Vino sversato a San Severo
Vino sversato a San Severo
Cronaca

Fiumi di vino sversati a San Severo, vile sabotaggio

Le parole di condanna di Coldiretti Puglia, che chiede l’intervento del Ministro degli Interni e dell’esercito, e del Sindaco di San Severo

Un vile attentato messo a segno da ignoti ai danni dei silos dell'Antica Cantina – Cantina Sociale Cooperativa San Severo, ubicati sulla strada statale 272 che porta a San Marco in Lamis, a poca distanza dal casello autostradale.

Bocchettoni dei silos aperti per far disperdere migliaia di litri di vino nelle campagne con un enorme danno per la nota e storica cantina di Sa Severo.

Una criminalità feroce e dannosa che continua a imporre il clima da far west nelle campagne di Capitanata, che dissangua imprese agricole e di trasformazione. Dure le parole di denuncia della Coldiretti Puglia che ha chiesto l'intervento del Ministro degli Interni e dell'esercito per un presidio massiccio e costante delle aree rurali.

"Evidentemente si sta sottovalutando la situazione. Sabotaggi, assalti armati per rubare mezzi agricoli, furto di prodotti e ulivi, taglio di ceppi di uva e tiranti, non si contano più per frequenza e gravità i fenomeni criminosi che colpiscono e indeboliscono il settore agricolo e non si tratta più soltanto di "ladri di polli", quanto di veri criminali che organizzano raid capaci di mettere in ginocchio un'azienda", denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Si assiste alla 'stagionalità' delle attività criminose in campagna – denuncia Coldiretti Puglia – perché squadre ben organizzate tagliano i ceppi dell'uva da vino a marzo e aprile, rubano l'uva da tavola da agosto ad ottobre, le mandorle a settembre, le ciliegie a maggio, rubano le olive da ottobre a dicembre, gli ortaggi tutto l'anno, ma preferiscono i carciofi brindisini e gli asparagi foggiani, dimostrando che alla base dei furti ci sono specifiche richieste di prodotti redditizi perché molto apprezzati dai mercati, rubano gli ulivi monumentali perché qualcuno evidentemente li ricerca.

"E' impensabile e inaccettabile che dopo mesi di sforzi e di fatiche, lottando quotidianamente contro la burocrazia e il clima impazzito – insiste con forza Giuseppe De Filippo, presidente di Coldiretti Foggia - un'azienda agricola veda andare in fumo il frutto del proprio lavoro ad opera di bande criminali che compiono atti di gravità inaudita. Sono state boicottate due strutture del territorio e sversati migliaia di litri di vino e mosto nelle campagne, una atto intimidatorio senza eguali. Chiediamo una cabina di regia interforze che stringa le maglie dei controlli nelle aree rurali e organizzi sistemi di presidio anche tecnicamente all'avanguardia perché così non è più possibile andare avanti".

Oltre ai furti di rame, prodotti e mezzi agricoli, stiamo registrando fenomeni estorsivi – aggiunge Coldiretti Puglia - chiaramente evidenziati dai numerosi tendoni e ceppi di uva tagliati. Il fronte dell'illegalità è sempre più ampio e riguarda la proprietà fondiaria, le infrastrutture di servizio all'attività agricola e, non da ultime, le produzioni agricole ed agroalimentari.

"Abbiamo bisogno di lavorare in campagna in un clima di serenità – dice Salvatore Moffa, presidente di Coldiretti San Severo e Torremaggiore – non è pensabile fare impresa guardandosi continuamente le spalle o facendo le ronde diurne e notturne per salvare aziende, mezzi e prodotti agricoli. E assistiamo anche un grande scoraggiamento degli agricoltori che per paura non denunciano. I quotidiani fenomeni criminosi hanno l'effetto di spopolare le campagne, perché le famiglie residenti nelle aree rurali ci pensano due volte prima di continuare a vivere in campagna".

I reati contro il patrimonio, quali furto di mezzi agricoli (15%), abigeato (11%), furto di prodotti agricoli (13%), racket (9%), usura, danneggiamento, pascolo abusivo, estorsione, rappresentano la "porta di ingresso principale" della malavita organizzata e spicciola nella vita dell'imprenditore e nella regolare conduzione aziendale, conclude Coldiretti Puglia.

Anche il Sindaco di San Severo, Francesco Miglio, interviene sull'argomento con prole di condanna:

"Siamo di fronte ad un evento davvero triste che scuote la nostra coscienza – dichiara il Sindaco avv. Francesco Miglio – un fatto che è di gravità inaudita, oltre che un gesto di vigliaccheria assoluta perpetrato in danno di lavoratori e produttori del nostro comprensorio. Esprimo, a nome mio personale e di tutta la Civica Amministrazione, la più totale e convinta solidarietà a tutta la grande famiglia dell'Antica Cantina, ci sentiamo vicini, molto vicini a tutti. Questo episodio è uno schiaffo terribile per la nostra economia e per l'Antica Cantina, uno schiaffo violento alla gente perbene ed operosa di San Severo che lavora in uno dei settori più importanti della nostra economia. Mi auguro che i responsabili vengano individuati al più presto ed assicurati alla giustizia"
2 fotoSabotaggio alla Antica Cantina – Cantina Sociale Cooperativa San Severo
Sabotaggio vino sversato a San SeveroVino sversato a San Severo
  • notizie
  • vino
  • San Severo
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Olio, prezzi troppo bassi su scaffali Olio, prezzi troppo bassi su scaffali Coldiretti Puglia: domani, 22 Novembre, incontro il con sottosegretario alle Politiche Agricole
Omaggio a Cosimo Dilaurenzo Omaggio a Cosimo Dilaurenzo Nove contributi di cultori di storia locale in un omaggio all’amico e allo studioso nel primo anniversario della scomparsa
Arrestato il Sindaco di Serracapriola Arrestato il Sindaco di Serracapriola Eseguita dai Carabinieri una ordinanza cautelare a carico del sindaco Giuseppe D’Onofrio.
PSR Regione Puglia, stangata per Emiliano PSR Regione Puglia, stangata per Emiliano Direzione generale dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale della Commissione Europea vuole vederci chiaro, le dichiarazioni di Raffaele Fitto
Lega Cerignola,  Vincenzo Specchio nominato segretario Lega Cerignola, Vincenzo Specchio nominato segretario Il segretario provinciale della Lega ha nominato Vincenzo Specchio segretario della Lega Cerignola
Grieco chiama i bimbi allo Stadio Comunale “Monterisi” Grieco chiama i bimbi allo Stadio Comunale “Monterisi” Audace Cerignola, domenica 24 Novembre 2019, invita allo stadio tutti i bimbi della Città di Cerignola. Coloriamo lo stadio 'Monterisi' del nostro Futuro
TARI a Cerignola, nessun risparmio per i cittadini TARI a Cerignola, nessun risparmio per i cittadini La somma di € 1.433.403,51 decurtata a SIA srl per il mancato avvio della raccolta differenziata deve coprire i costi di smaltimento presso CISA s.p.a.
Al via il bonus per l’acquisto di smart Tv e decoder. Al via il bonus per l’acquisto di smart Tv e decoder. Al via il bonus per sostenere famiglie nella transizione alla nuova generazione
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.