha fatto incetta di successi aggiudicandosi 6 vittorie ed un pari merito.

Iniziando con il pari merito conquistato dalla piccola Giada Colucci che, alla sua tenera età, ha mostrato dote, talento e tanta sportività a dimostrazione della correttezza ed educazione sportiva impartita da papà Domenico, educatore nella vita e sul ring.

Nel secondo incontro Armando Lastella ha combattuto con Di Paola. Tre riprese per decretare la vittoria del cerignolano Lastella che cresce tecnicamente in modo esponenziale mostrando capacità e coraggio nella perfetta alternanza tra attacco e difesa.

Il terzo incontro ha regalato emozioni e forti esultanze. Francesco Pio Traversi contro Calabrese in un ritmo difficile da sostenere, tra colpi diretti e paurosi attacchi, velocità e rovesci, calci e pugni che, in più occasioni, hanno scoraggiato il foggiano Calabrese che, sotto i colpi di Traversi, ha retto alle tre riprese con enormi difficoltà e sacrificio. Indubbiamente la giuria tecnica ha decretato la vittoria del cerignolano Francesco Pio traversi.

Un quarto incontro difficile e sostenuto nei ritmi quello tra Stefano Mazzilli e Puolo. Il classico incontro tecnico che vede gli atleti studiarsi a debita distanza, sferrare pugni con l'immediata alzata di guardia, giocare tra attacco e difesa nella massima concentrazione consci che una sola distrazione potrebbe decretare la vittoria dell'avversario. Sul ring Stefano Mazzilli ha combattuto d'astuzia abbandonando la solita aggressività che lo distingue, ha combattuto a ritmi sostenuti nel continuo studio dell'avversario, attaccando frontalmente e arretrando velocemente tenendo sempre alta la guardia fino ad aggiudicarsi l'importante vittoria che segna un altro enorme successo nel suo curriculum.

Il ritmo di combattimento diventa veloce, frenetico, aggressivo e tosto durante l'incontro tra il siciliano Naccari del Team Dibisceglia – Colucci e il rumeno Làpusneanu. Due atleti di tutto rispetto, coraggiosi, veloci, forti e tecnicamente spettacolari. Attacchi frontali e ganci diretti sul volto, rovesciate e calci, spettacolo e forza, aggressività e sportività nel massimo rispetto dell'avversario. Tre riprese mozza fiato capaci di azzittire e far esultare l'intera platea di spettatori increduli dell'enorme resistenza di Làpusneanu che, sotto i colpi di Naccari, incassava e reagiva nell'immediato in una perfetta alternanza tra sofferente difesa e aggressivo attacco. Sacrificio, prestanza fisica, brillante tecnica e perfetto stile hanno caratterizzato la vittoria del siciliano Naccari del Team Dibisceglia – Colucci.

Il momento di "The Fox" non lascia spazio a interpretazioni di gara, non fa riunire la giuria per il conteggio punti, non lascia decidere ai giudici perché il rumeno Pascali cade sotto i forti colpi di Angelo Volpe cha stravince. Dal primo secondo di gara il cerignolano Volpe si è trasformato in martello pneumatico, non incassa ma sferra pugni e calci, non arretra mai ma attacca incessantemente, gira intorno al ring comportandosi da padrone e dominando la scena sfoggiando tecnica e stile, eleganza e coraggio, carattere ed eleganza atletica ma soprattutto tanta forza. Pascali non riesce a concludere la seconda ripresa,cade sotto i colpi di Volpe… si accascia… si ritira… e poi Angelo lo abbraccia!

Il momento del Titolo Internazionale vede due grandi atleti sul ring, due signori combattenti, il cerignolano Gabriel Ilie del Team Dibisceglia - Colucci ed il marocchino Chakir. Nulla è scontato, niente è semplice, tutto è in gioco… il titolo, l'enorme lavoro svolto per arrivare all'incontro, l'orgoglio, la soddisfazione, la cintura. Cinque riprese mozza fiato hanno caratterizzato i momenti salienti dell'incontro, quelli in cui Gabriel Ilie ha subito tanto ed è caduto sotto il colpi di Chakir, quelli in cui hanno portato Gabriel a studiare l'avversario e capire quando attaccare, dove attaccare e come attaccare, quelli in cui è emerso Gabriel e quelli in cui Chakir ha subito tutta la forza, la preparazione, la determinazione e la voglia di un Gabriel Ilie che ha preteso quella cintura a coronazione della sua spettacolare carriera. La prima ripresa ha lasciato chiaramente intendere la forza di Chakir, la potenza dei suoi ganci, la "lunghezza" dei suoi colpi e la determinazione del suo carattere tecnico. Non poco per Gabriel che ha dovuto prima subire per poi capire e non concedere più nulla. Dalla seconda ripresa l'ascesa, sale il ritmo di Ilie, cresce la forza di Gabriel, aumenta la convinzione del cerignolano, si sviluppa a dismisura la determinazione dell'atleta che mette in serie difficoltà il rivale Chakir fino ad abbatterlo. Una sola ripresa per il marocchino, le altre quattro sono di Gabriel che conquista il titolo e indossa la cintura nell'esultanza di quanti lo hanno visto crescere in questi anni, del team Dibisceglia - Colucci che lo ha da sempre allenato, degli amici che lo hanno incoraggiato, dei combattenti cerignolani che lo hanno lodato, della famiglia che ha sofferto per soli tre minuti, della ragazza che lo ha abbracciato. Grabriel Ilie è il campione!
9 fotoFoto The Night of Kickboxing
Ilie Dibisceglia Colucciloc ilieloc lastellaloc mazzilliloc naccariloc traversiloc volpelocMazzilli abbraccia lavversario
Social Video7 minutiThe Night of Kickboxing
Altri video:
Locandina Gabriel Ilie
Intervista a Grabiel Ilie e Savino Dibisceglia1 minutoLuca Colopi
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Capitanata
  • Fighters Cerignola
Altri contenuti a tema
Ordine degli Avvocati di Foggia, Ursitti è Presidente Ordine degli Avvocati di Foggia, Ursitti è Presidente Eletto nel Consiglio l’avvocato cerignolano Marco Merlicco, non riesce nell’impresa l’avv. Francesco Disanto
Norme antiviolenza su donne e bambini, pene più severe Norme antiviolenza su donne e bambini, pene più severe Risposta concreta alla reale emergenza del Paese. Pene più severe, introdotto nuovo reato di lesioni permanenti al volto, lo dichiara Carla Giuliano M5S
Nessuna colpa e tanto dolore per i genitori dei 6 bambini investiti Nessuna colpa e tanto dolore per i genitori dei 6 bambini investiti Ogni genitore si era accertato che il proprio “bambino” fosse entrato allo Sporting Club e solo dopo l’ingresso ogni genitore è tornato in città
Rapinato TIR pieno di sigarette, sequestrato conducente Rapinato TIR pieno di sigarette, sequestrato conducente Accade sulla S.S. 655, l’autista è stato sequestrato, poi rilasciato nell’agro di Orta Nova. Il TIR ritrovato quasi sulla S.P. 85 fra Ruvo e Bisceglie
Strage ferroviaria, oggi a Roma per manifestare Strage ferroviaria, oggi a Roma per manifestare Tre anni di sfilate istituzionali, promesse fatte ma le 23 vittime del disastro ferroviario Andria – Corato sono cadute nel dimenticatoio
Gal Tavoliere, Antonio Stea non è più Direttore Tecnico Gal Tavoliere, Antonio Stea non è più Direttore Tecnico Il dott. Antonio Stea richiese a mezzo PEC la risoluzione del rapporto di lavoro per motivi di salute, il GAL Tavoliere delibera
L’Audace Cerignola ha presentato il ricorso L’Audace Cerignola ha presentato il ricorso Il ricorso dell’Audace Cerignola, ricorsi presentati anche dal Palermo, per la non riammissione in serie B, e Bisceglie, per la non riammissione in serie C
Bullismo a Candela, segnalati i minori responsabili Bullismo a Candela, segnalati i minori responsabili Identificati e segnalati all’autorità competente i minori responsabili di una pesante prepotenza nei confronti di un loro coetaneo
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.