Banner Cerignola di Fratelli d'Italia
Banner Cerignola di Fratelli d'Italia

Fratelli d'Italia Cerignola: «Tari, il business dell'emergenza piace a Comune e Regione»

I colpevoli? Il solito Metta e la Regione Puglia del governatore Michele Emiliano e del "mammasantissima" Ager Gianfranco Grandaliano.

Si riattivino subito gli impianti a Forcone Cafiero, si faccia richiesta del fondo di solidarietà regionale e si parta con la raccolta differenziata. Sennò, con la scusa dei siti di trasferenza dei rifiuti, la Tari è destinata ad alzarsi ancora. Sempre a spese dei cittadini.

I colpevoli? Il solito Metta che ha ridotto Sia sul lastrico, fatto chiudere la discarica e perso gli impianti. Ma quando si tratta di fare macelli sui rifiuti Metta non è solo: con lui c'è la Regione Puglia del governatore Michele Emiliano e del "mammasantissima" Ager Gianfranco Grandaliano.
La Regione Puglia, in mano alla sinistra dal 2005, non ha un piano dei rifiuti. Ha un obiettivo 65% di raccolta differenziata immaginata da Nichi Vendola e Michele Emiliano, senza però avere strumenti seri per raggiungerlo. Anni di "no" preconcetti a discariche, inceneritori, termovalorizzatori hanno portato ad una continua emergenza. Ma è evidente quanto a qualcuno faccia comodo questa emergenza. Le discariche funzionanti sono poche e allora i rifiuti raccolti sono "temporaneamente" portati nei cosiddetti "siti di trasferenza": da noi si chiama Ecodaunia, scelta dal sindaco in "emergenza" un anno fa di questi tempi. Portare da Ecodaunia i rifiuti anziché direttamente in discarica (a Massafra, perché grazie a Metta Cerignola non ha più una discarica attiva), ha dei costi crescenti e pesanti.

Esiste un fondo di solidarietà regionale di circa 4 milioni di euro per partecipare a queste spese sopraggiunte in "emergenza". Ma se la Regione non lo erogherà entro il 31 luglio, ciascuno dei 258 Comuni pugliesi dovrà ritoccare il Pef, insomma dovrà aumentare ancora la Tari. Una tonnellata di umido (da raccogliere e portare in discarica) nel 2016 costava 80 euro, lievitati a 160 euro quando dalla discarica Sia siamo andati lontano a conferire. Oggi, con la sosta in "emergenza" da Ecodaunia, una tonnellata di umido costa 200 euro.

Che fare? Accedere al fondo regionale per non gravare sulle spalle dei cittadini, sicuramente. Ma attivare subito le biocelle che Aseco ha costruito a Forcone Cafiero negli impianti persi da Sia Srl a causa di Metta. Se il sindaco sbloccasse l'adeguamento dei locali, biostabilizzando (riducendo il volume dei rifiuti) porteremmo alla trasferenza e poi in discarica una quantità minore di frazione organica. E conterremmo i costi, perché limiteremmo questa continua "emergenza".
In ultimo, serve avviare la raccolta differenziata, che oggi è ferma allo 0%, malgrado i proclami periodici di questo sindaco.
La strada esiste. Chissà se c'è anche la volontà.
Sennò avremo un nuovo aumento Tari.
  • notizie
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Ordine degli Avvocati di Foggia, Ursitti è Presidente Ordine degli Avvocati di Foggia, Ursitti è Presidente Eletto nel Consiglio l’avvocato cerignolano Marco Merlicco, non riesce nell’impresa l’avv. Francesco Disanto
Norme antiviolenza su donne e bambini, pene più severe Norme antiviolenza su donne e bambini, pene più severe Risposta concreta alla reale emergenza del Paese. Pene più severe, introdotto nuovo reato di lesioni permanenti al volto, lo dichiara Carla Giuliano M5S
Nessuna colpa e tanto dolore per i genitori dei 6 bambini investiti Nessuna colpa e tanto dolore per i genitori dei 6 bambini investiti Ogni genitore si era accertato che il proprio “bambino” fosse entrato allo Sporting Club e solo dopo l’ingresso ogni genitore è tornato in città
Rapinato TIR pieno di sigarette, sequestrato conducente Rapinato TIR pieno di sigarette, sequestrato conducente Accade sulla S.S. 655, l’autista è stato sequestrato, poi rilasciato nell’agro di Orta Nova. Il TIR ritrovato quasi sulla S.P. 85 fra Ruvo e Bisceglie
Strage ferroviaria, oggi a Roma per manifestare Strage ferroviaria, oggi a Roma per manifestare Tre anni di sfilate istituzionali, promesse fatte ma le 23 vittime del disastro ferroviario Andria – Corato sono cadute nel dimenticatoio
Gal Tavoliere, Antonio Stea non è più Direttore Tecnico Gal Tavoliere, Antonio Stea non è più Direttore Tecnico Il dott. Antonio Stea richiese a mezzo PEC la risoluzione del rapporto di lavoro per motivi di salute, il GAL Tavoliere delibera
L’Audace Cerignola ha presentato il ricorso L’Audace Cerignola ha presentato il ricorso Il ricorso dell’Audace Cerignola, ricorsi presentati anche dal Palermo, per la non riammissione in serie B, e Bisceglie, per la non riammissione in serie C
Bullismo a Candela, segnalati i minori responsabili Bullismo a Candela, segnalati i minori responsabili Identificati e segnalati all’autorità competente i minori responsabili di una pesante prepotenza nei confronti di un loro coetaneo
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.