Villa 2
Villa 2
Vita di città

Cerignola, la città dei vandali che agiscono indisturbati

Nel giro di poche ore due atti di vandalismo che hanno indignato i cittadini perbene

Indignazione, rabbia, rassegnazione: sono questi i sentimenti, profondamente negativi, che circolano da ieri negli animi della parte "sana" della città, quella frazione di cittadini che conosce il termine civiltà e s'indigna per i due gravi episodi di vandalismo che sono avvenuti nel giro di poche ore, per di più in una zona centralissima del centro ofantino.

Dapprima, in Villa Comunale, è stata danneggiata l'altalena per bambini e ragazzi disabili, utilizzata in realtà, sin dall'inaugurazione, praticamente da chiunque, senza rispetto per nessuno. Molto spesso alcuni adulti accorti e attenti hanno cercato di rimproverare e rieducare i ragazzi che non ne facevano un uso appropriato, ricevendo risposte spesso volgari, in alcuni casi minacciose. La cittadinanza lamenta l'assenza di controlli all'interno del parco principale della città, per di più ora che la villa è stata affidata in gestione a un privato, nonché il mancato utilizzo delle telecamere per funzioni di controllo. Lamentele assolutamente sacrosante e condivisibili, ma che non devono far deviare da quello che rappresenta il principale problema della città. Quale?

Cerignola è una città in cui vige la legge del più forte, dove per adattarsi e sopravvivere è spesso necessario fare propri atteggiamenti animaloidi, in particolare nella fascia più giovane della città.
Cerignola è una giungla, nella quale la principale regola è quella di non rispettarne nessuna.
Cerignola è un luogo nel quale tutti sanno ma molti fanno finta di non vedere, nel quale si tende ad accettare quello che, in quasi ogni altro posto d'Italia, è assolutamente inaccettabile.

Come se non bastasse, anche il Salotto di AmbientiAmo, a pochi passi dal Palazzo di città, ha subito un atto di vandalismo. E' stata infatti divelta una parte del cancello che racchiude lo spazio del parchetto ecologico. Lo stesso parco che era stato messo in piedi dai volontari dell'associazione ambientalista precedentemente menzionata per educare al riutilizzo dei materiali, al rispetto dell'ambiente, alle buone pratiche di riciclo, ma che è quasi sempre pieno di cartacce e rifiuti di chi va lì per consumare del cibo e "non si accorge" della presenza di cestini a pochissimi metri.

Ogni volta che accadono episodi del genere, tutti si pongono la stessa domanda: "Quando crescerà Cerignola?"
Chi scrive, invece, in questo momento si sta chiedendo: "Quando smetterà di regredire?"
  • Cerignola
  • Notizie Cerignola
Altri contenuti a tema
Brio Lingerie Pallavolo Cerignola, anche Martina Albanese rinnova con il collettivo fucsia Brio Lingerie Pallavolo Cerignola, anche Martina Albanese rinnova con il collettivo fucsia La schiacciatrice foggiana anche per quest'anno in forza alle pantere
“Ferragosto Sicuro”, obiettivo centrato “Ferragosto Sicuro”, obiettivo centrato I Carabinieri hanno vigilato senza sosta su centri abitati, località turistiche e luoghi di ritrovo per garantire serenità e pacifica convivenza
Audace Cerignola, presentate le istanze di ricorso Audace Cerignola, presentate le istanze di ricorso Martedì 13 Agosto sono state presentate dall’avv. Cesare Di Cintio le iniziative giuridiche presso il Consiglio di Stato e il TAR Lazio
Audace Cerignola, campagna abbonamenti 2019/2020 Audace Cerignola, campagna abbonamenti 2019/2020 Lunedì 19 Agosto parte la campagna abbonamenti dell’Audace Cerignola
Antonella Ruggiero a Castelluccio Valmaggiore Antonella Ruggiero a Castelluccio Valmaggiore Con lei una band di musicisti della Capitanata, in attesa dell'anniversario millenario della Torre Bizantina
Dal pellegrinaggio alla razzia dell’area di servizio Dal pellegrinaggio alla razzia dell’area di servizio 90 pellegrini siciliani, dimenticando la fede, provenienti dal santuario di San Giovanni Rotondo fecero razzia all’area di Servizio “Le Saline Ovest”
Arrestato un membro della gang che aggredì Giuseppe Arrestato un membro della gang che aggredì Giuseppe Giuseppe e il fratello furono aggrediti alla festa patronale di Canosa di Puglia. In carcere uno dei membri della banda
Disguidi e lunghe file agli uffici postali di Cerignola Disguidi e lunghe file agli uffici postali di Cerignola Lunghe file, operatori postali oberati di lavoro a causa dell’inoperatività della Posta Centrale. Una postazione mobile avrebbe evitato il tutto
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.