Ce l’ho, mi manca...

Scopriamo insieme la settima figurina “Cerignolani da Collezione"

E’ un play naturale. Classe e qualità al servizio della squadra con la maglia gialloblu

Nome: Derek
Cognome: Schiavone
Squadra: Audace Cerignola
Data di nascita: 14-09-1985
Peso: 65 kg
Altezza: 1,70 cm
Numero: 8
Piede: Destro

La settima figurina della rubrica – Cerignolani da collezione – da il tocco di classe alla nostra raccolta. Nel basket rappresenterebbe il classico play, quello che fa girare la squadra, che da qualità al gioco e lo imposta nella sua personalissima cabina di regia. E' Derek Schiavone, uno dei miglior "creativi" in circolazione: per maggiori info chiedere a mister Massimo Gallo. Fisico normale ma palla incollata al piede, ti ammazza col cambio di passo. Il lancio di 40 metri, l'assist in verticale sono sempre un'opzione. E poi il suo, ubriacante, doppio passo: la sua vera arma in più. "L'ho scoperta da Boban - confessa – Mentre guardavo un Milan – Juve, vidi il croato saltare netto uno come Davids con questo doppio passo lento ma secco, poi cross in area e gol di Sheva. Rimasi folgorato. Da quel giorno, l'ho sempre visto e rivisto su youtube per perfezionarlo. Continuo a farlo tuttora". Tanto da diventare anche uno dei classici schemi della gestione Gallo. Se gira Schiavone, gira la squadra: lancia, dribbla, tira e all'occorrenza segna. Arsenale ottimo per un play con personalità XXL.

CARATTERISTICHE FISICHE
La statura non è mai stato un problema per uno come lui che ricopre una posizione fondamentale in mezzo al campo. Non è velocissimo, è vero, ma ben ricompensa con la lucidità, il cambio di passo e la concentrazione. Ha sempre in mente la soluzione migliore. Il pezzo forte è la distribuzione di palloni anche in situazioni di pressione. Tecnica e visione di gioco sopraffina. Insomma, palla a Derek e tutti sono più tranquilli.

PROFILO PSICOLOGICO
Personalità da vendere, non si arrende mai. E' testardo: quando si pone degli obiettivi fa di tutto per portarli a termine. E poi, è sempre scherzoso e giocherellone con tutti i suoi compagni. Infatti: "Per me viene prima lo spogliatoio, il gruppo e poi il campo".

CARRIERA / PALMARES
  • Cresciuto nel settore giovanile dell'Audace Cerignola
  • 2002/2003: Audace Cerignola (Promozione pugliese. Primo posto)
  • 2003/2004: Audace Cerignola, fino a dicembre (Eccellenza pugliese)
  • 2003/2004: Ascoli, da gennaio (Promozione pugliese)
  • 2004/2005: Ascoli (Promozione pugliese)
  • 2005/2006: Ostuni (Eccellenza pugliese)
  • 2006/2007: Ariano Irpino ( Eccellenza campana)
  • 2007/2008: Ariano Irpino ( Eccellenza campana)
  • 2008/2009: Torremaggiore ( Promozione pugliese)
  • 2009/2010: Apricena (Prima Categoria pugliese. Primo posto)
  • 2010/2011: San Giovanni Rotondo, fino a dicembre (Promozione pugliese)
  • 2010/2011: Roseto, da gennaio (Promozione. Primo posto)
  • 2011/2012: Roseto (Eccellenza)
  • 2012/2013 – 2013-2014: Due anni fermo
  • 2014/2015: Audace Cerignola (Prima Categoria. Primo posto e coppa Puglia vinta)
  • 2015/2016: Audace Cerignola (Promozione pugliese)

DICONO DI LUI
Massimo Gallo (allenatore Audace Cerignola): "Beh finalmente si è tolto la nomea di essere solo un giocatore da calcetto. Adesso è uno dei migliori, se non il migliore della categoria, in circolazione. E' molto intelligente, crea sempre la superiorità numerica a centrocampo. Questo è un aspetto fondamentale per il nostro modulo essendo sempre molto offensivo. E' molto tecnico, è un ragazzo di grande personalità. E' l'ago della bilancia della squadra, detta i tempi ed è sempre fondamentale. E' bravissimo nella verticalizzazione rapida della palla e questa è una dote che in pochi hanno. E poi ha quel doppio passo che lascia sul posto gli avversari. Come persona, posso dire che è un ragazzo eccezionale, attaccato alla maglia, che non si risparmia durante la partita e corre per 95 minuti. E' socievole, sempre, anche se spesso e volentieri diciamo che rompe (ride ndr). Si dice che prima di prendere il giocatore si valuta l'uomo, beh Derek è un uomo".

Luca Amoruso (vice presidente Audace Cerignola): "Prima di essere un bravissimo calciatore è un bravissimo ragazzo che si comporta da professionista sia in campo che fuori. Qualitativamente e tecnicamente è sicuramente uno dei nostri migliori giocatori. È il fulcro della nostra squadra, se gira lui la squadra gioca bene. Deve sicuramente migliorare nella fase difensiva ma è migliorato anche in questo negli ultimi due anni. Sarà sicuramente un giocatore importante per noi il prossimo anno. Poi con me sfondi una porta aperta perché è il mio pupillo".

Gino Lasalandra (attaccante Audace Cerignola e miglior amico di Derek): "Come persona posso dirti che è il mio migliore amico quindi per me è tutto. E' un ragazzo buono e leale. Come giocatore è inutile negare che raramente uno come lui si trova in circolazione. Fa delle verticalizzazioni e il suo doppio passo le sue armi migliori. Molto intelligente con le sue giocate e i suoi passaggi, in parole povere è il cervello della squadra".

Rosario Conte (centrocampista Audace Cerignola, grande amico di Derek): "Derek, in questi due anni, è stato quello più continuo. Devo ammettere che calcisticamente non lo conoscevo e mi ha sorpreso, non sapevo fosse così forte. Come persona siamo amici, anzi siamo come fratelli anche se rompe sempre e mi sfotte per il mio naso grande".
IL GOL A CUI SEI PIU' AFFEZIONATO
"Sicuramente il gol realizzato a Noci, in campionato, quest'anno. Giocavamo su un campo difficile, gelato per la neve di quei giorni. Sbloccammo la partita con la mia giocata individuale: doppio passo in area e avversario lasciato sul posto, poi finta sul secondo difensore e destro ad incrociare sotto l'incrocio. Fu un gran gol, decisivo nell'economia della partita".
X FACTOR
Ricordo che all'età di dieci anni fui chiamato dal papà di un mio caro amico (Pio Panebianco) per partecipare al primo torneo organizzato in piazza Duomo. Volevo giocare in porta, ma lui mi rispose con un secco no a causa della mia statura e soprattutto per la bravura palla al piede. Giocai in mezzo al campo e, alla fine del torneo, vinsi il premio di miglior giocatore. Il resto della storia la potete immaginare… da quei giorni in poi, ho sempre giocato in campo.
MOTTO
"Non c'è vittoria senza sconfitta"
SOMIGLIA A
"In molti mi accostano a Biglia sia per l'aspetto fisico, sia per le mie caratteristiche palla al piede e per il ruolo". In fondo, come Biglia fa girare la Lazio, Schiavone fa girare l'Audace.
SE FOSSIMO IN UN VIDEOGIOCO
Da tifoso milanista, mi vedrei bene a centrocampo con Pirlo e Seedorf. E' la squadra che mi ha fatto sognare e per me sarebbe più che un sogno giocare con loro e con quella maglia.

Figurina realizzata da Stefano Pepe
  • Figurine
  • Ce l'ho
  • mi manca
  • Cerignolani da collezione
  • Derek Schiavone
Altri contenuti a tema
Audace Cerignola: ufficiali i primi svincolati Audace Cerignola: ufficiali i primi svincolati Lasciano la squadra: Colangione, Schiavone, Grieco, Borrelli e Gadaleta. Sorprende il nome di Lasalandra
Ultima puntata di “Cerignolani da Collezione" Ultima puntata di “Cerignolani da Collezione" Dal modulo scelto da mister Gallo alla figurina più cliccata
Scopriamo insieme la dodicesima figurina “Cerignolani da Collezione" Scopriamo insieme la dodicesima figurina “Cerignolani da Collezione" E’ l’allenatore della squadra dei record con 82 risultati utili consecutivi
Scopriamo insieme l’undicesima figurina “Cerignolani da Collezione" Scopriamo insieme l’undicesima figurina “Cerignolani da Collezione" Bomber di razza con la fascia “rossa” al braccio
Audace day Audace day Gol, chiusura e trionfo: gli invincibili battono anche l’Ordona, 5-1(2 Morra, Dipasquale, Schiavone, Monopoli)
Scopriamo insieme la decima figurina “Cerignolani da Collezione" Scopriamo insieme la decima figurina “Cerignolani da Collezione" Fantasia e tecnica con la dieci gialloblu sulle spalle
Gli invincibili Gli invincibili L’Audace batte il Bitritto (2-0) nei minuti finali: perla di Lasalandra e rigore di Schiavone
Scopriamo insieme la nona figurina “Cerignolani da Collezione" Scopriamo insieme la nona figurina “Cerignolani da Collezione" E’ un muro con la maglia gialloblu
© 2001-2023 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.