Assessore Rino Pezzano
Assessore Rino Pezzano

Sprar a Borgo Libertà, Pezzano: "Comprensibili i timori dei residenti; al lavoro per la valorizzazione socio-economica della borgata"

Dichiarazione del vicesindaco di Cerignola con delega alle Politiche sociali, Rino Pezzano.

Le ricostruzioni apparse sulla stampa relativamente all'attivazione di un progetto SPRAR all'interno della "Casa Sollievo dell'Immigrato", allocata a Borgo Libertà, costringono ad alcune doverose precisazioni, tecniche e politiche, utili a riordinare gli elementi di base della questione, e quindi alla comprensione di ratio, contesto e percorso amministrativo dell'attività in oggetto.

Preliminarmente va chiarito un punto, che è poi il punto di partenza dell'intero iter amministrativo, in assenza del quale è fin troppo facile addivenire a giudizi superficiali e sommari, che travalicano senso e merito, mistificando i fatti e prestando il fianco al fuoco dell'intolleranza.

E il punto iniziale attiene all'eredità consegnata a questa Amministrazione con la struttura "Casa Sollievo dell'Immigrato": un progetto, in sintesi, già avviato e completato nella precedente consiliatura, la cui mancata prosecuzione avrebbe comportato oneri non indifferenti per le casse comunali, soggette a sanzione con revoca dell'importante finanziamento ministeriale ottenuto all'uopo nell'ambito del PON Sicurezza per lo sviluppo, Obiettivo convergenza 2007-2013. Un rischio notevole, che era dovere di questa Amministrazione scongiurare: tacitare questo elemento costituisce grave omissione, oltre che sicura mistificazione.

Altro dato da tenere in considerazione in premessa è il mutato scenario nazionale e territoriale in tema di flussi migratori, che scontano certamente una pressione differente rispetto al passato; di conseguenza, il diverso contesto normativo in cui si muovono gli enti locali, chiamati a fare ciascuno la propria parte e ad attenersi a precise direttrici ministeriali che, di concerto con l'Anci, fissano per i Comuni soglie tassative in tema di accoglienza, e relativi strumenti (vedi il Sistema di Protezione per

Richiedenti Asilo e rifugiati – SPRAR), giungendo finanche all'imposizione prefettizia laddove gli enti non rispondano in maniera solerte ed adeguata.

I due punti in premessa sono essenziali per comprendere a pieno il percorso, quasi obbligato, a cui è dovuto sottoporsi l'Assessorato che mi onoro di rappresentare, stretto tra diverse esigenze: da un lato quella umanitaria e normativa, che ci ha portati a definire anche un secondo SPRAR sì da rispondere alle esigenze di accoglienza del Ministero imposte al comune di Cerignola, riutilizzando la ex scuola per infermieri, in pieno centro (basti questo a rifuggire l'idea di una volontà politica ghettizzante); dall'altro l'onere di dover dare prosecuzione alla progettualità sorta nel frattempo a Borgo Libertà e che per scelta politica della precedente amministrazione era già stata destinata all'accoglienza temporanea di persone extracomunitarie regolari. Finalità che codesto Assessorato ha inteso e dovuto assolvere sin dal suo insediamento (anche per non incorrere nella sanzione di cui sopra), bandendo un avviso pubblico per l'individuazione di un soggetto gestore del servizio già predisposto all'interno della struttura.

Solo a fronte di un avviso andato deserto ci si è posti il problema del riutilizzo del centro, con modalità che non stravolgessero la destinazione di partenza. Da qui la scelta di attivazione di uno SPRAR, nella triplice consapevolezza che: a) il Comune di Cerignola deve, al pari degli altri enti, rispondere alle mutate esigenze di accoglienza; b) una eventuale inerzia amministrativa comporterebbe l'intervento impositivo dell'organo prefettizio; c) lasciare nel totale abbandono una iniziativa già predisposta avrebbe comportato la revoca del finanziamento ministeriale erogato.

Vi è anche un quarto elemento valutato da questa Amministrazione, che si pone in continuità con i timori espressi dalla comunità residente a Borgo Libertà: il rischio di ghettizzazione dei migranti in una realtà già particolarmente complessa e travagliata. Da questo punto di vista, lo SPRAR offre certamente maggiori garanzie in termini di sicurezza e possibile integrazione dei migranti rispetto alla progettualità precedente, trattandosi di strumento sotto il controllo istituzionale di Comune e Prefettura e con finalità integrative nella comunità di approdo.

Infine, proprio in virtù di questi timori -oltre che per rispondere al sacrosanto diritto dei residenti di vivere una vita dignitosa e civile-, questa Amministrazione ha cominciato ad intervenire concretamente nella borgata sul fronte servizi: riprova ne sono la riattivazione dello Sportello postale e del Centro Incoming turistico giovanile, nonché la nascita, in cantiere, di un punto di primo soccorso sanitario.

La progettualità turistico-culturale, poi, di Torre Alemanna, opportunamente monitorata ed indirizzata, potrà fungere da traino per la valorizzazione dell'area ed un rinnovato risveglio sociale, garantendo al contempo una sicura vicinanza istituzionale.

Per tutti questi motivi, il mio appello è alla comunità cerignolana, a non perdere quel volto umano e solidale di cui ha sempre dato dimostrazione. Ai residenti di Borgo Libertà la garanzia di trovare in questa Amministrazione un interlocutore costante, consapevole delle istanze delle comunità. Siamo al lavoro per questo.
  • notizie
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
€ 2.230.000,00 perla Scuole Elementare "G. Marconi". Questa Amministrazione non perde un finanziamento. € 2.230.000,00 perla Scuole Elementare "G. Marconi". Questa Amministrazione non perde un finanziamento. Continua la storica ammissione ad ogni finanziamento per il Comune di Cerignola che, puntualmente, non perde un colpo.
Cerignola, domani alle 19 apre #lacasadelladestra: la “sezione” di Fratelli d'Italia Cerignola, domani alle 19 apre #lacasadelladestra: la “sezione” di Fratelli d'Italia Apre “#lacasadelladestra”: il circolo territoriale di Fratelli d'Italia – Alleanza Nazionale inaugura la nuova sede in Via Buozzi 5
Cerignola: una serra per la coltivazione indoor di marjuana. Arrestati padre e figlio Cerignola: una serra per la coltivazione indoor di marjuana. Arrestati padre e figlio Circa 100.000 euro di marijuana sottratti al mercato del traffico di stupefacenti. E’ questo l’ultimo risultato dei Carabinieri della Compagnia di Cerignola che, dopo un’intera notte trascorsa in appostamento in aperta campagna.
Pezzano: Il grande gesto di Solidarietà del dott. Angelo Angiolino e della SO.RA.C Pezzano: Il grande gesto di Solidarietà del dott. Angelo Angiolino e della SO.RA.C L’Amministrazione Comunale ha consegnato una targa di gratitudine allo staff della SO.RA.C. al Dott. Angiolino, definito dallo stesso Ennio un “Angelo” … è una targa all’umanità della nostra Città”
Davide Pizzolo: Fermento ed eventi natalizi, il Dicembre artistico e culturale. Davide Pizzolo: Fermento ed eventi natalizi, il Dicembre artistico e culturale. Partecipazione, organizzazione, visione d'insieme, aggregazione sono le fondamenta di una comunità che cresce".
Marro (Fratelli d'Italia): dopo il danno all'Agrario ora anche la beffa, in attesa del TAR. Marro (Fratelli d'Italia): dopo il danno all'Agrario ora anche la beffa, in attesa del TAR. Eppure sarebbe bastato che l'amministrazione provinciale avesse esercitato le sue prerogative, in considerazione che per effetto della Legge 23/96 le scuole superiori e i loro beni fanno parte del patrimonio della Provincia stessa.
PD Cerignola, Sabina Ditommaso: ecco la segreteria cittadina. PD Cerignola, Sabina Ditommaso: ecco la segreteria cittadina. Mi duole registrare l’atteggiamento puramente ostruzionistico di chi diserta la vita politica del partito, non assumendosi responsabilità di condivisione e di supporto all’attività di opposizione dell’intero gruppo consiliare.
Il benvenuto del Sindaco Metta all'Assessore Morra. Il benvenuto del Sindaco Metta all'Assessore Morra. Ogni Assessore della mia Giunta non rappresenta mai un partito o un movimento politico, non segue le direttive di nessuna parte politica ma semplicemente quelle che portano benefici alla città. Ogni Assessore lavora per la città"
© 2001-2017 CerignolaViva è un portale gestito dall'associazione Kerina Production. Partita iva 90041150716. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.