Daniela Musini
Daniela Musini

#Coriandoli, curiosità, aneddoti e mirabilia

Rubrica culturale a Cura di Daniela Musini

Tsa Tsa Gabor: una bionda macchina da guerra
2 giugno 2018 Tsa Tsa Gabor: una bionda macchina da guerra Il suo vero nome era Sári, ma per tutti fu sempre Zsa Zsa, soprannome dal suono birbone e malizioso che meglio si addiceva a questa biondissima e bellissima fanciulla venuta dall'Est
Si fa presto a dire Totò!
26 maggio 2018 Si fa presto a dire Totò! Totò la maschera irriverente, Totò il Genio della risata, paragonato a Buster Keaton e Charlie Chaplin, Totò dalla faccia sghemba e dalla battuta irresistibile.
Il teatro San Carlo meraviglia dell'umanità
19 maggio 2018 Il teatro San Carlo meraviglia dell'umanità Il 4 Novembre 1737 fu inaugurato il Real Teatro San Carlo, il più antico teatro d' opera in Europa e al mondo ancora attivo.
Il vero Robinson Crusoe
12 maggio 2018 Il vero Robinson Crusoe All'isola in cui visse è stato dato il nome di "Isola Robinson Crusoe", ma ad un'altra, la più lontana e sperduta, quello di "Isola Alexander Selkirk"
Veermer, Hitler, Rothschild e quel capolavoro rubato.
5 maggio 2018 Veermer, Hitler, Rothschild e quel capolavoro rubato. Iniziamo da loro, i Rothschild, la famiglia ebrea di Francoforte che per gli storici è stata la più potente e ricca dell'era moderna, paragonati ai Medici del Rinascimento per ambizione, ricchezza e amore per l'Arte.
 "Les Mazarinettes " alla Corte di Re Sole
28 aprile 2018 "Les Mazarinettes" alla Corte di Re Sole A Luigi XIV, lo sfolgorante Re Sole, le donne piacevano, eccome
Il mistero di Louis Aimè Augustin Le Prince
21 aprile 2018 Il mistero di Louis Aimè Augustin Le Prince Ma a Parigi il geniale inventore non arriverà mai. Sparì letteralmente, insieme al suo brevetto, su quel treno, in quel 16 Settembre 1890.
Giovanna D'Arco, la mistica ardente
14 aprile 2018 Giovanna D'Arco, la mistica ardente Mentre le fiamme la ghermivano, Jéanne gridò con forza, e per sei volte, il nome di Gesù, poi reclinò il capo e spirò.
Robert de Montesquiou - Fèzènsac: il sublime Dandy della Parigi fin-de-siècle
7 aprile 2018 Robert de Montesquiou - Fèzènsac: il sublime Dandy della Parigi fin-de-siècle Nato nel 1855, discendente di d’Artagnan e con un pedigree che risaliva ai Merovingi, fu l’omosessuale più famoso e conteso di Parigi tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento.
Una ragazza bellissima, una passione letale, un omicidio eccellente.
31 marzo 2018 Una ragazza bellissima, una passione letale, un omicidio eccellente. Suo marito Harry non disse una parola, trasse dalla tasca una pistola e sparò tre colpi in faccia all’odiato architetto che si accasciò all’istante.
Elsa Schiaparelli: una vita Rosa Shocking
24 febbraio 2018 Elsa Schiaparelli: una vita Rosa Shocking Fu una delle più originali, irridenti e fantasiose creatrici di Moda, rivale di Coco Chanel, collaboratrice di Salvatore Dalì e amata da icone dell'eleganza come Marlene Dietrich, Katherine Hepburne e Wallis Simpson.
Grandi truffe: Victor Lustig, l'uomo che vendette la Tour Eiffel
17 febbraio 2018 Grandi truffe: Victor Lustig, l'uomo che vendette la Tour Eiffel Eh già. Non era solo Totò che in un celeberrimo film dei primi anni Sessanta, cercava di vendere la fontana di Trevi ad un ingenuo turista italo-americano.
L'arsenico: il principe dei veleni, il veleno dei principi
10 febbraio 2018 L'arsenico: il principe dei veleni, il veleno dei principi Definito “il principe dei veleni e il veleno dei principi” l'arsenico è stato adottato, nella Storia, soprattutto negli intrighi di Corte e negli assassini politici.
Il ventaglio e il suo intrigante linguaggio segreto
3 febbraio 2018 Il ventaglio e il suo intrigante linguaggio segreto Il ventaglio, oggetto utile e antico, ma anche strumento di seduzione, malizioso accessorio di moda, trasmettitore intrigante di messaggi amorosi ed erotici.
Casanova e d'Annunzio: seduttori a confronto.
27 gennaio 2018 Casanova e d'Annunzio: seduttori a confronto. Entrambi vissero a Venezia, ma la “Serenissima” del Settecento era una città gaudente, scostumata e vitalissima
Giuseppe Verdi e i cipressi calvi della Virginia
20 gennaio 2018 Giuseppe Verdi e i cipressi calvi della Virginia Bagnati fradici e piuttosto sconvolti, raggiunsero abbracciati la dimora.
Lizzy, Jane e Ganny. Tre muse, tre passioni, tre ossessioni
13 gennaio 2018 Lizzy, Jane e Ganny. Tre muse, tre passioni, tre ossessioni La bellezza di quella eterea creatura era rimasta intatta e che i capelli, i suoi famosi capelli rossi, erano cresciuti a dismisura fino a ricoprire completamente l'interno della bara
Elisabeth Barrett e Robert Browning: quando l'amore si fa poesia
6 gennaio 2018 Elisabeth Barrett e Robert Browning: quando l'amore si fa poesia Elisabeth lesse il nome del mittente e rimase stupita; si rigirò la lettera tra le mani e l'aprì con trepidazione. Poche parole, ma che le avrebbero cambiato la Vita: «Amo i vostri versi con tutta l'anima...e amo anche Voi!» Firmato: Robert Browning.
Napoleone, Josephine e quelle profumate, peccaminose violette.
25 novembre 2017 Napoleone, Josephine e quelle profumate, peccaminose violette. Napoleone stesso, mentre era in partenza per l'esilio sull'isola d'Elba, promise che sarebbe tornato a Parigi "alla stagione delle viole" tanto che i Bonapartisti adottarono quel fiore come simbolo da contrapporre al giglio dei Borboni.
Le nozze coi fichi secchi
18 novembre 2017 Le nozze coi fichi secchi Il 27 Settembre 1896 sulle pagine de Il Mattino di Napoli apparve un articolo a firma di Tartarin intitolato, appunto, "Le nozze coi fichi secchi".
I confetti di Lucrezia Borgia
11 novembre 2017 I confetti di Lucrezia Borgia La disinibita Giulia Farnese, amante in carica del Papa, denudò allora le opulenti e sode rotondità, le affondò nei confetti e le ritrasse: il bottino che i suoi floridi seni riuscirono a depredare fu decisamente il più ricco. Fu lei, ça va sans dire, a vincere la gara.
D'Annunzio e la beffa al  "Tenace colono "
4 novembre 2017 D'Annunzio e la beffa al "Tenace colono" Nel 1910 i "debiti striduli" che attanagliavano Gabriele d'Annunzio ammontavano all'ingente somma di mezzo milione di lire, ma trova ben presto il "merlo" che gli risolve i problemi.
Lo strano caso della Contessa schiaffeggiata, dell'Onorevole codardo e del prode Principe napoletano
28 ottobre 2017 Lo strano caso della Contessa schiaffeggiata, dell'Onorevole codardo e del prode Principe napoletano Quel giorno ad un tavolo sedevano tre Onorevoli democristiani: Sampietro, Titomanlio e Oscar Luigi Scalfaro Poco lontano un sacerdote e un Monsignore confabulavano a bassa voce.  Ed ecco entrare un gruppetto di giovani eleganti e sorridenti.
E fu così che Petrarca perse la testa... (ma Laura non c'entra).
21 ottobre 2017 E fu così che Petrarca perse la testa... (ma Laura non c'entra). Durante un soggiorno alle terme di Abano nella primavera 1364 per curare la scabbia, egli fece la conoscenza del paesino di Arquà e se ne innamorò a tal punto da decidersi di stabilirvisi, soggiornando in una deliziosa dimora dal marzo 1370 fino alla notte del 19 luglio 1374.
Precedente12Successiva
© 2001-2018 CerignolaViva è un portale gestito dall'associazione Kerina Production. Partita iva 90041150716. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.