Teatro San Carlo
Teatro San Carlo
#Coriandoli, curiosità, aneddoti e mirabilia

Il teatro San Carlo meraviglia dell'umanità

Il 4 Novembre 1737 fu inaugurato il Real Teatro San Carlo, il più antico teatro d' opera in Europa e al mondo ancora attivo.

Il 4 Novembre 1737 fu inaugurato il Real Teatro San Carlo, il più antico teatro d' opera in Europa e al mondo ancora attivo.
Una meraviglia architettonica e artistica che fece esclamare allo scrittore Stendhal che lo visiterà nel 1817: "Gli occhi sono abbagliati, l'anima rapita. [...] Non c'è nulla, in tutta Europa, che non dico si avvicini a questo teatro, ma ne dia la più pallida idea".
Costruito da Giovanni Antonio Medrano ed Angelo Carasale per volere di Re Carlo di Borbone, fu inaugurato volutamente il 4 Novembre, in cui si festeggia San Carlo, e quindi giorno dell'onomastico del Re.
I 3000 privilegiati spettatori assistettero all'opera "Achille in Sciro" di Domenico Sarro su libretto del grande poeta Pietro Metastasio, poiché all'inizio il Teatro San Carlo era preposto all'opera seria, mentre l'amata opera buffa andava in scena al Teatro Mercadante o in altri teatri della città, essendo Napoli, fin dal Settecento, centro nodale della Cultura e dell'Arte europee del tempo.
Tanto divenne importante e prestigioso che sul suo palco andarono in scena prime assolute come "La clemenza di Tito" di Gluck e due opere di Johann Christian Bach (figlio talentuoso del più famoso padre Johann Sebastian), allora musicisti acclamati e famosissimi, Titani della Musica come Händel, Haydn e Mozart vennero apposta a Napoli per ammirarlo, mentre i grandi musicisti napoletani Cimarosa e Paisiello divennero i protagonisti di stagioni musicali irripetibili e prestigiose.
In seguito ad un incendio scoppiato nella notte del 13 Febbraio 1816, la sala interna fu ricostruita e furono aggiunti splendidi elementi decorativi e la direzione musicale fu affidata niente di meno che a Gioachino Rossini e su quel palco il sublime soprano Isabella Colbran (prima moglie del musicista pesarese) incantò la platea, così come il sulfureo è geniale Paganini in una memorabile serata del 1819.
Dopo Rossini la direzione del San Carlo fu affidata a Donizzetti che proprio sul quel palco, il 26 Settembre 1835, fece debuttare in prima assoluta il suo capolavoro "Lucia di Lammermoor", ma anche Bellini aveva voluto il San Carlo per la prima della sua opera "Bianca e Fernando" e il grande compositore Saverio Mercadante vi metterà in scena ben 14 prime assolute.
Verdi e i suoi capolavori furono protagonisti di una stagione indimenticabile e il musicista scelse proprio il San Carlo per il debutto nel 1849 della sua opera "Luisa Miller".
Dopo di lui tutti i grandi compositori del Novecento misero in scena le loro opere: Mascagni, Leoncavallo, Umberto Giordano e Puccini di cui nel 1900, in una serata di sfarzo e fulgori mondani, fu allestita "Tosca".
Ma non solo i più grandi musicisti di tutti i tempi hanno dato lustro a questa meraviglia partenopea (vanto dell'Italia artistica e culturale), ma anche i più acclamati cantanti lirici (tra i quali anche Maria Callas, ça va sans dire), esecutori mirabili (Arthur Rubinstein e Arturo Benedetti Michelangeli, Salvatore Accardo solo per citarne tre) e straordinari direttori d'orchestra, Toscani i in testa.
Insomma, a 280 anni dalla sua inaugurazione, il Teatro San Carlo di Napoli rimane ancora un tempio assoluto della Musica mondiale, un gioiello artistico ineguagliato ed uno dei sogni proibiti di tutti gli Artisti.
  • notizie
  • Notizie Cerignola
  • Notizie Puglia
  • Notizie Capitanata
Altri contenuti a tema
Rapinato TIR pieno di sigarette, sequestrato conducente Rapinato TIR pieno di sigarette, sequestrato conducente Accade sulla S.S. 655, l’autista è stato sequestrato, poi rilasciato nell’agro di Orta Nova. Il TIR ritrovato quasi sulla S.P. 85 fra Ruvo e Bisceglie
Strage ferroviaria, oggi a Roma per manifestare Strage ferroviaria, oggi a Roma per manifestare Tre anni di sfilate istituzionali, promesse fatte ma le 23 vittime del disastro ferroviario Andria – Corato sono cadute nel dimenticatoio
Gal Tavoliere, Antonio Stea non è più Direttore Tecnico Gal Tavoliere, Antonio Stea non è più Direttore Tecnico Il dott. Antonio Stea richiese a mezzo PEC la risoluzione del rapporto di lavoro per motivi di salute, il GAL Tavoliere delibera
L’Audace Cerignola ha presentato il ricorso L’Audace Cerignola ha presentato il ricorso Il ricorso dell’Audace Cerignola, ricorsi presentati anche dal Palermo, per la non riammissione in serie B, e Bisceglie, per la non riammissione in serie C
Bullismo a Candela, segnalati i minori responsabili Bullismo a Candela, segnalati i minori responsabili Identificati e segnalati all’autorità competente i minori responsabili di una pesante prepotenza nei confronti di un loro coetaneo
Raffaele Digregorio, personaggio illustre di Cerignola Raffaele Digregorio, personaggio illustre di Cerignola Domenica 21 Luglio, nel rione San Matteo, la cerimonia inaugurale dell’epigrafe in memoria del prof. Raffaele Digregorio, al termine il momento di festa
Codice della Strada, la modifica si discute alla Camera Codice della Strada, la modifica si discute alla Camera Le modifiche mirano ad una mobilità più sicura, moderna e sostenibile
FLV Cerignola, il primo colpo è l'opposto Emanuela Morone FLV Cerignola, il primo colpo è l'opposto Emanuela Morone Dal Cuore di Mamma Cutrofiano arriva un rinforzo di sicuro livello per mister Breviglieri
© 2001-2019 CerignolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CerignolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.